lunedì 9 giugno 2014

OMELETTE CON PATATE E SPECK... LA FINE E IL PRINCIPIO...


E alla fine è iniziato Giugno, il mese che più di tutti mi confonde e mi destabilizza.
Il mese della fine della scuola, degli esami, dei primi caldi afosi, delle partenze per il campo scuola, delle giornate che sembrano non finire mai...
Il mese che mi toglie la sicurezza di una routine amica, il mese che, insieme alle ciliegie, porta cambiamenti e pomeriggi assolati e un po' vuoti.
Il mese della fine e del principio.
Mi coglie sempre impreparata: un momento è Maggio e l'attimo dopo è arrivato lui e la fine della scuola.



Quest'anno ancora di più: il mio bambino, il figlio più piccolo, quello che credevo restasse un cucciolo per sempre, ha finito la scuola primaria e a settempre comincerà le medie.
Ma si può?
Dovrebbero avvertire le mamme del fatto che il figli crescono troppo in fretta!
Ieri era un batuffolo morbido fra le mie braccia, oggi è un ragazzino spettinato sempre in movimento...
Così ha finito le elementari, in questo momento sta giocando a basket nel vicino centro sportivo e lunedì prossimo partirà per una settimana di campo scuola.
E a settembre sarà un "ragazzo delle medie".
Non ero pronta, ecco tutto.
Lui è l'ultimo dei quattro e quindi per me lasciare la primaria ha avuto, per la prima volta, un sapore definitivo.


Mi mancherà la sicurezza dei soliti compagni, delle solite mamme...
Per non parlare della maestra... Quanto mi mancherà la maestra!
Perchè noi siamo stati fortunati ed abbiamo avuto una maestra fantastica: autorevole e mai autoritaria, allegra e disponibile, piena di passione per il suo lavoro e capace guardare al di là delle apparenze.
Mi mancherà la maestra e mancherà anche a mio figlio.
Però lui, con la meravigliosa capacità di guardare avanti che hanno i giovanissimi, è già pronto per nuove esperienze.
Quello che per me è una fine per lui è un principio.
Che poi è veramente sottile il confine fra qualcosa che finisce e qualcosa che comincia: un soffio, un piccolo passo... e si è già nel futuro...


INGREDIENTI
(per quattro omelettes)
8 uova
100 grammi di grana grattugiato
due patate tagliate a piccoli cubetti
100 grammi di crescenza
100 grammi di speck
sale
pepe
olio extravergine

In una padella versare poco olio e farvi rosolare le patate a cubetti finchè non sono tenere.
Salare, pepare e lasciare intiepidire.
A parte sbattere le uova con un pizzico di sale e il grana grattugiato.
Far scaldare poco olio in una padella antiaderente e cuocere (una alla volta) quattro larghe frittatine.
Farcire ognuna con un cucchiaio di crescenza, un po' di patate e qualche fetta di speck.
Passare pochi minuti in forno per far sciogliere il formaggio e servire.

10 commenti:

  1. un post bellissimo, per le tue emozioni che hai condiviso con noi e per questa stuzzicante ricetta! un abbraccio lory

    RispondiElimina
  2. Che bellissime parole hai dedicato allo scorrere del tempo, a tuo figlio e anche alla sua maestra! :-) E anche la ricetta è veramente invitante!

    RispondiElimina
  3. Il tempo vola davvero, me ne rendo sempre più conto!! Bellissima la tua omelette!

    RispondiElimina
  4. Quanto mi ci rivedo in quel che dici e provi.. con le nipotine che crescono a vista d'occhio (la grande il prox anno andrà alle superiori... oh my god!) e gli alunni che arrivano in prima media e ancora ti chiamano maestra e in un attimo te li ritrovi in terza, cresciuti cambiati e pronti a spiccare il volo... La fine e il principio, appunto, che scandiscono inesorabilmente lo scorrere del tempo....
    Ti abbraccio e vado a leggere la ricetta che è passata in secondo piano ;)
    Annalisa

    RispondiElimina
  5. Buongiorno Anna ...che belle le tue riflessioni di mamma con i figli che iniziano ad andare via e fare le loro esperienze.
    Io mamma 2 volte e nonna 5 volte , ho imparato a dire ..Amore vai , cammina da solo..poi se durante il tuo cammino ti giri vedrai che io sarò sempre lì pronta avenirti ad aiutare !!! Bacio emozionato per il post ..e grazie della ricetta gustosissima che rifarò presto Pat <3

    RispondiElimina
  6. Anna ma mi fai sempre venire il nodo in gola ,così non vale mannaggia!! E' vero i figli crescono troppo in fretta però dai anche se non sono più i nostri teneri cucciolotti da stropicciare, a volte quando crescono, si scoprono affinità insospettate! Pezzetti di noi passati a loro come per magia e anche questo è amore meraviglioso! Baci Alda.

    RispondiElimina
  7. Ciao! Bel post! Io dopo mesi sono finalmente ritornata a scrivere nel mio blog... Passa da me, se ti va!

    RispondiElimina
  8. una gran bella ricetta per una gran bel post...
    certo il piatto non è particolarmente estivo, ma vien buono comunque per le occasioni di penuria da frigorifero!

    RispondiElimina
  9. sono già due volte che faccio questa deliziosa omelette e figlio e marito ti ringraziano moltissimo!!!!!!! io ti abbraccio Lory

    RispondiElimina

Lasciami un commento!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...