COOKIES AI MIRTILLI E GOCCE DI CIOCCOLATO BIANCO... LE COSE NON DETTE...

By martedì, ottobre 14, 2014 , , ,


Doveva essere un altro il testo per accompagnare questa ricetta.
Ma è da qualche giorno che rifletto su quanto siano pesanti le cose non dette.
Ci avete mai pensato?
Si parla un sacco dell'importanza e del peso delle parole ed è giustissimo perchè le parole sono armi affilatissime... ma...
Quanto possono far male le parole non dette?
Quanto pesa qualcosa che è lì, nell'aria, ma non viene detto?
Quante amicizie e quanti amori finiscono proprio a causa di parole non dette? E la cosa più triste è che spesso una delle due parti non sa neppure perchè quell'amicizia o quell'amore sono finiti.
Non sarebbe più semplice e più rispettoso parlarsi? Non sarebbe meglio provare a chiarirsi?


C'è qualcosa di così poco rispettoso nel chiudere qualcosa senza spiegare all'altro il perchè... Si chiude brutalmente una porta e chi resta fuori non ne conosce nemmeno il motivo.
Succede nei rapporti nati nella vita reale così come nei rapporti nati sul web: un giorno scherzi e magari ti confidi con qualcuno e il giorno dopo scopri che questa persona ti ha chiuso fuori, così, senza una spiegazione.
O peggio, la spiegazione arriva in poche frasi formali che nascondono palesemente qualcos'altro... e tu resti lì a chiederti cosa puoi aver mai fatto... e vorresti chiedere, scrivere ma, alla fine, lasci stare che magari sembri pazza ad insistere...


Ed ecco che anche tu scegli la via più facile, consapevole che si tratta comunque di una scelta vigliacca... quella delle cose non dette...


Vi lascio una ricetta dolcissima, perfetta per consolare e coccolare...
Complice un sacchettino di mirtilli disidratati, uno di quegli acquisti compulsivi della serie "un modo per usarli lo troverò".
Ho trovato questa ricetta qui e vi giuro che vale la pena di provarli: si sciolgono in bocca e restano buonissimi per giorni conservati in una scatola di latta.

INGREDIENTI
170 grammi di burro a temperatura ambiente
150 grammi di zucchero di canna scuro
50 grammi di zucchero semolato
1 uovo grande a temperatura ambiente
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
250 grammi di farina
2 cucchiaini di amido di mais 
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
mezzo cucchiaino di sale
135 grammi di gocce di cioccolato bianco
105 grammi di mirtilli secchi (io ne avevo 85 grammi e ho messo quelli)


Con le fruste ho montato il burro fino a renderlo cremoso poi ho aggiunto lo zucchero di canna e lo zucchero semolato.
Ho aggiunto poi l'uovo e la vaniglia.
A parte ho setacciato in una ciotola gli ingredienti secchi (farina, amido di mais, bicarbonato) e ho aggiunto il sale.
Ho unito i due composti mescolando bene e poi ho aggiunto le gocce di cioccolato e i mirtilli.
Ho coperto la ciotola con della pellicola per alimenti e poi l'ho messa in frigorifero per un'ora.
Ho tolto l'impasto dal frigo e l'ho lasciato a temperatura ambiente per dieci minuti.
Intanto ho preriscaldato il forno a 180 gradi.
Ho formato delle palline grandi come una noce e le ho risposte sulla teglia coperta di carta da forno tenendole distanziate fra loro.
Nella ricetta si consiglia di cuocere 8-9 minuti, io li ho cotti 10 minuti, tenete presente che devono essere colorati solo i bordi e che quando li sfornerete (come per tutti i cookies) non dovrete toccarli per almeno dieci minuti perchè saranno morbidissimi.
Una volta freddi si solidificheranno.



