CIAMBELLINE DOLCI DI PATATE...I SOGNI SON DESIDERI... IL RITORNO DI TATO STRAMPALATO E TITINA PERBENINO

By mercoledì, gennaio 18, 2012 , ,

Contenitore in foglia di palma di ecobioshopping


SI AVVERTONO I GENTILI LETTORI CHE QUESTO POST E' FRUTTO DI UNO DEI (TANTI) MOMENTI DI DELIRIO DELL'AUTRICE.
SE NE SCONSIGLIA LA LETTURA ALLE MENTI PRAGMATICHE E CONCRETE E A TUTTI COLORO CHE SI LASCIANO IMPRESSIONARE FACILMENTE.
INOLTRE SI AVVERTE CHE DAL CONTENUTO DEL POST SI EVINCE CHE L'AUTRICE E' AFFETTA DA DISTURBO DISSOCIATIVO DI IDENTITA' MA RIFIUTA CATEGORICAMENTE OGNI GENERE DI CURA IN QUANTO SI DICHIARA "AFFEZIONATA AD OGNUNA DELLE SUE IDENTITA'".


"I sogni son desideri...."
Lo cantava Cenerentola saltellando felicemente tra uccellini e topolini e, se nelle favole tutto sembra possibile e alla fine i desideri si avverano sempre, nella vita reale le cose non sono così facili.
E, se lo faccio io, nella migliore delle ipotesi cado e mi slogo una caviglia, nella peggiore finisco al pronto soccorso per il morso di un topo.
foto dal web

I sogni, nella realtà, sono decisamente difficili da realizzare.
Un po' per difficoltà oggettive, un po' perchè forse ci manca il coraggio "di spiccare il volo".
Io i miei sogni li conservo in un angolino del mio cuore.
Ogni tanto li tiro fuori, li spolvero perchè, poverini, sono lì da tanto tempo e poi, a malincuore, li ripongo nuovamente.
Perchè non c'è tempo, perchè bisogna lavorare (anche se alla fine non è il lavoro che vorrei ma mi permette di vivere  e oggigiorno, si sa, non si può pretendere troppo.
Li tengo lì anche perchè un po' mi fanno paura.
Perchè sotto sotto sono un'insicura e penso di non esserne all'altezza.
A volte penso che dovrei volare in alto e altre volte "basso e radente" come raccomandava ai suoi alunni la prof di chimica della figlia numero uno.
E' per questo che cinque giorni su sette, per almeno sei-sette ore, io svolgo un lavoro che non mi piace.
E in queste ore sono divisa a metà: la parte Titina Perbeninoche svolge i suoi compiti con diligenza tenendo attiva solo una parte del cervello mentre la parte Tato Strampalato sogna un mondo in cui poter trasformare una passione in un lavoro.
Le mie passioni sono in realtà due: scrivere e cucinare.
Le mie passioni si sono fuse, diventando una sola, qui nel mio blog.
Un'isola felice dove posso chiacchierare (spesso a ruota libera lo so, abbiate pazienza) e cucinare.
Un posto dove vorrei stare sempre perchè se si fa una cosa con passione non si è mai stanchi.
Nel mio sogno impossibile trasformerei la mia passione in un lavoro. Nel mio sogno potrei scrivere pagine e pagine di racconti e ricette e verrei pure retribuita per questo.


Titina Perbenino: "Avanti, scendi dalla pianta! Chi vuoi che sia così scemo da pagare per poter leggere i tuoi deliri?"


Tato Strampalato: "Beh, non saprei, in fondo il blog riceve parecchie visite..."


Titina Perbenino: "Appunto scemo, il blog è gratis mica devono pagare, se no stai fresco! Di qui non passerebbe nemmeno una zanzara!"


Tato Strampalato: "Certo è vero, ma magari si potrebbe fare qualcosa di diverso, ovviamente senza toccare il blog, il blog non si tocca!"


Titina Perbenino:"Ma sentitelo! Il blog non si tocca... e chi te lo tocca? Sono le elucubrazioni di una mente deviata e le ricette di una mamma sempre in corsa. E combini un sacco di pasticci, ti manca la tecnica!"


Tato Strampalato: "Non è vero!"


