LA RICETTA DELLA FELICITA'... IL PRIMO POST DEL 2013

By venerdì, gennaio 04, 2013


Ehi... c'è nessuno?
State riprendendovi dai postumi dei festeggiamenti? Oppure siete già tornati al lavoro? O magari siete in vacanza in un bel posto?
Qualsiasi cosa stiate facendo... fermatevi, fate un bel respiro e... sorridete.
No, non avete sbagliato indirizzo, non siete approdati su uno di quei blog di filosofia zen e consigli di benessere interiore.
E' sempre un blog di cucina ma, siccome qui ci piace stupirvi con effetti speciali... cominciamo il 2013 senza ricetta.
O meglio, senza una ricetta di cucina.
Oggi voglio darvi la mia ricetta per il nuovo anno. Voglio raccontarvi il modo in cui intendo cucinare i prossimi 365 giorni. Anzi, per la precisione 362 giorni.
Questa è una ricetta che non ho ancora cucinato, con una cottura lentissima (365 giorni non sono pochi!).
E' una di quelle ricette strane, quelle che alla fine non sai mai bene cosa diventerà, una di quelle ricette che cambia profumo e aspetto ad ogni ingrediente aggiunto.
Vorrei poter dire che è la ricetta della felicità ma naturalmente non posso affermarlo con certezza.
Diciamo che è la ricetta per una possibile felicità.
Cominciamo con gli ingredienti, le dosi non sono precise, ognuno si regolerà da sè.

AMORE
E' l'ingrediente base della ricetta. Senza non si può fare nulla. Amore inteso come amore romantico certo, ma anche amore per i propri figli, per la propria famiglia, per gli amici, per la natura e per la vita in tutta la sua meravigliosa complessità. Amore soprattutto per sè stessi. Se non ci amiamo noi per primi non potranno farlo neanche gli altri.

FIDUCIA
E' un altro ingrediente fondamentale. Se non abbiamo fiducia (in noi stessi, negli altri, nella vita) sarà la paura a dominare la nostra vita. E questo non dobbiamo permetterlo.

ALLEGRIA
Ridere di cuore almeno tre volte al giorno. E' fondamentale. Se troveremo almeno tre motivi al giorno per ridere saremo sulla buona strada.

IMPEGNO
Impegno in tutto quello che facciamo. Dare il massimo nel lavoro, nei rapporti con gli altri ma anche nelle piccole cose quotidiane. Niente fa stare bene come la consapevolezza di aver dato il massimo.

DETERMINAZIONE
Darsi degli obiettivi e lavorare per raggiungerli. Pochi e raggiungibili. Meglio lavorare per qualcosa di fattibile che inseguire chimere.

IRONIA
Ma soprattutto autoironia. Imparare a prendersi meno sul serio e a prendere meno sul serio gli inevitabili intoppi che costellano la vita di tutti i giorni. Una multa, il lavandino che si rompe, il vicino di casa maleducato, l'auto che fa i capricci... sono tutte cose risolvibili. Impariamo a dare il giusto peso ai problemi e soprattutto, affrontiamoli con calma uno alla volta.

GRATITUDINE
Invece di lamentarci per quello che non abbiamo proviamo ad essere grati per quello che abbiamo.
Non è necessario avere grandi cose. Una cena in famiglia, una passeggiata in un posto che ci piace, un bel film da guardare accoccolati sul divano... sono piccole grandi cose che ci fanno stare bene. Impariamo ad essere grati.

FOLLIA
Ogni tanto un pizzico di sana follia rende la vita più frizzante. Non dobbiamo aver paura di rischiare... a volte buttarsi in qualcosa che desideriamo è la cosa giusta anche se apparentemente sembra folle. O proprio perchè apparentemente sembra folle.

