RISOTTO CON BISQUE DI GAMBERI... E DISSERTAZIONI DI UN NANO (QUASI) GOURMAND

By lunedì, maggio 28, 2012 , , , ,




- Mamma che cos'è questa puzza? Oddio, che schifo, stai cuocendo i gusci dei gamberi!
- Nano non si chiamano gusci ma carapaci...
- Non cambiare argomento, cosa stai facendo? Questa cosa puzza di pesce!
- Certo che "profuma" di pesce, non puzza! Comunque sto preparando la bisque per il risotto.
Un Nano dall'espressione che meriterebbe una fotografia mi fissa basito.
Nei suoi occhi si legge la conferma di quello che ha sempre pensato: la sua mamma è totalmente fuori di senno.
- Mamma... ma perchè vuoi preparare il risotto in una "bisca"?
- Ma no Nano, le bische non c'entrano niente. Questa è la bisque, una specie di brodo di pesce... ti ricordi avevamo visto qualcosa del genere in televisione... in quel programma del cuoco che cucina a casa sua... (Cucina con Ale ndr)
- Ah sì, il cuoco grasso tutto spettinato...
- Ma dai Nano mica è grasso... diciamo un po' in carne... e certo, spettinato è spettinato...
- Ma poi questa cosa la usi per il risotto?
- Certo! Preparo un risotto buonissimo e poi lo metto sul blog!
- Oh no!
- Che c'è?
- Senti... la mamma di A. legge il tuo blog e anche la mamma di G.... e pure la nostra vicina di casa... e la nonna di F... e P. mi ha detto che lo legge pure il suo papà...per non parlare del fatto che la mia maestra ti ha chiesto l'indirizzo del blog e io SO che tu glielo darai...
- Va bene ma che problema c'è?
- Saranno in molti a sapere che cucini i gusci dei gamberi...
- Carapaci...
- Vabbè, quello che sono... Comunque... ho il sospetto che ci siano tante persone che conosciamo a leggere il tuo blog... Mi faresti un favore?
- Certo...
- Potresti non parlare di me? Ho un'immagine da mantenere...
- ...
- E... un'altra cosa... io quella "bisca" non la mangio... posso avere i sofficini per cena?
- ...







INGREDIENTI
(per 6/8 persone)

500 grammi di riso Carnaroli
2 chili di gamberoni freschi
1 carota
1 cipolla
1 pezzetto piccolo di sedano bianco
due- pomodorini datterini
un cucchiaino di concentrato di pomodoro
1 scalogno
70 gr di burro
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchierino di cognac
olio extravergine
sale
pepe
un rametto di prezzemolo
50 grammi di panna fresca


La ricetta della bisque è di origine francese. Si tratta di un brodo denso e profumato preparato con aromi e con gli scarti e i carapaci dei crostacei. Serve come base per molti piatti a base di pesce: risotti, sughi per la pasta e zuppe profumate.
La tostatura delle carcasse é la fase più importante: devono colorarsi e tostare, non solo sbianchirsi, in modo da permettere la produzione delle sostanze aromatiche tipiche della bisque. 


Per prima cosa prepariamo la bisque.
Sgusciamo i gamberi, mettiamo in un piatto le code, copriamo con la pellicola e mettiamo in frigorifero. Teniamo da parte le teste e i carapaci.
In una casseruola facciamo rosolare nel burro la carota, la cipolla, i pomodori,lo scalogno ed il sedano tagliati a pezzetti.
Aggiungere le teste e i carapaci dei gamberi insieme ad un cucchiaino raso di concentrato di pomodoro.
Rosolare molto bene il tutto per qualche minuto schiacciando con un cucchiaio le teste.
Sfumiamo col cognac e , una volta evaporato, uniamo due litri di acqua calda, regoliamo di sale e pepe e lasciamo sobbollire a fuoco basso per circa un'ora coprendo la pentola con un coperchio.
Trascorso questo tempo possiamo lasciare riposare la bisque fino al momento dell'utilizzo.
Qualcuno la prepara il giorno prima e la lascia in frigorifero tutta la notte, in questo modo i sapori si amalgameranno bene.
Poco prima di preparare il risotto passare il tutto al passaverdura col disco piu’ fine e poi attraverso un setaccio in modo da ottenere un liquido denso e liscio.
Rimettere al fuoco la salsa e aggiungere la panna aggiungendo, se necessario, sale e pepe.

