mercoledì 16 aprile 2014

VICINI DI BLOG: LISMARY'S COTTAGE


Oggi vi porto in un piccolo cottage nella campagna inglese.
C'è un grazioso giardino e all'interno il caminetto è acceso.
E' la casetta virtuale della mia amica Lisa, un posto speciale fatto apposta per sognare.

Ho chiesto a Lisa di raccontarsi un po' e di raccontarmi come nasce il suo blog.
"Il blog nasce nel gennaio 2013 come sostegno alla mia piccola agenzia immobiliare , mia e della mia amica Mary (da qui Lis-Mary), quindi un blog di consulenza immobiliare, qualche consiglio...insomma tutto inerente al mondo delle case...ma poi via via che l'agenzia andava sempre peggio... il blog diventava la mia casa virtuale e dato che da sempre sogno di abitare nella campagna inglese, in un grazioso cottage, ecco che il Lismary diventa questo: un piccolo luogo dove chiacchierare con le amiche,scambiarci consigli, ricette...ma anche parlare di arte e poesia, mie grandi passioni, da qui le rubriche: due chiacchiere con un artista e operazioni da brava casalinga. Insomma, un luogo magico, pieno di fiori, proprio come piace a me...
Posto interni di case rigorosamente inglesi, racconto tanto di me, dell'essere madre, compagna, di quello che amo...
Colleziono ceramiche inglesi, adoro i mercatini...(e spendere ai mercatini), amo gli animali e scrivo qualche ricetta.
Insomma è la mia vita...noi in bici...o al parco...tutto qua.. l'agenzia è chiusa..adesso faccio altro ma il cottage è  il mio rifugio."


Ed è proprio questo che traspare dal suo blog: la sua semplicità.
Lisa, che per me è una cara amica, 
è una persona semplice, solare, romantica, innamorata della vita.
Se mi chiedessero qual'è la prima cosa che mi viene in mente pensando a lei
 risponderei senza esitazione: il suo sorriso.
Ecco, il suo blog è sorridente.


Se avete voglia di un po' di romanticismo, di cose vere e autentiche, di qualche consiglio fra amiche, 
di ricette semplici, insomma "di vita"... 
Lismary's Cottage è il posto giusto.
Io vado a trovarla nei momenti in cui ho bisogno di conforto, un po' come andare a casa di un'amica sapendo che avrà sempre per te una tazza di tè caldo, qualcosa di buono per accompagnarla
 e le parole giuste per farti stare meglio...

Grazie Lisa per essere stata mia ospite... e per essere la bella persona che sei...


 Trovate Lisa e il suo cottage qui:
e anche su facebook QUI


Le immagini contenute in questo post appartengono al blog Lismary's Cottage e sono state utilizzate per gentile concessione dell'autrice. Ne è vietato l'uso e la riproduzione anche parziale.

martedì 15 aprile 2014

FOCACCIA ALLE PATATE CON POMODORO E ORIGANO...


Vi capita mai di non avere niente da dire?
A me raramente ma questo è uno di quei momenti.
Io, chiacchierona di natura, capace di stordire con le parole anche il più paziente degli ascoltatori... mi sto chiudendo in un silenzio riflessivo.
Osservo, medito e taccio.
Sarà perchè ultimamente le avversità si sono date tutte appuntamento a casa mia, sarà che sento anche troppe parole vuote (perdonatemi non è per giudicare ma ho sentito/letto cose che voi umani...), sarà che mi manca l'altra parte di me, quella a cui facevo dire quello che io, in fondo, non avevo il coraggio di dire...
Insomma, preferisco tacere.
Preferisco osservare, leggere, guardare il mio giardino che sta nascendo...
E cucinare.
Sto cucinando tantissimo ma la maggior parte delle volte mi dimentico di fotografare (che vorrà dire?) oppure me ne ricordo all'ultimo momento e allora scatto qualche foto senza pensarci troppo, come per questa focaccia, tolta velocemente dal tavolo per scattare un paio di foto sotto un sole così luminoso da accecare...
Non disperate (ma sarà poi vero che state disperando?) il tempo delle parole ritornerà...
Intanto facciamo quel gioco che fanno i bambini: stendiamoci su un prato e osserviamo il cielo, la luce, le nuvole...
E non abbiamo bisogno di parole...




