VEGAN FRIDAY: BRIOCHE ALL'ACQUA

By venerdì, marzo 10, 2017 , , , ,


Eccoci dunque al secondo appuntamento con il "vegan friday".
In questa settimana ho letto talmente tante cose sull'argomento "vegan" da essere quasi stordita.
Ho capito che ci sono tantissimi pregiudizi e tanta disinformazione.
Che esiste una lotta tremenda fra un certo tipo di vegani e un certo tipo di onnivori.
Che esistono (come per tutti gli argomenti) persone convinte di avere il sapere in tasca, assolutamente incapaci di confronti e discussioni costruttive.
Del resto è risaputo che il calderone del web da voce a personaggi che andrebbero gentilmente imbavagliati.
Ho visto cose che voi umani...
Carnivori convinti che postano immagini di porchette allo spiedo (francamente inquietanti) su pagine social vegane e vegani integralisti che insultano augurando le peggio cose a chiunque consumi qualsiasi alimento o altro di origine animale.
Però ho anche visitato pagine vegan assolutamente deliziose, ho letto commenti e post di persone che mi sono piaciute così tanto che mi piacerebbe poterle conoscere personalmente.
Molti di loro mi hanno dato consigli preziosi e hanno risposto con pazienza alle mie domande.
Qualcuno invece non ha nemmeno risposto ai miei messaggi: evidentemente gli impegni erano troppi...
Comunque, grazie alla disponibilità di molti, ho imparato come sostituire alcuni alimenti nelle ricette vegane.
Ad esempio, un uovo, può essere sostituito con:
- 2 cucchiai di latte di soia in polvere mescolato con 2 cucchiai di acqua
- 2 cucchiai di fecola di patate
- 2 cucchiai di amido di mais
- circa 40 grammi di yogurt di soia
- 2 cucchiai di farina di ceci (ho sperimentato che, se amalgamata con poca acqua, ha un grande potere addensante se preparate hamburger veg, polpette, ecc.)
- patata lessa (particolarmente indicata per polpette e hamburger veg)
- mezza banana (nei dolci)
- mezza mela grattugiata (nei dolci)

Un altro ingrediente sostituibile con facilità è il burro:
- per tutte le ricette, dolci e salate, un validissimo sostituto del burro è l'olio, extravergine d'oliva, di semi o altro ma per i dolci ho recentemente scoperto l'olio di riso: leggerissimo, dal sapore neutro e delicato è diventato l'ingrediente segreto di quasi tutti i miei dolci (la proporzione è per 100 grammi di burro 80 grammi d'olio)
- altri due perfetti sostituti sono la panna di soia e lo yogurt di soia (125 grammi per 100 grammi di burro)
- anche la polpa di avocado può sostituire il burro

Infine il latte:
- è il più semplice da sostituire usando qualsiasi latte vegetale: di riso, di mandorla, di cocco, di avena e di soia; quest'ultimo è quello che trovo più versatile anche perchè si monta benissimo e ogni mattina posso prepararmi un delizioso cappuccino anche se non bevo latte vaccino.
- un perfetto sostituto del latte è anche l'acqua: come nella ricetta che vi propongo oggi, delle sofficissime e morbide brioche all'acqua che io ho gustato con la mia marmellata preferita ma che sono buonissime anche da sole.

(fonte di queste informazioni il sito vegolosi.it)

******

Il menù che vi propongo oggi:

Colazione:
- tè nero al limone e zenzero
- brioche vegane con marmellata ai frutti rossi (ricetta a seguire)



Pranzo:
- Penne con peperoni e basilico (omettendo il pecorino per servire, ricetta qui)
- Insalata di finocchio, mela verde e noci (ricetta qui)



Cena:
- vellutata di zucca e carote (ricetta qui)
- tris di creme: hummus di ceci, pesto di pomodori secchie e noci, crema di melanzane (ricetta qui) con crackers al rosmarino (ricetta qui)



******



INGREDIENTI
250 grammi di farina manitoba
125 millilitri di acqua appena tiepida
un terzo di bustina di lievito di birra disidratato
70 grammi di zucchero
1 pizzico di sale
30 grammi di olio di riso
la buccia grattugiata di un limone bio
la buccia grattugiata di un'arancia bio
i semi di mezza bacca di vaniglia


Ho trovato la ricetta di queste piccole meraviglie qui.
Io ho variato alcune cose ma davvero pochissime.