Ecco, questi sono gli ingredienti principali.
Ogni giorno vanno mescolati con cura, coccolati e accarezzati.
Ci sono infinite varianti a questa ricetta.
Ognuno deve trovare le sue.
La mia personale variante e aggiunta è quella di farmi un piccolo regalo ogni giorno: un cioccolatino assaporato piano piano, un bagno caldo e profumato, una piccola piantina da mettere in cucina, un caffè con un'amica... ogni giorno una piccola gratificazione che fa bene all'anima.
Io quest'anno porterò avanti un sogno. ho dodici mesi per realizzarlo e lavorerò ogni giorno per questo.

E adesso passiamo ad altro (come direbbe la nostra amica Nigella).

Vi sarete accorti che "Un biscotto al giorno" si è bruscamente interrotto il 19 dicembre e di questo devo scusarmi con voi. E' che da quel giorno in poi una serie di piccole catastrofi si è abbattuta su di me (non so se c'entrano i Maya...) e non sono più riuscita a scrivere sul blog (nè a cuocere biscotti). Niente di grave, solo una pioggerellina fitta fitta di scarogna... ma di questo, giuro, vi racconterò nel prossimo post. Per ora vi prego di accettare le mie scuse. Prometto di inondarvi di ricette per tutto il 2013!

Ma non è finita qui. Quando la mia mente ha partorito il nome "un biscotto al giorno" per le ricette dei biscottini di dicembre non ha minimamente sospettato che qualcun altro aveva pensato questo nome molto prima. Ho infatti scoperto che esiste un bellissimo blog di cucina che si chiama proprio così http://www.unbiscottoalgiorno.com/. Potete immaginare come la mia genialata abbia creato confusione nella ricerca su Google. L'amministratrice del blog, Monica, è stata molto carina con me (non mi ha nemmeno insultata, giuro! Anche se me lo sarei meritata!) e devo doverosamente scusarmi con lei! Scusami Monica!!!
E, intanto che ne stiamo parlando, vi invito a dare un'occhiata al suo bellissimo blog. Io ho già adocchiato un paio di ricettine fantastiche...

Ecco, credo di avervi detto tutto... più o meno.
E' che quando mi metto davanti al pc non riesco più a fermami, sono una "scrittrice compulsiva"...
A prestissimo con il racconto (semi)serio dei miei ultimi giorni nel 2012 e una ricetta dolcissima per cominciare bene!



You Might Also Like

11 commenti

  1. Bravissima questa ricetta penso che dovremmo copiarla tutti, quale modo migliore per iniziare un nuovo anno!!!!! Grazie di cuore, condivido molto volentieri!

    RispondiElimina
  2. Grazie per questa nuova, ottima ricetta...
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  3. Questa "ricetta" mi piace molto e voglio provarla anche io . . . per ora ho un solo ingrediente - la follia - ahahaha , ma prometto che cercherò di procurarmi anche gli altri . . . Buon 2013

    RispondiElimina
  4. ti auguro un anno pieno di tutte le dolcezze e le gioie che desideri!!!!!!!! bellissima la ricetta della felicità, ti abbraccio forte Lory

    RispondiElimina
  5. bisognerebbe sempre tenerlo a mente il tuo post!
    bacione grande cara!

    RispondiElimina
  6. trovo favolosi gli ingredienti della tua ricetta!!!ma sono facili da reperire?cercherò di trovarli tutti per fare questo piatto!!!!perchè mi piace molto...ancora auguri e un bacione...

    RispondiElimina
  7. Mi piace moltissimo questa prima ricetta non ricetta del 2013. MOLTISSIMO!

    Fra

    RispondiElimina
  8. Ciao mariangela innanzitutto buon anno, ho letto il tuo post d'un fiato e penso che alcuni consigli cercherò di seguirli anche io. Grazie e un abbraccio paola

    RispondiElimina
  9. Hai scritto proprio un bel post. Igredienti giusti per la felicita'. Quello del regalo per se stessi ogni gioni mi piace di piu'.

    RispondiElimina
  10. Seguiro' con molto interesse la ua prossima ricetta, anche se io sono una pessima cuoca, sob! Un abbraccio, *Maristella*.

    RispondiElimina

Lasciami un commento!