VEGAN FRIDAY: CHILI VEGANO

By venerdì, marzo 17, 2017 , , ,


Buongiorno! E' di nuovo venerdì, ed è il terzo appuntamento con il #veganfriday.
In questa settimana sono andata avanti nelle mie ricerche sul mondo vegan e credo di aver imparato alcune cose fondamentali.
Una in particolare: lo stile di vita vegan è circondato da tantissimi pregiudizi.
Da onnivora ho dovuto fare i conti con una serie di preconcetti che molti di noi hanno nei confronti di un'alimentazione vegana che non è, come si pensa comunemente, semplicemente eliminare carne e derivati animali, ma un'alimentazione che va curata con estrema attenzione per evitare carenze nutrizionali da una parte ma che può risolvere tantissimi disturbi dall'altra.
Ho capito che non si diventa vegani in un giorno semplicemente buttando nell'immondizia carne e burro, uova e latte ma che è una scelta che va fatta in modo intelligente e ponderato.
Ovviamente io non ho le competenze mediche e scientifiche per poterne parlare, in questo spazio mi limito a qualche consiglio di cucina e a cercare ricette gustose in linea con uno stile di vita vegano.
Certo è che, prima di cucinare, dobbiamo fare la spesa.
Così ho chiesto ad un'amica vegana di raccontarmi come organizza la sua spesa settimanale e la sua dispensa, in modo da poter seguire un'alimentazione varia e gustosa.
Ecco cosa mi ha raccontato...

Per prima cosa c'è la scorta di frutta e verdura, preferibilmente di stagione: la base dell'alimentazione vegana.
Poi sicuramente i legumi: ceci, fagioli, lenticchie, piselli... freschi quando si può, secchi da tenere come scorta e da cuocere previo ammollo per zuppe, primi piatti, hummus, insalatone ecc. ma anche in lattina, comodissimi perchè basta solo scolarli dal liquido di cottura e procedere con la ricetta.
Un'altra cosa che non deve mancare mai sono i cereali: riso (bianco, integrale, venere, basmati...), cous cous, bulgur, grano saraceno, quinoa, miglio, Poi naturalmente la pasta: abbinata ai legumi è il piatto unico perfetto. Ma anche il classico piatto di spaghetti con pomodorini e basilico: piatto naturalmente vegano di antichissima tradizione, E, se si ha voglia di etnico, perfetti spaghettini di soia o di riso.
Altri pilastri della cucina vegan sono la farina di ceci (perfetta per preparare pastelle, finte frittate e come addensante per polpette e crocchette vegan) e poi le farine (per pane, dolci, pizze e biscotti).
Nel suo carrello della spesa non mancano mai la fecola di patate e l'amido di mais (per rendere i dolci più soffici), il cremor tartaro e il bicarbonato (come agenti lievitanti naturali), zucchero, zucchero di canna, sciroppo d'acero, malto di riso o malto d'orzo (utilissimi per panificare), cioccolato fondente e cacao amaro.
Inoltre frutta secca e fiocchi di cereali da consumare a colazione con yogurt e latte di soia, latte di riso, latte di mandorla, latte di avena.
Come addensante per budini e gelatine usa l'agar agar e per condire margarina vegetale, panna di soia, olio extravergine d'oliva, olio di semi, olio di riso (perfetto nei dolci).
E ancora le proteine vegetali: tofu, seitan, tempeh, perfetti per ottimi secondi piatti e come base per polpette, hamburger, ragù e ripieni.
gomasio e lievito alimentare in scaglie per insaporire.

Con questa dispensa si possono creare piatti saporiti e fantasiosi che, giura, non fanno rimpiangere carne, uova e formaggi.
Altro che alimentazione triste e monotona...



Il menù di vegan di oggi, in questo venerdì così luminoso e primaverile, è questo:

Colazione:
- caffè
- yogurt di soia con granola homemade (ricetta qui, sostituire il miele con sciroppo d'acero)



Pranzo:
- chili vegano (ricetta a seguire)
- macedonia di fragole e limone



Cena:
- vellutata di asparagi e patate (ricetta qui, sostituire la panna fresca con panna di soia)
- melanzane "fondenti" al forno (ricetta qui) con pane alle nocciole e semi tostati (ricetta qui)


******



INGREDIENTI
una lattina di fagioli neri 
una lattina di conserva di pomodorini
una lattina piccola di mais dolce
1 peperone verde
1 carota
2 cipollotti
brodo vegetale
2 cucchiaini di paprika piccante
1 cucchiaino di cumino in polvere
1 cucchiaino di semi di coriandolo macinati
sale
olio extra vergine d'oliva
peperoncino a piacere
*
riso basmati cotto a vapore


Ho versato in una casseruola un giro d'olio e vi ho fatto appassire i cipollotti tagliati a rondelle (ho conservato la parte verde che ho poi usato come decorazione finale).
Ho unito la paprika e il cumino e poi le carote e il peperone tagliati a dadini.
Ho mescolato, ho unito i fagioli e ho lasciato insaporire qualche minuto.
Ho poi unito i pomodorini, ho regolato di sale e ho coperto a filo con il brodo vegetale.
Ho abbassato la fiamma e ho lasciato cuocere una decina di minuti, finchè il liquido si è un po' asciugato.
Ho unito il mais e ho lasciato cuocere ancora per cinque minuti circa.
Ho servito con il riso, la parte verde dei cipollotti tagliata a rondelle e peperoncino a parte.

Questa ricetta, di cui ho variato pochissime cose, è della mia amica Sabina, autrice del blog Due bionde in cucina, e la trovate "qui" nella sua versione originale.
Sul suo blog (anche se è onnivoro come il mio) trovate tantissime ricette vegane e vegetariane.






You Might Also Like

2 commenti

  1. Grazie Anna per questo post, io sono onnivora come già detto ma mi piace provare piatti nuovi, un menù assolutamente goloso, quello yogurt a colazione lo mangerei anche ora, e questo chili vegano sono sicura che anche al carnivoro di casa piaccia un sacco! Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  2. devo provarlo il chili vegano, mi intriga assai.... Un abbraccio cara e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!