INSALATA TIEPIDA DI PIOVRA E PATATE... E... I DOLCETTI DI ARIA FRITTA

By mercoledì, novembre 16, 2011 , ,



"Pronto Anna? Sono C. la mamma di F. il compagno di classe del Nano...ti ricordi di me?"
"Ciao C. ehmm... certo... "
(intanto cerco affannosamente di visualizzare nella mia mente C. e suo figlio F.)
" F. è uno dei bambini  che hai tanto gentilmente invitato a casa tua la sera di Halloween!" 
(oddio, uno dei piccoli mostri!) 
"Quanto si sono divertiti quella sera..." 
(io un po' meno visto che mi hanno ridotta ad uno stato vegetativo dopo quattro ore in loro compagnia) 
"F. mi ha detto che hanno giocato tanto e non vede l'ora di tornare a casa tua!"
(oddio nooo, non chiedermelo per favore...)
"Beh, mi fa davvero piacere C....."
(se speri che io raccolga la tua allusione, sottile come una coscia di tacchino, ti sbagli di grosso!)
"Comunque adesso ho bisogno di un favore"
(noooo, ecco che ora mi chiederà di rimandarlo qui... ho capito qual'è... è quello che ha cercato di bruciare la coda alla gatta con la candelina della zucca... noooo.... pensa... pensa... trova una scusa....)
"Dimmi pure... "
(maledetta buona educazione, perchè non riattacco e basta?)
"Ecco, al mio F. sono piaciuti taaaantooo ma proprio tantooooooo i dolcetti al cioccolato che ha assaggiato quella sera e così volevo chiederti la ricetta, potresti dettarmela al telefono?"
"Certo!!!!"
(evviva! sono così contenta che non voglia mandarmelo a casa che sarei disposta a dettarle tutte le ricette contenute nell'Artusi...)
"Allora, dimmi pure... ho già qui carta e penna"
(donna organizzata, io in queste situazioni scrivo dietro agli scontrini del supermercato)
"Dunque scrivi...farina... fecola... cacao amaro... 150 grammi di zucchero..."
"150 grammi?? Ma è tantissimo!!! Io sto molto attenta a quanti zuccheri consuma il mio F.!"
"Ecco, ma vedi, vengono tanti dolcetti così alla fine non è tantissima la quantità di zucchero per dolcetto..."
"Vabbè, facciamo 50 grammi di zucchero."
"Ma 50 grammi sono davvero pochi... comunque andiamo avanti... 100 grammi di gocce di cioccolato..."
"Ma scusa a cosa servono le gocce di cioccolato? C'è già il cacao amaro!!! Niente gocce di cioccolato, Andiamo avanti."
"Come vuoi...dunque...100 grammi di burro fuso..."
"Ahhhrghhhhhhhh!!!!! "
(l'urlo di raccapriccio è così forte che perfora il mio timpano e pure la mia pazienza) 
"100 grammi di burrooooo?????? E il colesterolo????? Ma dico e i grassi saturi??????"
"Ecco...io...veramente..."
(mi sento una criminale, la serial killer dei trigliceridi, sono colpevole signor giudice, clemenza...)
"Ok, facciamo niente burro, al limite un paio di cucchiai di olio extravergine biologico, facciamo uno..."
(???????)
"Poi... ehm... quattro uova..."
"Ahhhhrghhhhhh!!!!!! Quattro uova???!!!!"
(Aridaie...)
"No dico, ma tu sai quanto sono pesanti da digerire quattro uova????"
"Sì, ma non è che sono quattro uova per dolcetto, i dolcetti poi sono tanti e..."
"Vabbè vabbè, facciamo un tuorlo e due albumi, andiamo avanti"
"Se lo dici tu...dunque" (ho tanta paura a dirlo) "un bicchiere di panna fresca"
(e allontano velocemente il telefono in attesa dell'urlo che in questo modo mi giunge ovattato...)
"Pannaaaaaaa!!!! Ma questi dolcetti sono un attentato alla salute!!! Senti la prossima volta fai la mia versione: poco zucchero, niente burro, solo un tuorlo e due albumi e assolutamente niente panna!!!! Anzi, cosa dici se tolgo anche il cacao... Vengono buoni lo stesso?"
(Ussignur...)






