CIAMBELLE SOFFICISSIME...SOGNANDO DI ESSERE NONNA PAPERA...

By sabato, aprile 16, 2011 ,

A chi (come me) da piccolo (ma anche adesso se capita) era un accanito lettore di "Topolino" è dedicato questo post.
Dite la verità: quante volte avete invidiato Paperino che seduto nella cucina di Nonna Papera, si accingeva a divorare una montagna di ciambelle?
Ecco io ieri sono stata colta da una irrefrenabile voglia di ciambelle. Ma non ciambelle qualsiasi, io volevo proprio "quelle"!
Uno sguardo veloce alla dispensa e subito delusione: poca farina manitoba, una bustina di lievito di birra secco (ma da quanto tempo stava lì?) e alcuni rimasugli di farine varie.
Quando mi prende la voglia di cucinare non sento ragioni e ieri mi sentivo troppo "Nonna Papera". Volevo assolutamente la casetta nella fattoria, la sua cucina con i fiori sul davanzale, le poltrone cicciotte... Volevo affacciarmi alla finestra e vedere Ciccio sul suo trattore e in lontananza Qui, Quo e Qua in arrivo. Cosa dare per merenda ai nipotini?


CIAMBELLE SOFFICISSIME
Ingredienti:
350 grammi di farina manitoba (tutta quella che avevo)
150 grammi di farina di riso
50 grammi di amido di frumento (la comunissima "frumina")
una bustina di lievito di birra secco (o un cubetto fresco)
scorza di limone grattugiata
40 grammi di burro (fuso e lasciato raffreddare)
1 uovo sbattuto
un bicchiere di latte appena tiepido
aroma di vaniglia
un pizzico di sale
50 grammi di zucchero più quello per la decorazione
olio per friggere
Ho messo in una grossa ciotola le farine con un pizzico di sale e vi ho sbriciolato con le dita il burro per amalgamarlo bene.
A parte ho sciolto il lievito in un po' di latte appena tiepido e quando si è gonfiato l'ho aggiunto alla farina e  al burro.
Sempre impastando ho aggiunto l'uovo, lo zucchero, l'essenza di vaniglia e la scorza di limone.
Se necessario aggiungere ancora un po' di latte (io non ne ho avuto bisogno probabilmente perchè l'uovo che ho usato era molto grande...).
Lavorare bene sul tavolo infarinato come spiegato nei due post dedicati ai lievitati. Dovete ottenere un impasto molto soffice, che non si attacca alle mani e facile da lavorare. 
Rimettere l'impasto nella ciotola, coprirla con uno strofinaccio pulito, bagnato con acqua calda e per strizzato (è importante ricordare che lo strofinaccio non dovrà essere stato trattato con l'ammorbidente; in questo caso è meglio usare della pellicola da cucina).
Porre a lievitare nel forno spento per un'ora.
Rimettere l'impasto sul tavolo e lavorarlo ancora qualche minuto.
Prelevare delle palline della grandezza di una pallina da ping pong e tirarle sul piano di lavoro formando dei cordoncini di pasta.
Chiuderli dando la forma di piccole ciambelline (tenerle un po' larghe altrimenti durante la lievitazione il buco si chiuderà...)
Disporle su un piano infarinato, e lasciarle lievitare ancora per un'oretta a temperatura ambiente.
Friggerle in abbondante olio bollente usando una padella dai bordi alti e avendo l'accortezza di friggerle poche alla volta
Scolarle e farle asciugarle bene sopra della carta per fritti.
Passarle nello zucchero semolato.
Qui, Quo, Qua e Ciccio non sono arrivati ma figli e marito hanno apprezzato molto...
Anna

You Might Also Like

13 commenti

  1. CHE MERAVIGLIA ANNA, LE ADORO QUESTE CIAMBELLE!!!!
    Che bello questo post!! Leggendolo sono ritornata indietro di tanti anni, anch'io adoravo Nonna Papera e tutto il sui mondo!
    Grazie mia cara e complimenti per queste delizie!!!
    Bacioni
    Francy

    RispondiElimina
  2. Che delizia queste ciambelline.
    E che bella foto! Ho appena finito di fare colazione con una enorme fetta di torta al cioccolato, ma una ciambellina la mangerei moto volentieri!
    Complimenti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Francesca: pensa che quando il mio papà mi comprava Topolino guardavo subito se c'era una storia con Nonna Papera. Adoravo vederla sfornare dolci...probabilmente in me covava già la passione per la cucina!!! Grazie cara di essere passata. Un abbraccio.

    Franci: hai notato che ho messo finalmente la foto!!! Spero in futuro di migliorare ma tu sei troppo buona a farmi i complimenti! Quasi quasi ti premio con una ciambella... ne sono rimaste un paio...

    RispondiElimina
  4. Mmm..che belle queste ciambelline! Saranno buonissimeee:P Bacioni

    RispondiElimina
  5. Stasera sto facendo la torta di rose... Ora sta lievitando... Poi ti diro'. P.S.: Bellissimo il tuo blog con le immagini, complimenti! Ciao e buona serata :-)

    RispondiElimina
  6. Antonella: non vedo l'ora di sapere come ti è venuta!!!! Sono sicura che sarà buonissima e bellissima! Dammi presto notizie.
    Bacioni
    Anna

    RispondiElimina
  7. buona domenica
    le tue ciambelline sembrano squisite
    a presto lu

    RispondiElimina
  8. Lu: buona domenica anche a te!

    RispondiElimina
  9. Questo è il bello della cucina....anche quando si mescola quello che si ha e ne escono queste delizie! bravissima, baci

    RispondiElimina
  10. Ciao Anna, anzi Nonna Papera hihi, mi è venuta una voglia di ciambelle che non hai idea!! Ne voglio unaaaaaaaaaaa :-)
    C'è un premio per te, quando puoi passa da me.
    Bacii

    RispondiElimina
  11. Che belle ciambelline!!! Meglio di quelle di nonna papaera!
    Vedo che anche i salati sono il tuo forte! Se ti va potresti preparare una quiche da aggiungere alla mia raccolta e partecipare al mio contest (http://marcellaincucina.blogspot.com/2011/03/dimmi-che-faiti-diro-quichei-il-mio.html)
    Saluti
    Marcella

    RispondiElimina
  12. Gianni: hai proprio ragione!

    Valentina: grazie!!!!!!! per ricambiare ti aspetto alla fattoria con un piatto di ciambelle (le nasconderò perchè se le trova quel golosone di Ciccio sono guai...)

    RispondiElimina

Lasciami un commento!