MUFFIN SALATI CON ZUCCHINE, MOZZARELLA E PROSCIUTTO CRUDO... RIFLESSIONI...

By mercoledì, luglio 01, 2015 ,


Sono passati un po' di giorni dall'ultimo post.
Avevo bisogno di pensare.
L'ultimo post ha scatenato alcune reazioni che davvero non prevedevo.
E mi ha dato spunto per molte riflessioni.
Ultimissime dal Forno è un blog nato per gioco, uno scherzo tra amiche.
Poi... un post dietro l'altro... è diventato molto di più.
E' diventato la mia valvola di sfogo, un diario dei miei pensieri.
E' diventato il mezzo per comunicare con le amiche geograficamente lontane.
E' diventato il mio psicoterapeuta personale.
Qui sono custoditi pensieri e ricordi preziosi.
Questa è casa mia.
Ma è anche diventato, senza che ciò fosse previsto, un blog molto letto e seguito da chi ama la cucina, la vita semplice e le chiacchiere (e qui si chiacchiera un sacco).
Il rovescio della medaglia è che è diventato anche il mezzo per farsi gli affari miei.
Perchè non sempre chi viene a leggere è attratto dalla ricetta o dalle foto o dalle chiacchiere.
Non è sempre con spirito amico che un post viene letto.
Lo so che non succede solo a me ma alla maggior parte dei blogger.
Un momento stai scrivendo per quattro amiche e il momento dopo le amiche diventano quattromila...e non sono tutte amiche.
Così, come sempre nel mondo della comunicazione, per ogni frase scritta ci sono infinite chiavi di lettura e di interpretazione, tutte a discrezione del lettore.
E può anche capitare di trovarmi, non si sa come, a dover giustificare quello che ho scritto con persone che non mi conoscono, che non sanno niente della mia vita, dei miei pensieri.
Per giorni mi sono sentita strana. Un po' paranoica.
Per giorni mi sono trastullata con l'idea di chiudere il blog.
O di cambiarne l'anima trasformandolo in uno strumento commerciale di quelli che piacciono tanto alle aziende: foto, ingredienti, ricetta e promozione degli ingredienti che "pagano". Stop.
Ovviamente questa seconda idea mi fa inorridire e quindi ho ricominciato a trastullarmi con l'idea di chiudere tutto: blog e pagina facebook. Via anche il profilo personale da ogni social e via... scivolare in un felice anonimato.
D'altra parte mi sentivo totalmente incapace di scrivere anche una sola parola. Il vuoto totale.
Io amo questo blog, amo scrivere.
Mi sono conquistata ogni lettore, ogni azienda che mi ha dato fiducia.
Ma qualcosa è cambiato. Se prima scrivevo prima di tutto per me stessa, felicemente inconsapevole di quanti mi avrebbero letta, ora non posso più permettermelo.
Devo scrivere con la consapevolezza che, fra tante persone che vengono a leggere con affetto, ce ne sono altre che leggono per passare al setaccio ogni parola, chissà mai che non venga fuori la possibilità di farmi del male.
Ho passato giorni a chiedermi perchè.
Ma non c'è risposta.
Mia nonna diceva che non si può piacere a tutti e posso essere d'accordo.
Però tra amare e detestare c'è una splendida via di mezzo che si chiama indifferenza.
Ora... è evidente che se sto scrivendo questo post alla fine ho deciso di andare avanti.
Non sarà con lo stesso spirito giocoso di prima perchè quel momento è purtroppo finito.
Ma io continuo. Cucino, fotografo e scrivo.
Scrivo tanto, anche fuori dal blog... e magari fra qualche tempo farò leggere anche a voi quello che sto scrivendo... chissà...

