NORDLYS

By lunedì, marzo 20, 2017


Oggi voglio raccontarvi una storia.
La storia di un'idea che diventa un sogno che diventa realtà.
La storia di un'avventura appena cominciata, un'avventura che promette grandi emozioni-
Una storia di amicizia, volontà e ostinazione.

La nostra storia...
L'idea di Nordlys nasce qualche mese fa da un gruppo di donne con la passione per il meraviglioso mondo nordico.
Tutte noi arriviamo da esperienze precedenti (come blogger, come writer, come creative e come grafiche) e ci siamo conosciute collaborando con un altro magazine che ha chiuso le pubblicazioni lo scorso dicembre per scelta della direzione.
Nordlys è nato nel momento in cui ci siamo rese conto che per noi l'argomento non era chiuso, che avevamo ancora voglia di parlarne, di raccontare e di conoscere e farvi conoscere la realtà dei paesi del Nord.
Ma forse è nato un po' prima, quando qualcuno ha ironizzato sulla nostra voglia di andare avanti in qualcosa in cui credevamo profondamente, quando qualcuno ha detto "non siete in grado".
Abbiamo lavorato insieme, fianco a fianco, per più di due mesi perchè volevamo creare qualcosa che ci rappresentasse, che fosse veramente NOSTRO.
Ci sono tantissimi magazine e riviste che trattano di questo argomento e noi abbiamo deciso di ispirarci solo a noi stesse, con i nostri errori e tutto ciò che dovremo, nel tempo, perfezionare.

La nostra è una redazione virtuale ma amiamo focalizzarci come un gruppo di donne connesse a distanza come se lavorassimo allo stesso grande tavolo di legno un po' usurato, magari con una bella tazza di tè caldo e un piatto di biscottini.
Pensiamo alla nostra piccola redazione come ad una stanza luminosa e accogliente, con grandi finestre che lasciano entrare la luce (niente tende, per carità, vogliamo poter vedere il cielo), tante piante verdi, scaffali pieni di libri, un cassetto pieno di cancelleria (perchè adoriamo la cancelleria), sedie comode e un angolo per preparare tè e caffè. E nella stanza accanto una piccola cucina con tante cosine buone da sgranocchiare mentre lavoriamo. E candele, tante candele, alcune profumate altre accese solo per creare quell'atmosfera che ci piace tanto.

Abbiamo scelto di non avere un "capo", le decisioni le prendiamo insieme, ci ascoltiamo e ci sosteniamo, abbiamo un grande rispetto le une per le altre.
Siamo tutte estremamente puntigliose e siamo capaci di discutere per ore su un titolo ma abbiamo la capacità di ironizzare e ridere anche di noi stesse.
La nostra parola d'ordine è ARMONIA.

Siamo Anna (io), Ida, Flavia, Francesca e Stefys.
Da poco si sono aggiunte al gruppo Erika e Giovanna.




"Uno dei principali obiettivi di Nordlys è senza dubbio quello di diventare un punto di riferimento sia per gli amanti dei Paesi Nordici in generale che per le associazioni e i professionisti che operano a contatto con il mondo nordico e che magari sono interessati a intraprendere collaborazioni o a organizzare eventi a tema.
Quando abbiamo concepito questo progetto siamo giunte subito alla conclusione che la rivista dovesse essere versatile e di ampio respiro. Per questo motivo, nelle pagine di Nordlys, è possibile spaziare tra numerosi argomenti come cucina, tradizioni, miti e leggende, letteratura, viaggi, maternità, ecologia e riciclo fino ad arrivare a percorsi linguistici ad hoc di cui ho il piacere di occuparmi personalmente.
Un altro aspetto molto importante è la centralità che assume la figura del lettore, con il quale numero dopo numero vorremmo creare un filo diretto nell’apposita rubrica “L’angolo del lettore”, dove sarà possibile interagire con la redazione per chiedere informazioni, inoltrare richieste o semplicemente per un saluto"
(Flavia)

"La luce è la parola chiave del nostro progetto. La luce del nord che accomuna la nostra passione ma anche la luce intesa come rinascita. Sì perché, dopo un periodo di buio e sconforto abbiamo rivisto la luce e abbiamo dato vita a quello che oggi è Nordlys. Luce letta anche come chiarezza perché quello che vogliamo comunicare con voi lettori sono notizie chiare e precise ma soprattutto adatte alla lettura di tutti. Nordlys nasce di proposito in questo periodo dell'anno durante il quale la luce rischiara le case e le menti. Noi, nel nostro piccolo ci auguriamo di contribuire ad illuminare le vostre letture."
(Ida)

"Iniziare un nuovo progetto è sempre qualcosa di emozionante, in particolare se lo si fa insieme ad un gruppo di persone con cui ci si trova in perfetta sintonia di idee e di intenti.
Ed è proprio dalla sintonia con le mie compagne di viaggio che è nata l'idea di Nordlys.
Volevamo portare avanti un discorso già iniziato altrove, desideravamo poter continuare a raccontare e a raccontarvi della nostra passione per il mondo nordico.
Nordlys, il nome che abbiamo scelto per il nostro magazine, è il termine norvegese e danese per l'aurora boreale, il magnifico spettacolo di luce che si può osservare solo al Nord.
La luce che diventa magia, fiaba, danza...
La luce come filo conduttore di questa prima tappa del nostro viaggio insieme. Un viaggio che vi invitiamo a intraprendere insieme a noi e che speriamo possa piacervi..."
(Anna)

"L'inizio di un nuovo percorso è sempre un insieme di emozioni contrastanti. I cambiamenti da una parte un po' ci spaventano ma dall'altra, come la luce del mattino che accende la speranza, ci rendono impazienti e radiosi di affrontare la nuova esperienza.
Nordlys è questo: una nuova luce."
(Francesca)

"Un grazie speciale a Enrica Coccola che ha contribuito alla realizzazione di questo primo numero di Nordlys con un bellissimo articolo su Skagen corredato dalle sue magiche foto.
Sfogliate la rivista e immergetevi anche voi nella magica luce di Skagen."
(Anna)


Adesso non mi resta che invitarvi a sfogliare Nordlys, di cui non posso che essere molto, molto orgogliosa.






You Might Also Like

4 commenti

  1. Ma che bello!
    Vi seguirò sicuramente in questa nuova avventura!
    A presto!
    Tiziana

    RispondiElimina
  2. Complimenti per la bella iniziativa, niente di meglio che fare ciò che piace...
    Un grande in bocca al lupo, Lorena

    RispondiElimina
  3. Brave tutteQ Perchè non vi siete arrese, non vi siete fermate e avete creduto in voi stesse! Brave perchè collaborate insieme senza nessuncapo che decida per voi ma decidete insieme, brave perchè avete creduto nei vostri sogni e li avete realizzati e ora vado a gustarmi la rivista! Un bacione cara Anna :-)

    RispondiElimina

Lasciami un commento!