FOCACCINE AL MAIS E POLLO ALLA MESSICANA...BIPOLARE...

By giovedì, marzo 31, 2011 ,

Chi mi conosce bene spesso mi accusa di soffrire della "sindrome di Pollyanna". Ovvero quella tara mentale che fa vedere sempre rosa anche dove c'è solo nero. Spesso le persone si irritano ad esempio quando inizia a piovere all'improvviso proprio mentre i bambini stanno uscendo da scuola e nessuno ha con sè l'ombrello e io me ne esco con "che bello sono sicura che poi uscirà l'arcobaleno!" (e chissenefrega borbotta fra i denti la signora a cui è andata in fumo la messimpiega...)oppure quando una delle mie figlie prende un brutto voto a scuola e io tiro fuori l'infelice frase "poteva andare peggio..." (mamma! peggio di così???) O quando arriva una megabolletta del gas di quelle che fanno saltare le coronarie appena la apri e io dico allo sconsolato marito "dai meno male che gas e luce arrivano a mesi alterni..." (sai che fortuna...così siamo fregati per ben dodici mesi all'anno...) Le rispostacce che prendo veramente non ve le sto a raccontare perchè c'è la censura.  Quello che però molti non sanno è che in realtà dentro di me vive anche una seguace di Giacomo Leopardi, avete presente il pessimismo cosmico? Ecco io di più. Praticamente ho una personalità bipolare. Sono pericolosa. E oggi è proprio una giornata così: non so se sono triste o felice, non so se ridere o piangere... Sono pericolosa. Ma non ditelo a nessuno. Così con nonchalance posto una ricetta di quelle che o la si ama o la si odia. Insomma, una ricetta bipolare...
Premetto che questa ricetta è per chi ama davvero il gusto piccante e non ha paura di andare a fuoco. E' uno di quei piatti in cui bisogna PER FORZA aggiungere tanto peperoncino, un piatto di carattere Detto questo, se non avete paura di sputare fiamme come un draghetto e amate gli accostamenti "robusti", è il piatto che fa per voi. Perfetto per una cena fra amici, accompagnato da riso pilaf , focaccine al mais una bella birra ghiacciata. Cominciamo con le focaccine che sono ottime e fanno tanto Messico...
INGREDIENTI
300 grammi di farina manitoba
200 grammi di farina di mais (io ho usato il tipo fioretto che è macinata più finemente)
un cubetto di lievito di birra fresco
due cucchiaini di zucchero
olio evo
sale
acqua minerale gasata
In una ciotolina sciogliere il lievito di birra con lo zucchero e un bicchiere piccolo d'acqua. Mescolare bene e far riposare cinque minuti.
Mettere in una grossa ciotola le due farine, unire un cucchiaino di sale, due cucchiai di olio e il composto di lievito. Cominciare a impastare unendo poco a poco dell'acqua minerale gasata a temperatura ambiente. Aggiungerla solo quando la precedente è ben assorbita dall'impasto, fino a ottenere una massa morbida ma non appiccicosa. Mettere l'impasto sul tavolo infarinato e lavorarlo bene. Disporlo in una grossa ciotola unta, coprirlo con pellicola per alimenti e mettere a lievitare al riparo da correnti d'aria per un paio d'ore.
Rimetterlo sul piano e lavorarlo per qualche minuto. Stendere l'impasto piuttosto sottile e con un tagliabiscotti o più semplicemente un bicchiere col bordo infarinato ricavare tante focaccine. Disporle sulla teglia del forno distanziandole fra loro e farle lievitare per un'altra ora. Accendere il forno a 250 gradi, spennellare le focaccine con l'olio, cospargere di sale e, quando il forno è caldo, infornare a metà altezza. Cuocere finchè non sono dorate (ci vorranno dai 15 ai 25 minuti, dipende dal vostro forno).

INGREDIENTI PER IL POLLO (questo è per sei)
800 grammi di fettine di petto di pollo
quattro o cinque bei peperoni (gialli,rossi e verdi così il piatto sarà coloratissimo)
una scatola di fagioli borlotti ben scolati dal liquido di conservazione
passata di pomodoro (o se riuscite a trovarla salsa piccante messicana, io la trovo al super è una salsa di pomodoro piccante e aromatica)
mezza cipolla
olio evo
peperoncino piccante (va bene anche quello in polvere ma se avete quello fresco è tutta un'altra cosa!)
sale

