CUPCAKES AI MIRTILLI... MA COME TI VESTI?

By lunedì, settembre 16, 2013 , , ,



Questo è un post anomalo.
Un post che dovrebbe parlare di moda e mode.
Un post che dovrebbe essere un po' "stiloso".

Ma siccome il post lo sto scrivendo io ovviamente non sarà nulla di tutto ciò.
Sarà un post in cui faccio outing e chiedo venia.
Perchè io, signore e signori, di moda non ci capisco proprio niente e mi va bene così.
Io sono una di quelle donne che sta meglio con un mestolo in mano (o anche con un pennello che ultimamente mestolo e pennello sono diventati intercambiabili) che in un negozio di vestiti.
Il mio guardaroba è ben più che basico, è decisamente essenziale per non dire spartano.
I colori? Nero, grigio, tortora, panna... Niente colori vivaci che tanto non li metterei mai.
Le scarpe? Sono piccola ma adoro le ballerine così "ciao ciao" alla gamba slanciata" e alla "coscia lunga".
Quando devo uscire decido come vestirmi solo qualche minuto prima di varcare l'uscio.
Sono un caso disperato.
A volte mi chiedo cosa penserebbero di me LORO.
Ovvero "Il Lungo" e "La Bianca".
Sicuramente inorridirebbero esclamando all'unisono "Ma come ti vesti????".
O forse, se mi vedessero in certe mattine in cui accompagno mio figlio a scuola, quelle mattine in cui mi sono alzata col piede sbagliato inciampando nel gatto, mi sono sparata in un occhio il dentifricio perchè ho preso male la mira e mi è andato di traverso il caffè, quelle mattine in cui "mettoipantalonidellatutaquellichesembranounpigiamaelafelpaditretagliepiùgrandeechissenefregadichimivede" e le mie pettinature seguono il modello "Francesca Cacace", forse saluterebbero il loro pubblico prima di schiantarsi al suolo in preda alle convulsioni.
Che certi abbigliamenti al "Lungo" e alla "Bianca" possono provocare shock anafilattico.
O quantomeno una sgualcitura nell'abito.
E, udite udite, nemmeno mi piace andare a fare shopping, o meglio non mi piace andare a fare shopping nei negozi di abbigliamento perchè, se invece mi portate all'Ikea, potrei fondere la carta di credito.
Intendiamoci, anch'io ho i miei must.
Il vestitino nero ad esempio che va bene per tutte le occasioni e non tradisce mai.
I cardigan che fanno sentire a posto e nascondono i fianchi.
E le sciarpe. Le sciarpe le amo. Ho chili di pashmine morbide e colorate e sciarpe di lana morbida in cui avvolgermi nelle mattine d'inverno.
Per il resto la regola è "più è comodo e più mi piace" e le poche (pochissime) volte in cui metto i tacchi devo fare almeno due giorni di training autogeno prima e dopo averli indossati.
Insomma, se devo scegliere fra acquistare un vestito o una cassettiera da un rigattiere non c'è storia.
E preferisco passare due ore a scegliere i pirottini per i muffin invece delle scarpe col tacco.
Sarò strana....

****

INGREDIENTI
(per circa 12 cupcakes)
120 grammi di burro morbido 
120 grammi di zucchero 
3 uova 
200 grammi di farina per dolci
60 millilitri di latte
un pizzico di sale
due cucchiaini rasi di lievito per dolci
una bustina di vanillina
un cestino di mirtilli freschi

(per la crema al burro)
150 grammi di burro morbido
300 grammi di zucchero a velo


In una ciotola sbattere bene il burro con lo zucchero.
Aggiungere le uova sempre continuando a sbattere.
Incorporare la farina, il lievito e la vanillina.
Unire per ultimo il latte.
Accendere il forno a 180 gradi.
Porre i pirottini per muffin nell'apposita teglia e riempirli fino a metà.
Inserire nell'impasto 4-5 mirtilli per pirottino.
Cuocere per 25 minuti circa.
Sfornare e lasciare raffreddare.

Sbattere bene il burro fino a ottenere una crema e aggiungere a poco a poco lo zucchero a velo.
Schiacciare i filtrare il succo di una cucchiaiata di mirtilli.
Unire il succo alla crema al burro in modo da colorarla.
Inserire la crema nella sac-a-poche e decorare i cupcakes.
Completare con i mirtilli rimasti.








You Might Also Like

14 commenti

  1. Troppo carino questo post Anna! Brava!
    MI hai fatto sorridere...ti seguo da un po...sei mitica ;)
    Pure io adoro i cupcake...quasi quasi...appena ho un attimo, provo a fare anche questi! Ti farò sapere!
    Un abbraccio!
    Evelyn

    RispondiElimina
  2. guarda io non ho grossa propensione per il fashionbloggerismo, sebbene adori all'ennesima potenza vestiti scarpe ed accessori...
    ma tu sei una grandiosa cuoca di straordinarie prelibatezze... che te ne frega di fare la Carla della situazione?! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Patalice... non me ne frega nulla! Però la Carla è sempre la Carla ehhh ^_^

      Elimina
  3. Pensavo..potremmo aprire un bel negozio "RiGARTIER" , chissà se i giapponesi farebbero la fila per noi! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diana sono sicura che ci sarebbe una fila chilometrica di giapponesi e non... se non altro per farsi due risate! :D

      Elimina
  4. Che bontà: grazie per la ricetta!
    Proverò sicuramente a farli.
    Un caro saluto
    Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Carla! Fammi sapere come ti vengono...

      Elimina
  5. Nulla va di moda, tutto va di moda!
    Sentirsi bene nei proprio abiti NON HA PREZZO!
    quindi con mestolo o senza mestolo, con ballerine o scalza,
    con tortora o panna vestiti COME VUOI purchè tu stia BENE ed in ARMONIA!
    Un grande abbraccio e grazie per la gustosa ricetta
    MUG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te Barbara!

      Elimina
  6. sono del parere che le mode lascino il tempo che trovano...l'importante è sentirsi comode, fresche e in pace con noi stesse...e poi mettiamoci quello che ci pare!
    per me in assoluto prima viene la comodità...sono alta un metro e mezzo, con un marito di 1.83...ma vivo in ballerine, evviva!!!!!!!!
    ottimi dolcetti, bellissimi e molto glamour, un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. E vogliamo aggiungere che al tuo "meraviglioso" abbigliamento io, spesso, aggiungo anche un bel mollettone ai capelli perchè nonhotempodistiararliperchèsonosempredicorsaenonholacolf? Siamo sulla stessa lunghezza d'onda e mi viene spontanea una question....ma a quei due una bella bistecca, o che so, un bel piatto di spaghetti nooo? Secondo me manco sanno che sono, anche perchè non entrerebbero in quegli abiti taglia Barbie! Booooni questi cupcakes, mi sa che li provo in settimana. Un abbraccio. Paola

    RispondiElimina
  8. mi fai morire dal ridere..guarda anch'io adoro le sciarpine..e ne ho sempre una al collo..anche le sere di agosto..ma perchè? no non voglio fare la diva..SOFFRO DI CERVICALE e senza la sciarpina l'arietta di frega il collo ..ahahahahahaha..pensa che il lungo lo becco spesso al mercatino..vedessi che linea e che portamento..và in giro con una valigia enorme..che peserà più di lui..mha sarà ..O.o..
    baci baci e ancora baci
    Lisa

    RispondiElimina

Lasciami un commento!