INGREDIENTI
250 grammi di farina 00
250 grammi di farina manitoba
una grossa patata lessata e schiacciata
mezzo cubetto di lievito di birra fresco
un cucchiaino di miele
due cucchiaini rasi di sale (più quello per la superficie della focaccia)
olio extravergine
acqua a temperatura ambiente q.b.
polpa di pomodoro a cubetti
origano fresco

Sciogliere in una tazza d'acqua il lievito e il miele. 
Coprire e lasciare riposare per una ventina di minuti.
In una ciotola mescolare le due farine con il sale.
Fare una fontana al centro e versarvi la patata, il composto di lievito e due cucchiai d'olio.
Iniziare a lavorare il composto unendo poca acqua alla volta.
Lavorare bene per una decina di minuti.
Ungere una ciotola molto capiente e mettervi a riposare il composto per un paio d'ore, coprendo con la pellicola e tenendo lontano da correnti d'aria.
Dopo circa due ore il volume dell'impasto dovrebbe essere raddoppiato.
Stenderlo su una teglia da forno leggermente unta e lasciarlo lievitare ancora per mezz'ora.
Condire con la polpa di pomodoro, un filo d'olio, sale e origano.
Cuocere nel forno preriscaldato a 200 gradi per circa 20 minuti.


sabato 12 aprile 2014

[IL MENU' DELLA SETTIMANA] PIU' SPAZIO ALLE VERDURE...


Ed eccoci al secondo appuntamento con il menù della settimana!
Spero possa esservi utile.
Come noterete c'è poca carne e vengono predilette le verdure.
Sto pensano di introdurre un giorno alla settimana vegano, vediamo se ci riuscirò...
Intanto vi auguro uno splendido fine settimana!

******

LUNEDI'
Colazione: caffè, biscotti canestrelli, succo di frutta
Pranzo: formaggi misti, padellata di patate alle spezie
Merenda: gelato
Cena: paccheri con pomodori datterini e mozzarella di bufala, insalata di lattuga e pomodori

MARTEDI'
Colazione: tè, ciambellone
Pranzo: spaghetti del marinaio, fagiolini lessati con olio e limone
Merenda: succo di frutta, ciambellone avanzato dalla colazione con marmellata
Cena: bocconcini di pollo e zucchine alla mentafiloncini di pane a lievitazione lunga, insalata di lattuga e cipollotti

MERCOLEDI'
Colazione: caffelatte, fette biscottate con marmellata
Pranzo: mezze penne con cavolfiore e pancetta, pomodori e rucola in insalata
Merenda: yogurt
Cena: frittatona al fornospinaci alle mandorle

GIOVEDI'
Colazione: tè, muffin allo yogurt
Pranzo: spaghetti con verza e salsiccia, frutta mista
Merenda: muffin avanzati dalla colazione
Cena: mozzarella, pomodori, finocchi gratinati

VENERDI'
Colazione: caffelatte, fette biscottate con marmellata, frutta
Pranzo: quiche con cipolla e speck, cetrioli in insalata
Merenda: gelato
Cena: spaghetti con vongole e friarelli, insalata di rucola, sedano e noci

SABATO
Colazione: latte con cereali
Merenda: yogurt con macedonia di frutta
Cena: pizza

DOMENICA
Colazione: cappuccino, sablèe al cioccolato
Merenda: gelato
Cena: affettati misti, maxi rosetta al sale rosa