Titina Perbenino: "Certo, come quella volta che stavi scrivendo un post e avevi la testa fra le nuvole come sempre e hai bruciato una teglia di biscotti. O quella volta che hai dimenticato di mettere il coperchio al frullatore e il succo dei mirtilli è schizzato sulle pareti della cucina. Sembrava la scena di un film splatter!"


Tato Strampalato: "Sono stati dei piccoli errori... può capitare..."


Titina Perbenino: "Piccoli errori? Quattro mani di vernice non sono riusciti a coprire quello scempio. Nelle giornate di sole la cucina sembra ancora il set di C.S.I. E poi gli argomenti di cui parli... una noia... perchè non hai scelto un argomento diverso per il blog? Ad esempio la moda..."


Tato Strampalato: "Ma io no so niente di moda! Lavoro in casa e di solito sto in tuta e indosso le antiscivolo antierotiche con le orecchie la coniglio! Se scrivessi di moda nessuno mi prenderebbe sul serio! E poi a me in fondo la moda non interessa..."


Titina Perbenino: "Per carità, non farmi pensare a quelle calze antiscivolo! Ma non ce l'hai una dignità?"


Tato Strampalato:"Ma tengono caldo! E poi sono carine..."


Titina Perbenino: "Carine? Comunque lasciamo perdere, stiamo divagando! Lo vedi come fai? Perdi sempre il filo del discorso! Per questo i tuoi post sono sempre deliranti..."


Tato Strampalato: "Deliranti? Veri e spontanei secondo me!"


Titina Perbenino: "Davvero? Allora sentiamo, qual'è l'argomento di questa conversazione? Scommetto che non ti ricordi perchè abbiamo cominciato a parlare!"


Tato Strampalato: "Certo che me lo ricordo! Si parlava di sogni da realizzare... Come vorrei realizzarli... Forse potrei realizzarli...."


Titina Perbenino: "Certo, come no, quando i sorci avranno le ali. Scendi dalla nuvola e torna nel mondo reale... piuttosto, hai messo a lessare le patate?"


Tato Strampalato: "Le patate!!??? Quali patate?


Titina Perbenino: "Quelle per fare le frittelle di patate naturalmente! Se si chiamano frittelle di patate forse le patate sono fra gli ingredienti, cosa ne dici!?


Tato Strampalato: "Ussignur, me ne sono dimenticato!!!"


Titina Perbenino: "Sei proprio senza speranza! Forza, andiamo in cucina....




INGREDIENTI
300 GRAMMI DI PATATE 
250 GRAMMI DI FARINA PER DOLCI
30 GRAMMI DI BURRO FUSO
UN UOVO
UNA BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI
VANIGLIA
SCORZA DI LIMONE GRATTUGIATA
ZUCCHERO SEMOLATO
OLIO PER FRIGGERE

Lessare le patate. 
Sbucciarle e impastarle ancora calde con la farina, il lievito, il burro, l'uovo, la vanillina e la scorza di limone. Si deve ottenere un impasto morbido e facile da lavorare. 
Con le mani formare dei cordoncini di pasta e chiuderli dando la forma di piccole ciambelline. 
Disporle su un canovaccio infarinato e lasciarle riposare un'oretta. 
Friggerle poche alla volta in olio ben caldo. 
Scolarle, asciugarle bene con carta per fritti e passarle nello zucchero semolato.






You Might Also Like

25 commenti

  1. Eheheh! Anche io sono divisa in due, come nei cartoni animati in cui appaiono sulle spalle l'angioletto e il diavoletto! :P
    Io adoro queste ciambelle...e vista l'ora, me ne offriresti una? Anzi anche di più...oggi faccio l'ingorda! :P

    RispondiElimina
  2. Senti dei pensieri strampalati dell'autrice poco mi importa ma una di queste ciambelle la posso prendere per colazione soffro solo a vederle e non poterle mangiare!!!Buona giornata!!

    RispondiElimina
  3. proverò sicuramente a fare queste frittelle!!!

