MADELEINE ALLE MANDORLE E LIMONE

By lunedì, novembre 16, 2015 ,


Avevo in mente tutt'altro post per questa ricetta.
Uno di quei post che fanno sorridere, leggeri e un po' effervescenti.
Uno di quei post che somigliano a una commedia rosa.
E invece non ho voglia di raccontare niente.
Sono giorni in cui mi mancano le parole.
Questo blog deve restare un piccolo posto luminoso e sicuro, un luogo di coccole e chiacchiere.
Ma oggi non è il giorno giusto per chiacchierare.
Vi offro una tazza di tè caldo e un dolcetto originario di quel paese che venerdì scorso è stato così tanto ferito.
Oggi restiamo così... in silenzio...


INGREDIENTI
80 grammi di farina per dolci
50 grammi di farina di mandorle
130 grammi di burro fuso e lasciato intiepidire 
(più un pezzetto per ungere lo stampo)
100 grammi di zucchero 
2 cucchiai di miele
3 uova 
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
la scorza grattugiata di mezzo limone
un pizzico di sale
zucchero a velo

In una ciotola ho mescolato le uova con lo zucchero, la scorza di limone e il miele usando una frusta a mano.
Ho setacciato le due farine con il lievito e il sale e le ho unite con delicatezza al composto di uova.
Ho unito poco a poco il burro.
Ho messo il composto a raffreddare in frigo per due ore (ma c'è chi consiglia di lasciarcelo tutta la notte).
Trascorso questo tempo ho acceso il forno a 220 gradi, ho unto con poco burro il mio stampo per madeleine e l'ho riempito per tre quarti.
Ho cotto le madeleine per cinque minuti a 220 gradi poi ho abbassato il forno a 180 gradi e ho cotto per altri cinque minuti.
E' meglio controllare molto da vicino la cottura perchè le madeleine sanno essere dispettose: un momento sono crude e l'attimo dopo sono già bruciate sui bordi (a me è successo con la prima infornata).
Noi le abbiamo gustate tiepide cosparse di zucchero a velo.


Questa bellissima tazza e il piatto che contiene le madeleine
sono stati creati per me e il mio blog da Adrialisa
di cui vi avevo già parlato 


Immagina non ci siano nazioni
Non è difficile da fare
Niente per cui uccidere e morire
E nessuna religione
Immagina tutta la gente
Che vive in pace
(John Lennon, Image)






You Might Also Like

3 commenti

  1. e le Madeleine servono ad evocare il passato: ognuno con il suo passato, specie quello fatto di cose piccole, come un profumo-il profumo delle madeleine-, un sapore, un suono.
    Per me le "Madeleiene" è il profumo della legna, quando brucia ed esce dai camini del mio piccolo paese, quello dove sono nata, quello dove torno ogni anno, quello che è il mio Paradiso Perduto.
    Mi attacco a tutto questo.
    ...Niente per cui uccidere e morire.. E nessuna religione.
    Emanuela

    RispondiElimina

Lasciami un commento!