Ho impastato tutti gli ingredienti in una ciotola capiente, aggiungendo l'olio poco alla volta e solo dopo che il precedente era stato bel assorbito.
Deve risultare un impasto liscio, lucido e ben incordato.
Va lavorato a lungo quindi se, come me, non avete una planetaria, armatevi di pazienza e bicipiti.
A questo punto bisogna trasferire l'impasto in un contenitore con coperchio (oppure coperto con della pellicola) e bisogna lasciarlo lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio (per me ci è voluta un'ora).
A questo punto riprendere l'impasto, lavorarlo brevemente per sgonfiarlo, rimetterlo nel contenitore, coprirlo e trasferirlo in frigorifero per tre ore.
Togliere dal frigorifero e formare otto palline di impasto.
Io a questo punto ho fatto la scelta di posizionare ogni pallina in un contenitore per muffin ma la prossima volta proverò a formare dei panini tondi come ha fatto l'autrice della ricetta.
Ho messo i contenitori in una teglia che ho coperto e messo a lievitare nel forno spento (appena intiepidito per pochi minuti).
Ho lasciato lievitare fino al raddoppio, ho tolto la teglia dal forno, l'ho portato alla temperatura di 180 gradi e ho poi infornato e cotto le brioche per 15 minuti.

Vi assicuro che il profumo che aleggiava in casa era meraviglioso.
Una volta fredde le ho sformate e cosparse di zucchero a velo.
Non hanno niente da invidiare alle brioche che contengono uova e burro, sono sofficissime e profumate, decisamente una meravigliosa scoperta.






You Might Also Like

6 commenti

  1. Mi piace proprio tanto questo bell'appuntamento, sai cara?! Proverò queste tue tortine quanto prima! Anche io mi sto approcciando timidamente all'argomento...rimango onnivora, quello si, ma alleggerire la nostra alimentazione fa solo bene! Bacio

    RispondiElimina
  2. A me piace provare tutti, non sono vegana ne vegetariana ma assumo con piacere verdura e frutta a volontà e molto spesso i miei piatti sono privi di carne, questo menù mia cara è perfetto! Baci e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  3. Io non sono vegana ,ma voglio assolutamente provarli!
    Grazie!

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna, anche io come Ely sono un onnivora che limita l'uso di carne al minimo e che per motivi di salute ha eliminato i latticini e derivati, dalla dieta. Se poi aggiungi una innata curiosità per i sapori e i cibi capirai il mio entusiasmo per questo nuovo vegan-Friday che hai introdotto. Se non lo hai mai provato, mi permetto di darti un suggerimento per sostituire il burro nei dolci: crema di mandorle. Non è dietetica certo, ma sostituisce degnamente il burro e permette di ridurre la quantità di zucchero. Ma è solo un'idea, la maestra sei tu!!!! E adesso provo a cimentarmi con questi dolcetti. Buona settimana Carla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla ti ringrazio tantissimo per il suggerimento! Sto sperimentando tantissimi abbinamenti che non avevo mai preso in considerazione e mi sto divertendo tantissimo! Ieri ho preparato dei cioccolatini vegani che, ti giuro, sono da svenimento! Li proporrò in uno dei prossimi venerdì perchè dovete assolutamente provarli. Domani vado a cercare la crema di mandorle (dovrei trovarla al NaturaSì, cosa dici?) perchè mi hai fatto venire un'idea fantastica! ti dirò... Intanto grazie!
      p.s. maestra io? ahahahah io sono un'allieva... molto volenterosa, soprattutto negli assaggi :)) ♥

      Elimina
  5. Io l'ho trovata all' Esselunga ma credo che nei negozi biologici ci sia di sicuro. Per gli assaggi io ci sono sempre...:-))

    RispondiElimina

Lasciami un commento!