INGREDIENTI
una piovra decongelata da almeno un chilo
tre patate
la parte tenera di una costa di sedano
olive nere 
un limone non trattato
olio evo
sale 
pepe

Lessare la piovra in acqua bollente per circa quaranta minuti (immergerla nell'acqua quando prende bollore e calcolare circa quaranta minuti per chilo). Lasciarla intiepidire della sua acqua di cottura tenendola nella pentola con il coperchio.
A parte lessare le patate.
In una terrina mettere le patate tagliate a spicchi, le olive, il sedano tagliato sottile e la piovra tagliata a piccoli pezzi.
In un barattolo con il coperchio inserire olio a piacere, sale, pepe, il succo di mezzo limone e un cucchiaino della scorza grattugiata.
Chiudere il coperchio e agitare bene. Versare l'emulsione sull'insalata, mescolare bene e servire.


Per chi volesse la ricetta dei miei dolcetti al cioccolato la trovate qui.
Per chi volesse provare la versione della mamma di F., beh, buona fortuna.

You Might Also Like

13 commenti

  1. ahahaha!!! chissà perchè a quel bimbo erano piaciuti tanto i tuoi dolcetti... forse perchè erano dolci che sapevano di dolci?? :)

    RispondiElimina
  2. Mi piace tantissimo l'insalata di piovra ! Proverò a fare i dolcetti, usando la tua ricetta chiaramente!!!!
    Grazie
    Mariangela

    RispondiElimina
  3. ahahaha che fulminata sta tizia, se si chiamano DOLCETTI un motivo ci sarà, detesto le modifiche "dietetiche".
    Ma non è che lei si aspetta che glieli faccia tu come dice lei? No perchè sta qui ho già capito che tipa è mi sa...

    RispondiElimina
  4. povero F.

    la tua ricetta è deliziosa come tutte le altre che pubblichi!

    RispondiElimina
  5. Buoniiii, ma con la TUA ricetta!!!

    RispondiElimina
  6. Ci credo che ad F sono piaciuti i tuoi dolcetti.....chissà cosa gli cucina la madre!!!

    RispondiElimina
  7. Chissà che dolcetti ha mangiato F.!?! I tuoi sono certamente i migliori....
    L'insalta di piovra poi è deliziosa..Complimenti I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  8. aahahahaahahahh vorrà dire che li farà di aria ... ma dai che dolcetti sono ? li snatura in questo modo , a quel punto io mi sarei innervosita e le avrei detto di cercarsi da sola una ricetta che facesse al caso suo ... ma sarà che a suo figlio son piaciuti tanto anche perchè a casa non ne aveva mai assaggiati così pieni di colesterolo , grasi bla bla bla ....

    Che ci vuoi fare .. pazienz aio l iavrei fatti e basta . Baciuzzi carissima

    RispondiElimina
  9. La ricetta con la piovra è deliziosa. Per quanto riguarda quella mamma......ma da che pianeta arriva? Non ho parole, mi sa tanto di una di quelle fighette, acciughina, che fa patire anche la creatura! E mi sa pure che questo bimbo non vede l'ora di essere invitato a destra e manca per....MAGNA'. Ma Santo Dio UN DOLCE E' UN DOLCE! Un abbraccio Paola

    RispondiElimina
  10. Per forza il piccolo F. si è divorato i dolcetti da te, era la prima volta che ne mangiava di fatti bene!! Mi sa che non conosce bene il concetto di dolce questa tizia ed era tutta una scusa per farseli fare da te che sei bravissima sempre e comunque, in ogni preparazione!! Un bacione grande

    RispondiElimina
  11. Troppo ganza Anna!!! Sei fortissima! Te l'ho mai detto, no?
    Un abbraccio...
    Silvia

    RispondiElimina
  12. oddio, e ci credo che quel bambino avrà gradito, Tu ti immagini cosa gli farà da mangiare la sua mamma??? sfoglie di kamut con aceto e rucola, riso in bianco senza olio, bresaola solo 2 fettine, biscotti di riso senza zucchero... POVERINOOOOOOO

    RispondiElimina

Lasciami un commento!