MINIGUIDA PER SOPRAVVIVERE AL LUNEDI' (E COCCOLARCI UN PO')

By lunedì, ottobre 23, 2017 , ,



Alzi la mano chi non detesta il lunedì.
Giusto giusto chi lavora in un negozio o ha per caso il lunedì come giorno di riposo.
Un piccolissimo gruppo di fortunati che però, magari, detesterà il martedì...
Invece per me e per la maggior parte della popolazione mondiale fra i 3 e i 70 anni il lunedì è una condanna a cui non si può sfuggire.
Se dovessi visualizzare nella mia testa il lunedì, l'immagine che comparirebbe sarebbe di pioggia scrosciante, cielo grigio cupo ed io (rigorosamente senza ombrello) che aspetto un autobus che non arriva, tremante e infreddolita.
Veramente non so perchè visualizzo questa immagine, visto che da anni lavoro da casa e non devo prendere nessun autobus ma è così. Forse un retaggio dei tempi che furono, chissà.
Ovviamente il lavorare da casa non mi risparmia l'agonia... anzi.

E, siccome arrivo da una manciata di giorni veramente micidiali e ho un forte desiderio di serenità, organizzazione e pulizia, ho pensato di regalarci una (mini)guida (semi)seria per sopravvivere al lunedì.
Dunque... prima di tutto sappiate che, per rendere il lunedì meno doloroso, è necessario partire da molto prima, addirittura dal venerdì. Perchè è solo svolgendo quante più possibili incombenze nel fine settimana che si può sopravvivere alla "prova" (così chiameremo il lunedì da questo momento in poi).
Quindi durante il fine settimana occorre organizzare il più accuratamente possibile il lunedì mattina:

- preparate i vestiti che indosserete e quelli dei vostri figli se avete bambini piccoli (e fate in modo che li preparino anche i vostri figli adolescenti che potrebbero avere una crisi di nervi se non troveranno la loro felpa preferita o quella maglietta "che quando la indosso mi va sempre bene l'interrogazione di matematica")

- se possibile pianificate i pasti del lunedì durante il fine settimana, cucinateli e metteteli in frigorifero. Una vellutata morbida, solo da scaldare, sarà un enorme conforto di lunedì sera!



- consultate le previsioni del tempo e, se è prevista pioggia, preparate a portata di mano ombrelli, impermeabili e stivali da pioggia (perchè non c'è nulla di più terrificante di cercare gli ombrelli dispersi per casa alle sette del lunedì mattina)

- se, come me, preparate un dolce la domenica fatene un po' di più (o magari uno in più) per coccolarvi con qualcosa di buono a colazione. E, la domenica sera, preparate già la tavola per la colazione, le tazze e l'occorrente per preparare il cappuccino o il tè che preferite



- fondamentale per la sopravvivenza al lunedì (ma anche agli altri giorni della settimana e alla vita in generale) è l'uso di un'agenda: pianificate, scrivete tutto... tutto! Io sono una grafomane compulsiva, una maniaca delle liste e dell'agenda ma posso assicurarvi che più di una volta questa mia mania mi ha salvato la vita. Magari un giorno e in un altro post vi racconto del mio rapporto di grande amore con l'agenda e con le liste...

- evitate, nei limiti del possibile, di fissare degli impegni per il lunedì: la riunione di lavoro (perchè? perchè???) , l'appuntamento con il ginecologo (davvero vietato di lunedì), la vaccinazione del cane (provate solo a immaginare il veterinario con la siringa in mano e il vostro cane di 40 chili che cercherà in tutti i modi di saltarvi in braccio...), il certificato medico dal pediatra (esiste una qualche legge dell'universo che fa in modo che ogni lunedì l'ambulatorio di ogni pediatra sia pieno di bambini piangenti e con la peggior tosse catarrosa che espettoreranno  inevitabilmente a pochi centimetri dalla vostra faccia o da quella di vostro figlio). Tutte cose da evitare come la peste (che prenderete sicuramente se non mi ascolterete e vi recherete dal pediatra di lunedì).
Avere davanti un lunedì con pochi impegni ce lo farà tollerare un po' di più.