You Might Also Like

11 commenti

  1. che bella ricettina autunnale....sicuramente uno di questi pomeriggi li farò per accompagnare il thè!
    mi ha colpito molto il testo del tuo post perché sto vivendo la stessa situazione con una coppia di amici.
    gli abbiamo offerto più di una volta occasioni per chiarire, ma non abbiamo avuto alcuna risposta per cui siamo arrivati alla conclusione che a volte le persone decidono di allontanarsi....e non bisogna fare altro che assecondarle....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto scoprendo che siamo in tanti a vivere o ad aver vissuto situazioni simili... In effetti non si può fare altro che assecondare...anche se è una cosa molto triste. Io sono una di quelle persone che vorrebbe sempre provare a chiarirsi, una di quelle che vuol sempre capire ma... bisogna arrendersi. Spero che questi cookies ti facciano compagnia insieme a una tazza di thè. Un abbraccio

      Elimina
  2. La ricetta sarà ottima e la proverò domani e le parole sono efficaci,cioè ti fanno pensare...il non detto è grande come una casa...ma a volte deve restare tale...con dispiacere però...
    Con affetto
    Lorenza

    RispondiElimina
  3. Cara Anna...ti ho già scritto in privato della mie recente delusione...io che nella vita reale sono piena di amiche e parlo, discuto, mi chiarisco con tutte, sul web ho preso l'unica delusione mai avuta in amicizia, senza sapere perché e senza possibilità di replica. Proverò a farmi questi cookies e vedere se inzuppandoli in una bella tazza di thè, annego il dispiacere ;)
    Erika

    RispondiElimina
  4. Anna , bravissima come sempre...i tuoi cookies..vengono fuori dal pc , da come sono stati fotografati bene ...saranno sicuramente buonissimi.
    Le delusioni nelle amicizie , fanno molto male quasi come in amore perché sempre di una forma di amore è l'amicizia.
    Io ho comnque un età che le delusioni le ho già superate ...ora ho l'età della soddisfazione...di vedere che chi si comporta male , il male ritorna sempre ...come il bene del resto, basta saper aspettare...non credermi cinica, ma è l'esperienza che mi fa essere realista....aspettate e vedrete...ragazze care se nonna Pat..non ha ragione...un caro abbraccio❤

    RispondiElimina
  5. Per fortuna non mi è mai capitato perché conoscendomi ci starei malissimo! Io credo che parlarsi sia doveroso sempre in particolare sul web dove le parole non hanno intonazione, e non si vedono gli occhi e l'espressione dei nostri interlocutori fondamentali per capirsi bene. Bellissima ricetta Anna. Baci Alda.

    RispondiElimina
  6. Secondo me tu hai fotografato dei biscotti comprati al super. Li ho trovati proprio uguali in questo e in altri gusti, Che pena per te e per quelle come te, avete una vita proprio vuota se vi mettete a fotografare i cibi comprati e poi scrivete che li avete cucinati voi. Poi quelle come te se la tirano sui social. Che vergogna. Alessia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alessia mi sa che ti sei proprio sbagliata... Vedi, questi biscotti io non solo li ho preparati ma li ho anche portati a Natale al Poggio, dove sono stati venduti e di conseguenza mangiati da un sacco di persone.
      E poi, secondo te a quale scopo dovrei comprare i cibi per poi fotografarli e spacciarli per miei?
      Ma andiamo... stai serena e ti consiglio, per non turbarti ulteriormente, di non leggere questo blog e quegli altri di cui sospetti "falsità"...

      Elimina
    2. Cara Alessia mi sa che ti sei proprio sbagliata... Vedi, questi biscotti io non solo li ho preparati ma li ho anche portati a Natale al Poggio, dove sono stati venduti e di conseguenza mangiati da un sacco di persone.
      E poi, secondo te a quale scopo dovrei comprare i cibi per poi fotografarli e spacciarli per miei?
      Ma andiamo... stai serena e ti consiglio, per non turbarti ulteriormente, di non leggere questo blog e quegli altri di cui sospetti "falsità"...

      Elimina

Lasciami un commento!