"Le parole sono finestre (oppure muri)."
(Marshall B. Rosenberg)



Adoro tutte le ricette che prevedono la cottura in forno.
Il nome di questo blog non è un caso.
Lo accendo anche col caldo, magari al mattino, quando il clima è più vivibile.
Vuoi mettere il profumo che si sprigiona? Quella sensazione di star preparando qualcosa che farà stare bene le persone che ami?
E poi il forno è perfetto per tutte le ricette svuotafrigo, quelle che "vediamo cosa trovo" e poi ti viene fuori qualcosa di meraviglioso.
Come questi muffin, preparati per salvare un paio di zucchine che si stavano lentamente spegnendo in fondo al frigo e una mozzarella che era rimasta sola e triste dopo che le sue coinquiline erano state usate per farcire una pizza margherita...


INGREDIENTI
300 grammi di farina 00
75 grammi di maizena (amido di mais)
125 millilitri di latte
un vasetto di yogurt bianco naturale
100 grammi di burro fuso
due cucchiai di parmigiano grattugiato
2 uova
1 bustina di lievito per torte salate
1 cucchiaino raso di sale
una mozzarella tagliata a dadini
100 grammi di prosciutto crudo tritato
due zucchine piccole tagliate a cubetti
olio extravergine

La base è quella dei muffin ai peperoni che avevo pubblicato qui, ho semplicemente variato la farcitura.
Ho versato due cucchiai d'olio in una padella antiaderente e ho cotto le zucchine per una decina di minuti a fuoco basso. Poi le ho lasciate raffreddare.
In una ciotola ho unito tutti gli ingredienti secchi: la farina, la maizena, il parmigiano, il lievito e il sale.
A parte ho sbattuto le uova con il latte, lo yogurt e il burro fuso e raffreddato.
Ho versato gli ingredienti umidi nella ciotola di quelli secchi, mescolando giusto il necessario per amalgamarli.
Ho unito le zucchine, la mozzarella e il prosciutto.
Ho versato nei pirottini da muffin e cotto nel forno preriscaldato a 170 gradi per circa 25 minuti.
Buonissimi a temperatura ambiente.


You Might Also Like

13 commenti

  1. Forse è un pochino invidia? No non chiudere, anche se non lo dico o pubblico foto sul mio blog, sto provando se non alcune, delle tue ricette. Apprezzate dai mie famigliari. Mi hai fatto conoscere i prodotti Ruggeri ( che ora io e mia figlia usiamo ) continua a scrivere, quello che ti dice il cuore.
    Un saluto, Sabrina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina! Sai, ieri ho ricevuto anche tante mail di persone che mi hanno raccontato che mi leggono, che provano le ricette, che sono contente quando passano di qua e trovano un nuovo post...
      Mi avete fatta sentire bene. Grazie ti cuore ♥

      Elimina
  2. Io sono felice di non piacere a tutti, perchè non tutti mi piacciono. Tu si, mi piaci, moltissimo, sei spontanea e diretta, come me. Ho avuto un sacco di volte le te stesse sensazioni, la voglia di mollare tutto e tornare nell'anonimato, perchè qui nei blog o su fb o comunque in questo mondo virtuale, nulla è più come prima. Tanta perfidia, gente altezzosa che non ricorda i primi passi, crede di essere nata correndo. Per quanto mi riguarda sono in un momento di riflessione, appaio e scompaio come la Madonna a Lourdes, non ho parole, non ho voglia di cercarne. Ho un grande vuoto dentro vorrei colmarlo tornando a dedicare tempo al mio blog, ai miei semplici pasticci culinari, ma è un percorso faticoso e troppe volte sono partita con l'entusiasmo a mille che si è spento dopo un nanosecondo. Quindi aspetto, non mi pongo domande che non hanno risposte, non faccio la pecora solo per piacere a tutti o avere ritorni di visite nel mio sgabuzzino virtuale.
    Resto me stessa, mi piaccio così.
    Mi godo i tuoi muffin aggiungendo alla lista spesa un po' di ingredienti.
    Ti apprezzo molto, come cuoca, ma prima di tutto come persona intelligente e sensibile.
    E sai una cosa? Parte proprio da li la fregatura. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina... che dire? Sono tantissime le affinità fra di noi... Sogno, un giorno, di poter raccogliere intorno ad una tavola imbandita te e qualche altra "gemella dell'anima" che il web mi ha regalato... perchè il web fa anche questi regali meravigliosi...
      Per ora ti dico solo GRAZIE ♥