Tagliare il pollo a listarelle, infarinarlo e togliere bene la farina in eccesso. In una padella scaldare qualche cucchiaio d'olio e rosolare bene il pollo. Tenerlo in caldo.
In un tegame largo e basso mettere un bel giro d'olio e disporvi i peperoni tagliati a listarelle. Cuocerli a fiamma dolce fino a quando saranno morbidi, aggiungere la cipolla tagliata a velo e infine il pollo. Mescolare bene e lasciare insaporire qualche minuto. Aggiungere la passata di pomodoro (o la salsa messicana) e lasciar insaporire cinque minuti. Regolare di sale, aggiungere i fagioli e abbondante peperoncino. L'aggiunta del peperoncino e a libera interpretazione del cuoco. Ho già detto che è un piatto che viene bene molto piccante ma tenente conto anche dei gusti dei vostri commensali: non si può rischiare di mandare qualcuno a fuoco!
Lasciar cuocere ancora una decina di minuti, finchè i sapori non sono ben amalgamati.
Servire ben caldo accompagnando con riso pilaf e le focaccine di mais.
Anna
P.S. qualcuno può aiutarmi a capire come posso fare per caricare le foto sul blog? Lo so che sono proprio interdetta ma abbiate pietà di me...

You Might Also Like

12 commenti

  1. Complimenti per la ricetta! Un piatto particolare e sicuramente delizioso! Da provare...:)

    RispondiElimina
  2. Mia cara Anna è come se avessi descritto il mio carattere!! Sono come te, appartengo al segno dei gemelli, quindi doppia personalità, e tu di che segno sei?
    Una cosa in comune non l'abbiamo: la cucina! Da qualche anno preparo da mangiare per forza, purtroppo! Speriamo mi ritorni la voglia!!!!
    Complimenti per la ricetta!!
    Un forte abbraccio
    Francy

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna,
    interessantissima questa ricetta, domani andrò a fare la spesa e nella lista inserirò il necessario per farla. Poi ti faccio sapere.
    buon pomeriggio.

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna, mi servirebbe una bella dose del tuo primo polo... quello da Pollyanna! Il secondo polo, quello del pessimismo lo conosco bene, ahimè! Che bella questa ricetta "caliente", da provare in fretta prima del solleone estivo!

    Per caricare le foto, una volta che le hai scaricate sul tuo pc dalla fotocamera, devi cliccare sull'icona in alto a destra (quella colorata che rappresenta appunto una foto) nella schermata che usi per scrivere un nuovo post; Si apre una finestra che ti chiede di scegliere una foto dal pc e tu devi indicare quale; aspetti qualche secondo e poi ti ritrovi la foto nello spazio bianco in cui scrivi i post. Non so se sono riuscita a spiegarmi, è più facile farlo che raccontarlo (se lo so fare io...); provaci.
    Un abbraccio, Sara

    RispondiElimina
  5. Alessia:grazie!

    Francesca: grazie perchè passi qui a trovarmi anche se la cucina al momento non è fra i tuoi interessi. Spero di riuscire a farti cambiare idea! A proposito io sono un sagittario ascendente capricorno ecco spiegata la doppia personalità...

    Franci: provalo e fammi sapere, le mie figlie ne vanno pazze!

    Sara: grazie per le tue indicazioni. Nel fine settimana mi metto d'impegno per risolvere definitivamente questa mia mancanza! Quando vuoi una dose di "Pollyanna" io sono qui....

    RispondiElimina
  6. grazie della tua visita ed eccomi qui a scoprire il tuo blog ...anche se già dalle prime righe quanto mi somigli!!una buona giornata a te

    RispondiElimina
  7. Beh, sempre meglio vedere il bicchiere mezzo pieno che mezzo vuoto, no? Grazie per la ricetta, non ho paura di andare a fuoco...

    RispondiElimina
  8. Caty: grazie per essere passata, ne sono davvero felice!

    Antonella: decisamente si sta meglio quando si vede il bicchiere mezzo pieno...

    RispondiElimina
  9. Cara Anna, sarai sempre la benvenuta nella mia adorata Winter Home, tutte noi fiocchi di neve ti accoglieremo quando vorrai :-)

    Argante

    RispondiElimina
  10. che meraviglia di pensieri positivi...
    grazie!

    RispondiElimina
  11. bravissima come sempre ... con le foto il tuo blog diventerà meraviglioso ... segui le indicazioni che ti hanno già dato e vedrai che sarà facile
    a presto

    RispondiElimina
  12. Argante: grazie...

    Irene: i pensieri positivi sei tu che li ispiri a chi ti segue...

    Manuela: ho capito che le difficoltà sono dovute alla macchinetta digitale che ha qualcosa che non va. Ma supererò questo scoglio (magari facendomene regalare una decente dal marito (eh...eh...). Il prossimo post avrà le foto: è una promessa!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!