    RispondiElimina
  4. A parte che le ciambelle come le tue le adoro fin da bambina, con la sola differenza che adesso non le digerisco, evidentemente il mio stomaco ne ha basta di tutti gli stravizi a cui l'ho sottoposto nell'infanzia/adolescenza.
    Ho un messaggio per Titina Perbenino "IO LO COMPREREI IL LIBRO!!! Tièèèèè! Anzi, ti dirò di più, ne prenderei più di uno per regalarli alle mie amiche che mentre cucinano si farebbero un sacco di risate".
    Ecco.

    RispondiElimina
  5. Proprio ieri ho cucinato una valanga di frittelle per il mio cucciolo (si fa per dire....è alto m. 1.90). Queste con le patate le DEVO provare. Per i sogni sai che ti dico? Non riunciarvi MAI, e se ti capita l'occasione come magari scrivere un libro di cucina FALLO, non rimandare ne aspettare. BUTTATI. Io da qualche anno non faccio più progetti a lunga scadenza e sai perchè? Stavo per realizzare il sogno di una vita (a giugno compio 50 anni), con tante rinunce, sacrifici. Lo stavo già accarezzando quando è successo qualcosa di imprevedibile che ha cancellato tutto. E' stata durissima ma poi, come è mio solito fare, ho deciso che se non potevo più realizzare questo mio grande desiderio c'era un perchè e allora ho concentrato le mie forze ed energia in altro. Non è la stessa cosa e non ti nascondo che in fondo al cuore c'è un grande dispiacere, ma sempre meglio di niente. Ti abbraccio forte Paola

    RispondiElimina
  6. @Saparund'as...: angioletto e diavoletto? So già che Titina vorrà fare la parte dell'angioletto... quell'antipatica...

    @Rossella: ah... ma il pacchetto è completo, ciambellina + deliri ^___^

    @Pauline: provale! Sono facilissime e molto golose!

    @Simona: ho dato il tuo messaggio a Titina che si è chiusa in un silenzio offeso. E meno male! E grazie della fiducia!

    @Paola: c'è un perchè al fatto che ti adoro... riesci sempre a farmi sorridere e a farmi riflettere. Commenti come i tuoi mi spronano ad andare avanti, a provarci nonostante tutto... grazie tesoro, sei speciale!

    RispondiElimina
  7. Io saluto solo Tato Strampalato, perchè è più vicino al mio pensiero (in sto momento...poi appena spingo invio mi toccherà cambiare...)....
    La cosa bella è poter sognare...continua a farlo ed a tirarne fuori queste delizie!!!!

    RispondiElimina
  8. Troppo, troppo, troppo bello questo post!! Mi hai fatto sorridere davvero ed inoltre mi ritrovo tantissimo in quello che tu hai scritto...Anche io con dei sogni nel cassetto e con un lavoro che non amo ma che mi da da vivere e a cui non posso rinunciare!!! Sarebbe proprio bello potersi lanciare e rendere i nostri sogni realtà...Per ora intanto mi gusto queste ciambelle stragolose e continuo a sognare ad occhi aperti! Un bacio!

    RispondiElimina
  9. ciao per lo scrivere direi che non ci sono problemi, scrivi bene, fluente, lasciando il lettore attaccato allo schermo fino alla fine... per il cucinare direi idem... morderei lo schermo per pipparmi una ciambellina ;-D
    Mai rinunciare ai sogni... in fondo ci fanno andare avanti e poi... non si sa mai. ciaooooo

    RispondiElimina
  10. Titina Perbenino, pussa via! Tato Strampalato ha un gran talento!

    Tato, senti...visto che ti ho tenuto le parti...non è che mi manderesti una di quelle ciambelle?? :P

    RispondiElimina
  11. ho riso un sacco con questo post! soprattutto al punto in cui ti immaginavo all'ospedale morsa da un topo! altro che Cenerentola ; )

    RispondiElimina
  12. oddio, ma devi assolutamente seguire i consigli di tato, racconti per bambini in cucina, il genere è quello. Super! io il libro lo comprerei subito.