      Elimina
  3. Sono molto dispiaciuta quando leggo riflessioni come la tua e anche arrabbiata perchè non capisco come si possa entrare in un blog e fare critiche gratuite, i blog sono tantissimi, si può scegliere e quindi.....ci sarà una spiegazione a tanta stupidità ma certo che fa rabbia, già che tu dica "non sarà più con lo stesso spirito giocoso di prima" mi fa dispiacere. Credo che molto abbia a che vedere con l'invidia, brutta cosa l'invidia, io invece ti abbraccio,
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela... In questo caso le critiche non erano al blog ma a me come persona. Il fatto che chi ti incontra ogni giorno per strada decida di venire a leggerti sarebbe una cosa positiva. Se però diventa un modo per pesare le tue parole e usarle contro di te... allora è qualcosa di molto brutto... Credo che le persone in questione le ricette nemmeno le leggano... Ti abbraccio...

      Elimina
  4. Le parole di tua nonna sono sante e tu questo lo hai capito. Non cambiare, gliela daresti vinta a loro, resta te stessa perchè finchè potrai andare avanti a testa alta le loro parole col tempo ti scivoleranno addosso come l'acqua sull'olio.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Cje non si possa piacere a tutti..è umano...che non tutti ci piacciano altrettanto...qui come nella vita ci esponiamo e quindi siamo esposti anche a critiche...si capisco che poi c'è anche una cosa che si chiama educazione..e che quindi se una cosa non ci piace, se quello che scrive un'altra persona non è da noi condiviso, possiamo ignorare detto questo Annina io te lì'ho già detto altre volte il segreto per stare qui...come sui social è una bella leggerezza...una discreta dose di ironia...io so che tu ce l'hai...quindi vola alto sopra tutto di quanto basso c'è...lavora per chi ti ama...questo ti deve bastare ed avanzare...ciaooo bellaaaa!! baci Anna

    RispondiElimina
  6. Purtroppo è vero quello che diceva tua nonna !!!!Io adoro il tuo blog e ti seguo e sono felice che tu non lo abbia chiuso ,e sarò qui il giorno che ci vorrai far leggere di più!! Intanto salvo la ricetta .Buona dolce giornata

    RispondiElimina
  7. Io non ti conosco,ancora, personalmente ma ti ammiro e mi sembri una ragazza in gamba. La cattiveria è dapertutto e speso dove non tel'aspetti....Te continua cosi , non annulare la tua passione per qualche essere che ti vogliono male. Un abbraccio Anna.

    RispondiElimina
  8. ciao Annina io questi li faro' di sicuro e ti faro'sapere...grazie x la ricetta e grazie x le cose che scrivi...mi hai emozionato!!!!tvb Anna ti abbraccio forte forte..Erika

    RispondiElimina
  9. Ciao Anna, ma quale è il post che ha scatenato reazioni "strane"? Quello sui vicini? Comunque, qualunque sia tu fregatene e vai avanti, perché santo cielo non si può mica piacere a tutti!! E grazie per la ricetta dei muffin che proverò nei prossimi giorni :-)

    RispondiElimina
  10. Mia nonna invece diceva "chi ha più intelligenza la usi". Lo schiaffo morale per quelle persone è che tu non hai mollato. Comunque io sono anche per il fare pulizia. Mica ci devi convivere per forza. Il web dà anche alcune possibilità di blocco. Allora scelgo e sì blocco chi non è intelligente... si chiama selezione darwiniana ;)

    RispondiElimina

Lasciami un commento!