LE POLPETTINE DI CASA MIA...PIOVONO POLPETTE E CUOCHI IN TV...

By martedì, ottobre 04, 2011 ,


Finalmente la mia faccia è ritornata alle dimensioni originali.
Dei giorni bui di dolore e antidolorifici resta un po' di intontimento e un umore che non vuole saperne di ritornare normale.
Per la precisione non è che mi senta triste o malinconica.
In realtà mi sento un tantino acida.
Sarà che non ho voluto ingerire anche le pastiglie per la protezione gastrica e quindi il mio stomaco ne è uscito un po' debilitato.
Sarà che non sopporto l'inattività, fatto è che in questa mia nuova condizione di convalescente acida e brontolona, provo una punta di fastidio praticamente per... tutto.
Mi infastidisce questo caldo che non vuole andarsene (ma che diamine, non ce l'ha un calendario?).
Mi infastidisce il vicino che innaffia il giardino alle due di notte (ma perchè poi, l'acqua non costa uguale a tutte le ore?).
Mi infastidisce la mia debolezza che mi rende semi-narcolettica per buona parte della giornata.
Ma più di tutto mi infastidiscono le innumerevoli trasmissioni televisive che parlano di cucina.
Ma come? direte voi, la cucina non è la tua passione?
Vero, verissimo io amo la cucina e cucinare mi fa stare bene ma c'è un limite a tutto...
Pomeriggio di zapping sul divano, stordita da fiumi di Brufen 600.
Sullo schermo un gruppo di pasticceri agitatissimi si accinge a preparare una montagna di cupcake.
Tre giudici dall'aria annoiata e un presentatore saccente dovranno giudicare il loro lavoro.
I pasticceri sono agitatissimi e corrono per lo schermo come cavallette impazzite.
La scena è surreale.
Una ragazza piange disperata perchè le è caduta la ciotola dell'impasto, un'altra si strazia perchè le decorazioni non sono belle come dovrebbero.
Insomma una scena pietosa.
Cambio di canale.
Una donna con il cappello da cuoco e gli zigomi rifatti sta mangiando uno spaghetto con le mani in una cucina che sembra quella di un ristorante.
Intorno a lei altre persone col cappello da cuoco pescano con le mani gli spaghetti dalla casseruola e si ingozzano con malagrazia.
Resto a guardarli attonita più che altro sperando che dicano qual'è il nome del ristorante in modo da essere sicura di non andarci mai.
Dopo qualche minuto scopro che la donna è una presentatrice televisiva che per un giorno gioca a fare lo chef.
Inorridita al pensiero che degli innocenti mangeranno quegli spaghetti cambio canale e mi ritrovo nella cucina dello chef più cattivo e  più figo del piccolo schermo.
Gordon sta insultando con le solite buone maniere un ragazzo tutto sudato che lo ascolta a capo chino.
Mi aspetto che da un momento all'altro gli ordini di gettarsi sul pavimento e fare cento flessioni con una mano sola.
Cambio canale perchè il dispiacere per l'umiliazione che sta subendo il poveretto è troppo difficile da affrontare.
Ed ecco l'inquadratura di tre signori elegantemente appoggiati ad altrettanti sgabelli.
Tengono le braccia incrociate e fissano con aria di scherno un uomo brizzolato che, come una specie di postulante, sta al loro cospetto presentando come un'offerta un piatto contenente qualcosa dall'aria vagamente commestibile.
I tre altezzosi signori assaggiano con aria supponente ed un tantino schifata il cibo offerto dal poveraccio che, consapevole delle loro espressioni, assume un colorito che si fa sempre più violaceo.
Temo stia per avere un ictus.
Il verdetto non tarda ad arrivare.
Il piatto viene giudicato schifosamente pessimo e l'uomo sull'orlo di una crisi di nervi viene rimandato al posto.
Almeno non l'hanno preso a bacchettate sulle mani.
Osservo meglio i tre giudici.
Un tizio con gli occhialetti che porta al collo una sciarpa di seta modello "sciuretta".
Un tipo belloccio e barbuto vestito di nero con un'espressione pericolosamente minacciosa.
Un uomo calvo dall'aria incazzata e supponente.
Scoprirò dopo che la mia ignoranza è macroscopica e che i tre sono due chef pluridecorati di stellette  (proprio come dei generali) e l'uomo che ha portato la ristorazione italiana negli Stati Uniti.
Mica i signori nessuno...
Ma per ora per me somigliano a quei professori che hanno popolato i miei incubi di adolescente: cattivi e pericolosamente inclini alle violenze psicologiche.
Deglutisco nervosamente mentre osservo un'altro malcapitato avvicinarsi alla mostruosa triade.
Anche lui viene insultato e rimandato al posto.
Continuo a guardare il programma con la stessa tensione nervosa con cui si guarda un horror.
I concorrenti presentano ad uno ad uno dei piatti supersofisticati con dei nomi assurdi ma solo pochissimi ricevono approvazione.
La cosa più terribile è la tensione nervosa che si legge sui volti degli aspiranti chef mentre i loro piatti vengono assaggiati e giudicati.
Tutto questo a Dario Argento gli fa un baffo.
Alla fine, dopo un primo piano del terribile uomo barbuto ed uno di una concorrente in lacrime, cedo e spengo la televisione.
La tensione mi stava uccidendo... quasi quasi preparo la cosa più semplice e casalinga del mondo... tanto il terribile uomo barbuto non lo saprà mai....
O no?