venerdì 11 aprile 2014

NON C'E' BUDGET: IL (NON) CONTEST


Galeotta fu l'insonnia che negli ultimi tempi mi fa compagnia nelle ore in cui la maggior parte della gente riposa.
Galeotta fu anche una mail (l'ennesima) particolarmente irritante con la richiesta di lavorare GRATIS in cambio di un'ipotetica visibilità. Visibilità, fra l'altro, "gentilmente offerta" da uno sconosciuto sito aggregatore tra i milioni che popolano questa pazza blogosfera.
Occhio che questa ipotetica visibilità mi veniva offerta in cambio di due post promozionali al mese su prodotti di cui loro mi avrebbero inviato la scheda. Pensa te...
E così, impulsiva come sempre, ho deciso di dare il via ad un particolare (non) contest, dedicato a chiunque (blogger, creativi, ecc.) che, almeno una volta, abbia ricevuto la classica proposta bufala, ovvero "tu lavori per me io non ti pago perchè - non c'è budget - ma... in cambio ti regalo visibilità".
Bontà loro.
Chissà se loro ci pagano le bollette con la visibilità. Scommetto di no.
Troppo spesso leggo sui social di blogger e creativi che si lamentano di richieste assurde e siccome molte di queste sono davvero paradossali mi è venuta l'idea di raccoglierle tutte insieme.
Non ci sono grandi regole e non si vince nulla (a parte la gioia di sfogarsi un po' che, diciamocelo, è sempre un po' terapeutica).
Basta scrivere un piccolo post raccontando la propria esperienza (la richiesta più assurda, la mail più folle, il cliente che si stupisce chiedendo "ma tu non lo fai per passione???") e lasciare il link con un commento a questo post.
Francamente non so dove tutto questo ci porterà (non ho nemmeno idea di quanta sarà la partecipazione) ma, se i post dovessero essere tanti, l'idea folle che mi è frullata in testa alle quattro di stamattina è che si potrebbero raccogliere in un e-book e magari metterlo in vendita ad un prezzo simbolico per devolvere il ricavato ad un'iniziativa benefica. Ne ho giusto un paio in testa ma ve ne parlerò a tempo debito...
Allora, è tutto chiaro?
Step 1 - pensare alla proposta di NON lavoro che ci ha fatto più arrabbiare
Step 2 - raccontarla in un post sul proprio blog (chi non avesse un blog può scrivere un post sulla propria pagina facebook), si può anche partecipare con un vecchio post purchè se ne faccia un'altro di rimando con il link
Step 3 - lasciare un commento qui sotto con il link al post
Direi che possiamo partire da ora e darci come termine il 31 di maggio, che ne dite?
Adesso però non deludetemi e, soprattutto, non lasciatemi qui a parlare da sola! Aspetto i vostri post e nel frattempo condividete più che potete!
Pronti? Tre, due, uno........... viaaaaaaaaaaaaaaaaa

p.s.: io partecipo con questo post: http://ultimissimedalforno.blogspot.it/2013/11/bloggare-e-un-lavoro.html

mercoledì 9 aprile 2014

VICINI DI BLOG: MAISON RETRO'


Quando ho chiesto a Simona di essere la mia Vicina di Blog
di questa settimana la prima cosa che mi ha detto (dopo avermi ringraziata in ogni modo)
è stata "ma c'è così poco da dire..."


Simona è così, una donna adorabile, dolcissima,
sempre pronta a regalare un sorriso, una carezza a chiunque incontri.
Una creatura rara... 
in un mondo dove tutti gridano per farsi notare
lei è ancora capace di parlare con garbo a bassa voce.


E' la mamma di due bimbi splendidi,
si è trasferita per amore in un piccolo paesino sulle colline umbre
e qui coltiva il suo progetto più importante, la famiglia,
insieme alle sue passioni: l'handmade e tutto ciò che è vintage e brocante.
Vive in una vecchia casa che piano piano sta riportando al suo splendore
e anche questo è un progetto importante...


Da poco ha aperto un blog che racchiude tutte le sue passioni,
dove racconta di sè e dei suoi lavori...
Un blog che secondo me merita di crescere e di essere letto da tanti...
Mi piace perchè è una persona semplice e buona.
In modo autentico.

Hai visto Simona alla fine quante cose c'erano da dire?


Vi invito ad andare a trovarla e a farvi coccolare da una padrona di casa speciale...

martedì 8 aprile 2014

TIRAMISU' CUPCAKES... IL CAMBIAMENTO


Ci sono periodi della vita in cui ti sembra di precipitare nel caos.
Magari ti sei annoiato per anni in una routine sempre uguale
e forse qualche volta ti sei ripetuto "che noia, che barba"
senza capire come la noia sia a volte rassicurante e come
le cose sempre uguali siano sinonimo di tranquillità e serenità.