    RispondiElimina
  13. Ciao carissima, bellissima la storia, direi buonissime le ciambelle, continua a scrivere e insegui i tuoi sogni non demordere ne vale la pena sei brava in ambo i campi, complimenti a presto ciaooooo

    RispondiElimina
  14. Mi fai morire dal ridere Anna, sei fortissima!!! Non so "da dove ti escono" ma sei unica!!! ;))) Mentre voi tre litigate io frego una ciambellina (che poi perché solo una???), mi stanno facendo letteralmente sbavare!! Che buone che sonooooooo!! Un abbraccione

    RispondiElimina
  15. Tesoro, anch'io ogni tanto dal cassetto tiro fuori i miei sogni, e come te dopo una leggera spolverata li ripongo! Ne ho uno che pareva stesse per avverarsi ma ha subìto uno stop...........
    Queste frittelle sono la mia passione!!!.............
    Grazie per il sito consigliato! Per il bene mio e del coniglio, dovrei farlo castrare!
    Ti abbraccio forte e ti esorto a non mollare, a volte i sogni si avverano!!
    Baci
    Francy

    RispondiElimina
  16. Ciao Anna!! Anche io sono "Tato strampalato"-fan e ti supporto assolutamente!! Purtroppo oggi come dici tu è difficile concretizzare i sogni, ma sarebbe così triste metterli da parte senza provarci... io ti auguro davvero tutto il meglio e che tu possa trasformare le tue passioni in un lavoro!! Sarebbe meraviglioso!! Baci
    p.s. io il libro lo comprerei immediatamente! però autografato, eh??

    RispondiElimina
  17. Ciao, sono d'accordo con Silvia, qui sopra, condivido il suo pensiero e anch'io ti invito a "volerti bene" e continuare a coltivare i tuoi sogni....
    Grazie di essere passata, per rispondere alla tua domanda se puoi usare le albicocche secche, io direi di si magari mettendole prima a bagno nell'acqua come l'uvetta, per ammorbidirle. Caso mai facessi la torta così fammi sapere il risultato.
    Baci

    RispondiElimina
  18. Sei una grande!!!!!!!!Anch'io però lo sono , anzi lo sarei, cioè vorrei essere una grande mangiatrice di queste ciambelle!!!!!

    RispondiElimina
  19. Tieni forte i tuoi sogni, nella vita mai dire mai , magari un giorno ti leggo da qualche altra parte ....( e se poi farai l'esperta in qualche tv occhio alla minigonna quando ti siedi ;-)

    RispondiElimina
  20. Sono capitata per caso,ma mi hai fatto ridere a più non posso, complimenti,mi sono trovata bene,ora non ti lasci più,anzi mi unisco come membro. A proposito buone le ciambelle! :)

    RispondiElimina
  21. Complimentiiiii, talmente buone le tue ciambelline che le ho copiate con il tuo nome sul mio blog! mille grazieee!
    Scusa, volevo mettere anche il tuo indirizzo completo ma non sò come fare. Controlla per favore se và bene come ho fatto o se ho sbagliato tutto! smakkkkkk

    RispondiElimina
  22. @Scuccuzzu: sono contenta che la ricetta ti sia piaciuta e non ci sono problemi se l'hai riportata, ci mancherebbe, le ricette sono a disposizione. Diverso però è il discorso per le foto: siccome ho visto che nel post c'è una foto mia ti chiedo di scriverlo mettendo il link al blog. In futuro, se avrai piacere di realizzare altre mie ricette, ti chiedo di inserire sempre la provenienza delle foto. E' una forma di rispetto fra blogger. Converrai con me che, vista così, sembra implicito che la foto sul tuo post sia tua.
    Niente di personale, è una regola uguale per tutti: una cosa è "Linkare" una foto e un'altra è pubblicarla senza autorizzazione e senza specificare che non ci appartiene. Sono certa che nel tuo caso si è trattato di un semplice equivoco! Un abbraccio...

    RispondiElimina
  23. Grazie Anna, ti ho avvisato di proposito, perchè anche avendo scritto ricetta di Anna ecc... avevo dei dubbi, così ti ho scritto per accertarmi di non fare altri pastrocchi, e finalmente ho capito come funziona e ho provveduto (almeno spero). Controlla, per favore, dato che non sono molto pratica se và bene come ho fatto, per non incorrere in altri errori.
    mille grazie
    bacioneeeeee

    RispondiElimina
  24. @Scuccuzzu: è perfetto! grazie per aver provveduto! un abbraccio!

    RispondiElimina
  25. mille grazieeee
    kisssssssssssss

    RispondiElimina

Lasciami un commento!