INGREDIENTI
500 grammi di carne macinata (io ho usato manzo e vitello)
un grosso panino fatto ammorbidire nel latte
100 grammi di grana grattugiato
50 grammi di pecorino grattugiato
2 o tre fette di mortadella tritate(facoltativa)
50 grammi di salsiccia (facoltativa)
uno spicchio d'aglio finemente tritato
prezzemolo
sale 
pepe
olio per friggere

In una ciotola mescolare la carne con il pane ben strizzato, il grana, il pecorino, la mortadella, la salsiccia, l'aglio, il prezzemolo, sale e pepe.
Mescolare bene amalgamando perfettamente gli ingredienti e, con le mani bagnate, formare delle palline della grandezza di una noce.
In una padella per fritti scaldare abbondante olio e quando è ben caldo friggere le polpettine poche alla volta.
Lasciarle scolare su carta da cucina e servirle ben calde.
Magari in piatti monouso ed ecologici come questi, meravigliosi, della ditta Ecobioshopping.
Vi invito a visitare il loro sito: le stoviglie (piatti, vassoi, posate, ecc.) sono bellissime ed assolutamente ecologiche.


P.S. ...e ricordatevi di mandarmi le ricette per il contest!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

You Might Also Like

21 commenti

  1. hai ragione: adesso in televisione tutti devono improvvisarsi cuochi! Ma queste polpette battono i più arzigogolati piatti :) buona guarigione! (come ti capisco: ho sofferto di ascessi... mi chiamavano 'Prodi' per le dimensioni della faccia..)

    RispondiElimina
  2. ahahahahahaah quanto mi sono divertita a leggerti ! Parlavi di alcuni programmi che anche io ogni tanto ho seguito (eccetto chef per un giorno che fa proprio venire ....)
    Anche io credo ci sia un limite a tutto ..e sai quali sono i programmi che meno mi piacciono ? quelli delle reti pubbliche ... torppe canzoncine e bambinate ... e lasciamo perdere che è meglio ..Gordon alle volte è un pò pesante ... comunque a quei poveri partecipanti di masterchef occorrerebbe un pò di ocmprensione in più .. e meno male che non entreranno davvero mai nelle nostre cucine i pluridecorati ! Inorridirebbero se sapessero che alle volte ci acocntentiamo di due wurstel grigliati con tanto di patatine e salse varie poco chic ma tanto goduriose !!! Come le tue polpette d'altra parte . Rimettiti bene al più presto . Ciao :-)

    RispondiElimina
  3. secondo me le tue polpettine a bruno barbieri piacerebbero moltissimo!! lui sulle polpette ci ha anche scritto un libro...
    non conosco le trasmissioni che hai descritto, tranne masterchef, di cui sono una irriducibile fan!
    buona guarigione e un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto proprio divertire nel leggerti!
    Penso di aver capito i programmi a cui ti riferisci, penso siano l'unici che non guardo!
    Devo essere sincera, i programmi di cucina ne guardo veramente tanti a partire dai più popolari e tanto criticati. A me piace seguirli.
    Ma questi qua no, solo per il semplice fatto che credo che le ricette non siano replicabili per noi semplici comuni mortali appassionati di cucina!
    Se io do al mio ragazzo quei piatti sofisticati che assomigliano ad un bocconcino, mi dice: questo è l'aperitivo?
    E la cosa bella è che oltre hai programmi tv ci sono anche ristoranti super riconosciuti che un piatto te lo fanno pagare una sassata e nel piatto c'è una minima traccia di cibo, cosa che o ordini 3000 piatti o dopo "l'aperitivo" vai in un altro ristorante, molto meno riconosciuto, ad abbuffarti.
    Mi piace sperimentare, vado dai piatti semplici e qualche volta anche più sofisticati...ma diamine a tutto c'è un limite!
    E qui chiudo perchè su questo argomento ci sarebbe da scriverci una pagina intera e non basterebbe!
    Ciao, un bacio!