Niente veterinario di lunedì... ma anche di martedì, mercoledi... ecc... (Cit. Mia ♥)


- fatevi un piccolo regalo ogni lunedì. Ho detto piccolo. Ovviamente quella borsa di Prada su cui sbavate da mesi o quel paio di sandali di Jimmy Choo non sono contemplati. Però magari la vostra rivista preferita appena uscita in edicola o magari iniziare quel libro nuovissimo comprato nel fine settimana, compratevi dei fiori o una piantina, oppure concedetevi una cioccolata calda con una nuvola di panna sopra (chissenefrega delle calorie, il lunedì è vietato conteggiarle). Piccole cose insomma... che fanno però stare bene


- evitate i tacchi, i vestitini aderenti e i collant che si smagliano anche solo se starnutite. Meglio vestirsi con abiti che ci facciano sentire a nostro agio, qualcosa che ci faccia sentire a posto ma che sia ragionevolmente comodo.

- concedetevi uno (ma anche due) caffè in più: la caffeina di lunedì non è mai troppa

- pensate positivo, di lunedì ma anche di martedì e in tutti i giorni della settimana. Non permettete agli eventi o alle persone negative di condizionare la vostra vita (come invece ho fatto io la settimana scorsa, un errore da cui comincio a riprendermi solo adesso...). Dobbiamo ricordarci che il solo fatto di essere in salute (noi e i nostri cari), di avere un lavoro, una casa, una famiglia... sono fortune che non sono così scontate e che purtroppo non tutti hanno. Quindi adesso facciamo un bel respiro e... buon lunedì ♥


You Might Also Like

6 commenti

  1. Arrivo da una settimana che dire "bestiale" è poco, sono arrivata al sabato che l'adrenalina ancora mi scorreva dentro, sono riuscita a ritrovare un po' di equilibrio fisico e mentale solo ieri sera, dopo una salutare passeggiata con la mia cagnolona. Oggi avrei dovuto rimanere a casa per recuperare un po' delle ore di straordinario fatte nelle ultime due settimane, ma la mia collega è stata più veloce di me e mi ha fregata su tutta la linea. Quindi il mio lunedì è proprio pessimo, e io di solito non sono una che odia particolarmente questo giorno della settimana, però oggi sì, con tutte le mie forze, nonostante abbia adottato buona parte degli accorgimenti che hai elencato, quindi ho preparato la tavola per la colazione ieri sera (e comunque lo faccio ogni sera), ho nel frigorifero pranzo e cena già pronti, sono vestita "comoda", non ho appuntamenti dal pediatra (del resto mio figlio ha quasi trentanni e quindi il pediatra lo salutiamo quando lo incontriamo per la strada e nulla più)e nemmeno dal veterinario. Però non mi sono fatta alcun regalo, e non ho preso la cioccolata calda, però potrei rimediare nel pomeriggio..... che dici vale ugualmente? Però questo lunedì è davvero pessimo!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Che bello! Condivido tutto!!!! ❤️

    RispondiElimina
  3. Brava Anna, hai completamente ragione, io direi di este dere queste regole anche al resto della settimana......👍

    RispondiElimina
  4. Grazie Anna. MI ci voleva! Anche se oggi è mercoledì.... ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. NO, NO, NO...non ce la posso fare lo stesso... Il week end è troppo corto non ci credo che la domenica dura 24 ore come gli altri giorni, almeno la mia no, mi sveglio e trac è già mezzogiorno (e per forntuna mi sveglio sempre presto!!!), mangi, sparecchi...ti giri ed ecco è già sera...e no!! qualcosa non va, perchè poi arriva subito il lunedì, lo chiami "prova"...ma io farei mille volte la prova costume (ed è anche quella davvero dura per me!!!) pur di saltare a piedi pari il lunedì....oppure ci dovrebbe essere più equità nella durata delle ore della domenica e del lunedì!!!
    Buon martedì...e domani è festa!!!

    RispondiElimina
  6. Non so come sia potuto accadere, ma questo tuo post mi era proprio sfuggito! Anche se rientro tra i pochi fortunati (ne sono consapevole) che di lunedì non devono uscire di casa, queste tue parole sono comunque di conforto, mi fanno stare bene, mi fanno sentire fortunata, più di quanto io già mi senta. Grazie perché condividi in maniera semplice il tuo essere donna, madre e moglie, sempre piena di vita comunque vada la tua giornata.

    Con affetto Cinzia.

    RispondiElimina

Lasciami un commento!