I NUOVI INIZI

By mercoledì, giugno 24, 2020 , ,

Buffo riaprire il blog dopo più di un anno e avere un attimo in cui resto disorientata perchè mi sembra di non ricordare quello che devo fare.
Poi, come respirare e camminare, tutto viene naturale e le dita corrono sulla tastiera.
Ciao blog. Ciao casetta virtuale. Ciao lettori e lettrici.
E' passato più di un anno. Un anno denso e appiccicoso, uno di quegli anni che non puoi dimenticare.
Vi avevo lasciato con un post pieno di serenità in cui raccontavo un nuovo stile di vita, lento, sereno e consapevole. E ci credevo veramente.
Ma, come spesso accade nella vita, il fato aveva deciso diversamente.
Poco dopo la pubblicazione di quel post hanno iniziato a caderci in testa una serie di sassolini che poi sono diventati pietre di considerevole dimensione ed infine una vera e propria pioggia di meteoriti.
In questo anno sono successe più cose che non negli ultimi dieci anni.
Alcune le abbiamo del tutto superate, altre sono "in lavorazione" e altre ancora in alto mare.
Fra tanti sassi più o meno grandi però c'è stato un evento che ci ha davvero cambiato la vita in meglio anche se è stato preceduto da così tante lacrime che ad un certo punto ho pensato che il mio corpo non avrebbe potuto produrne altre.
Chi mi segue su Instagram già sa, però provo a raccontare anche qui.
Lo scorso luglio abbiamo ricevuto una notizia meravigliosa: la mia bambina più grande sarebbe diventata mamma alla fine di marzo. Ancora ricordo la gioia, le farfalle nella pancia, l'assoluta felicità. Ci siamo innamorati subito di quel fagiolino colmo di promesse.
Il 20 di marzo era la data presunta del parto.
Ma il 13 dicembre, nell'unica giornata di neve di questo strano inverno, è nata Olivia, con un cesareo d'urgenza dovuto ad una grave forma di gestosi che ha colpito la sua mamma.
Non potrò mai dimenticare la paura, lo sconcerto, il gelo che sentivamo.
Olivia alla nascita pesava solo 590 grammi.
Non ci sono stati fiocchi di nascita, palloncini e festeggiamenti.
Solo lo sguardo preoccupato del neonatologo che parlava di basse probabilità di sopravvivenza.
Sono stati mesi bui, spaventosi.
Ma, a discapito di tutte le nefaste previsioni, la nostra Olivia ha lottato e ce l'ha fatta.
Olivia ha la grinta di un supereroe, è la dimostrazione che i miracoli esistono.
Mi ha cambiata profondamente perchè ora so che niente è impossibile.
A Marzo Olivia è uscita dall'ospedale ed è finalmente andata a casa con la sua mamma e il suo papà.
Contemporaneamente io ho iniziato a collaborare con una donna fantastica che mi ha ridato fiducia nelle persone e nel mondo del lavoro. Un lavoro nuovo che mi ha consentito di lavorare nella dimensione che mi è più congeniale, lo smart working.
Poi è arrivato il lockdown.
Nelle settimane di isolamento per fortuna ho continuato a lavorare da casa.
Ho anche pensato tantissimo.
Ho riflettuto su chi sono e su chi voglio diventare. E ci sto lavorando.
Abbiamo ancora tanti macigni da far rotolare via ma anche tanta forza per spingerli via.
Quindi è il momento di ricominciare anche con il blog.
Ricomincio piano, in punta di piedi. Ho quasi timore perchè devo ricominciare a sentire mio questo spazio. Devo ritrovare la voglia e la disinvoltura nel condividere.
Ho tante cose da dire ma devo trovare il modo giusto per dirle.
Intanto sono qui. Mi siete mancati...



You Might Also Like

9 commenti

  1. bentornata e complimenti per tutto nascita,superamento difficoltà,aumento di peso per la bimba,un bacione a mamma e papà

    RispondiElimina
  2. Bentornata Anna ,non sai quanto aspettassi questo tuo post! Che Olivia sia una vera forza della natura l'ha già ampiamente dimostrato! Felice che tutto cominci a girare per il meglio ti auguro solo cose belle! Baci Alda.

    RispondiElimina
  3. Bentornata Anna e benvenuta a Olivia! Davvero una partenza difficile per lei e per tutti voi, ma che bellezza che è diventata! Un bacino speciale a lei e un abbraccio a te!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!