    RispondiElimina
  5. che buone!!! adoro le polpette....in qualunque modo vengano preparate, cucinate, cotte e presentate, queste mi sembrano superlative! brava!

    RispondiElimina
  6. Anna come fai a chiamare terribile uomo barbuto Carlo Cracco, io lo adoro trovo che il suo sguardo sia estremamente sexy, mi piace tutto di lui...quindi per questa volta ti perdono.
    Belle le tue polpette.

    RispondiElimina
  7. @Valentina: davvero ti chiamavano "Prodi"? Troppo carino il paragone...

    @Housewives: mah... secondo ogni tanto mangiano pure loro cibi plebei...

    @Cristina b: dici che potrebbero piacergli? Sai, il suo libro sulle polpette mi incuriosisce molto... dopotutto le polpette sono il cibo preferito dei miei figli (oltre alla pizza...)

    @Cristiano: grazie!

    @*VaNe*: bisogna ammettere che a volte vengono proposti piatti decisamente poco replicabili, anche se non in tutte le trasmissioni di cucina. Certo è che l'argomento attualmente è decisamente troppo dibattuto!

    @Gemma Olivia: ti ringrazio per i complimenti. Anche a casa mia le polpette sono amate in tutti i modi!

    @Angela: vabbè ma io l'ho scritto che è belloccio! Ho solo detto che ha la faccia truce e personalmente mi mette un po' di ansia... ma giuro e spergiuro che non sapevo di questo tuo amore... Grazie del tuo perdono :)
    p.s. comunque io preferisco Gordon....

    RispondiElimina
  8. sì sì, proprio Prodi... e ti assicuro che rendeva proprio bene l'idea!

    RispondiElimina
  9. :)) molto meglio le polpette (che quei polpettoni in tv!!) (che bbbattutona)
    :)))

    RispondiElimina
  10. Le ho mangiate ieri e le ho fatte con il lesso avanzato. Ma quanto sono buone le polpette? Mio marito ne vivrebbe. Ora non mi resta di provare le tue che mi sembrano davvero deliziose. Grazie e un bacettone Paola

    RispondiElimina
  11. Proprio ieri le ho fatte con il lesso. Mio marito le adora e pure io. Ora non mi resta che provare anche le tue. Grazie della ricetta. Un bacio Paola

    RispondiElimina
  12. Sai credo di aver visto anche io gli chef pluridecorati dove c era quello barbuto.... Trovo anche che si siano resi un tantino ridicoli con quei sguardi minacciosi e altre cosette ma e' una mia opinione, meglio un piatto delle tue polpette :-) auguri per la convalescenza!

    RispondiElimina
  13. Io guardo solo Alessandro Borghese (e ovviamente il Boss del torte!!)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. P.S.: Ahahahaha... Il pluripremiato signore con gli occhialini di Master Chef, ha scritto un libro proprio sulle... POLPETTE! Non sto scherzando! ;-)

    RispondiElimina
  15. Carissima spero proprio di riuscire a commentare, maledetto blogger :( Non ti scrivo da un sacco...Eh dai, ci consoliamo con le tue super favolose polpettine :)

    RispondiElimina
  16. Carissima spero proprio di riuscire a commentare, maledetto blogger :( Non ti scrivo da un sacco...Eh dai, ci consoliamo con le tue super favolose polpettine :)

    RispondiElimina
  17. Ho scoperto per caso il tuo blog...sei fantastica! Tante delle cose che hai scritto le ho pensate anch'io...con l'aggravante nel caso dei poveretti alle prese con 1.000 cupcakes che certe volte devono metterci dentro pancetta, salmone, ed altra roba che a noi italiani in una torta farebbe inorridire....
    Mi unisco ai tuoi sostenitori.
    In bocca al lupo per la convalescenza.
    Se hai tempo e voglia passa a trovarmi:
    http://artezuccheroefantasia.blogspot.com

    Claudia

    RispondiElimina
  18. Ciao carissima Anna! Non sai quanto mi innervosisco io quando non trovo niente in tv quelle poche volte che voglio guardarla, e mi capita sempre! Programmi di cucina c'è n'è sono a bizzeffe, ma l'unico che seguo proprio volentieri è "cucina con ale" su real time, hai presente? Le tue polpette sono deliziose e ogni volta che le mangio torno bambina, che delizia!!! Un bacione, buona serata

    RispondiElimina

Lasciami un commento!