A questo punto possiamo preparare il risotto.
In una casseruola  versare un po' d'olio e far stufare leggermente lo scalogno finemente tritato.
Aggiungere il riso e farlo tostare, unire il vino e , quando è evaporato unire qualche mestolo di bisque.
Portare a cottura aggiungendo via via la bisque alternata a qualche mestolo di acqua bollente.
Quando mancano cinque minuti alla cottura unire le code di gambero che avevamo tenuto da parte tagliate a pezzetti tranne una dozzina che lasceremo intere.
Regolare di sale, spegnere e mantecare il risotto con una noce di burro.
Impiattare e guarnire con prezzemolo tritato finemente.





You Might Also Like

16 commenti

  1. AHAHAHAHAHAHAHAH...
    AHAHAHAHAH...AHHAHAHAHAHAHAHAH...
    ehm...cof cof...
    AHAHAHAHAHA..
    Ok, respiro e prendo fiato.
    Ottimo questo risotto, ma poi l'ha mangiato???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Diana... ha mangiato i sofficini... -.-'

      Elimina
  2. Grandissimo nano!!!!!
    Un abbraccio...
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Condivido tutto tranne panna, burro e sosta in frigo per una notte, vorrebbe dire non usare freschissimi i gamberi, cosa che trovo primaria nelle preparazioni a base di prodotti del mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti, Mimmo, la sosta in frigo aveva lasciato perplessa anche me (infatti io non gliel'ho fatta fare) ma la ricetta l'ho trovata sul libro di un chef stellato, con tanto di panna e burro. Sul web ho poi trovato parecchie versioni alcune contrastanti fra loro... che dirti, io ho provato questa e devo dire che è buona e delicata ma conto di provare anche le altre... ti farò sapere! Un abbraccio

      Elimina
  4. davvero spettacolare!!! i bambini sanno essere di una simpatia travolgente! bel post...sia per il risotto che mi ha fatto venire l'acquolina in bocca, sia per il racconto!

    RispondiElimina
  5. Tutto sommato, fedele alla tradizione italiana preferisco il fumetto o, addirittura, il normale brodo, lo trovo meno sconvolgente, anche se una prova con la tua bisque la farò sicuramente.

    RispondiElimina
  6. Siamo le solite mamme incomprese, e sì che una cucina di così alto livello in casa sarà pure un valore aggiunto, ma i sofficini resteranno sempre imbattuti, anche in gara con la bisque. In compenso se vuoi, passo io a farmi un risottino e a farti i dovuti complimenti del caso. Ciao.

    RispondiElimina
  7. mi fai morire dal ridere!!! complimenti per la ricetta

    RispondiElimina
  8. Passo da te e mi ritorna il buonumore!!! .... mi fai sorridere sempre, è piacevole passare a trovarti.
    mmmm .... ottima ricetta!!!
    Buon inizio settimana
    Ciao
    Giovanna

    RispondiElimina
  9. ma quanto é cremoso e goloso questo risottino? un baico!

    RispondiElimina
  10. Mamma che buoni!!! Ottima idea!!! Ti seguo con piacere!

    RispondiElimina
  11. ci arriveranno a casa gli assistenti sociali, come minimo:
    il mio nano quando gli metto un piatto in tavola, prima di osare impugnare la forchetta mi chiede timoroso "mamma, l'hai già fotografato? posso mangiarlo allora??"
    w i nostri nani ; )

    RispondiElimina
  12. Piacevolissimo racconto,il tuo "nano" deve essere un ragazzino simpaticissimo :)
    Sulla preparazione della bisque avrei un piccolo appunto..Mai acqua calda bensi freddissima e aggiunta anche di ghiaccio possibilmente,il tuo risottino ha un aspetto molto invitante.

    RispondiElimina

Lasciami un commento!