Ed ecco che, di botto, la tua vita esce dai binari prestabiliti e comincia a deviare il suo percorso.
Magari non succede niente di eclatante o sconvolgente agli occhi degli altri
ma tu senti che quelle piccole scosse, quei "microterremoti", ti stanno portando
su una strada che non conosci...


Il problema vero è che tu questo territorio mica lo conosci bene
e non sai giudicare se quello che accade sia negativo o positivo...
o magari entrambe le cose insieme...
Sai solo che quella parola
"CAMBIAMENTO"
ti spaventa un po' e che, in fin dei conti, tu nella tua routine ci stavi bene.


Qualcuno ha detto che bisogna vivere il cambiamento sempre e comunque
come un'opportunità da sfruttare al meglio.
E' che quando sei confusa, quando la testa è piena di pensieri che sbattono 
l'uno contro l'altro come uccelli in gabbia è difficile cogliere le opportunità.


Bisognerebbe potersi fermare a riflettere.
Bisognerebbe avere la possibilità di sdraiarsi su un prato a guardare le nuvole
come fanno i bambini.
Allora forse si potrebbe fare chiarezza...


Ho trovato questa ricetta su un blog che adoro, uno di quei blog che che sono un po' un diario di bordo, dove le ricette si mescolano con le foto di una casa incredibilmente bella e calda, dove tre gattoni soffici spuntano qua e là e si percepisce nell'aria l'Amore, quello VERO.
Lei è Martina, andate a trovarla... non vorrete più andare via...

Vi riporto la ricetta per comodità ma io ho seguito alla lettera i suoi consigli.

INGREDIENTI
240 grammi di farina per dolci
100 grammi di zucchero
una bustina di lievito per dolci
2 uova intere (meglio a temperatura ambiente)
una  bustina di vanillina
100 grammi di burro morbido (io l'ho tirato fuori due ore prima)
130 millilitri di latte
circa tre tazzine di caffè caldo

Per il frosting al formaggio:
250 grammi di mascarpone (a temperatura ambiente)
200 grammi di panna da montare fredda di frigo
50 grammi di zucchero a velo (io ho usato il tipo "vanigliato")
cacao amaro in polvere 

Ho acceso il forno a 180 gradi.
Per le basi ho setacciato gli ingredienti secchi (farina, lievito, la vanillina e zucchero) in una ciotola. 
Ho aggiunto il burro tagliato a pezzettini e ho mescolato con le fruste elettriche a bassa velocità unendo poco alla volta le uova (prima leggermente sbattute) e il latte.
Ho ottenuto un composto liscio e ho riempito i pirottini da muffin per poco più della metà.
Ho infornato e cotto i muffin per circa 20 minuti (controllate la cottura).
Ho sfornato le basi e le ho lasciate raffreddare.
Ho versato sulle basi il caffè caldo facendolo assorbire (Martina consiglia di usare una siringa senz'ago per facilitare il lavoro ma io non ce l'avevo...).
Ho preparato il frosting montando la panna con metà dello zucchero.
In un'altra ciotola ho fatto la stessa cosa con il mascarpone e poi ho unito i due composti con delicatezza per non fare smontare la panna.
Ho inserito la crema in una sac a poche e ho decorato i cupcakes.
Li ho spolverati con il cacao amaro e li ho conservati in frigorifero fino al momento di servire.

Nota: il frosting al formaggio ha un sapore più delicato della classica crema al burro e, a differenza di quello che si pensa, non si smonta, quindi se preparate i cupcakes in anticipo conservateli in frigorifero in un recipiente ben chiuso: saranno buonissimi anche il giorno dopo.


lunedì 7 aprile 2014

... AND THE WINNER IS...

credits


Buongiorno!
Un post velocissimo per comunicarvi il vincitore (anzi, la vincitrice) del giveaway!
Dunque
..................................................
La vincitrice del giveaway di primavera che potrà coccolarsi
con il bellissimo premio messo in palio da

è colei che
ha lasciato il commento numero 

53!!!!

@Stef la fortunata sei tu!!!!!

Scrivimi il tuo indirizzo in privato!
A tutte le altre... grazie di cuore per aver partecipato!

Noi ci rileggiamo domani con una ricettina dolcissima...



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...