FAJITAS MESSICANE CON CARNE E VERDURE... UN LUNEDI' MATTINA DIVERSAMENTE NORMALE...

By lunedì, marzo 03, 2014 , , , ,



Ci sono dei lunedì che nascono male, crescono peggio e alle nove e mezzo del mattino ti chiedi come finiranno.
Che poi sono subdoli, questi lunedì... cominciano travestiti da "giornata normale" per poi precipitare in un clima surreale e fantozziano dove vorresti gridare "Ehiii... ma dov'è la telecamera????"... " E... a proposito... col cavolo che ti firmo la liberatoria!!!".

Così ti aspetti che, visto che la sveglia suona come sempre alle sei, il marito si alza e striscia fino in bagno,  il cane abbaia come fossimo tutti in pericolo di vita (tutto come al solito) sarà un lunedì come tutti gli altri...

Invece è un lunedì in cui tua figlia in partenza ti chiama disperata da un telefono pubblico della stazione per dirti che ha perso il cellulare e DAVVERO non sa come questo sia potuto accadere.

E' un lunedì in cui devi chiamare l'altra tua figlia dicendole di tornare indietro a recuperare la sua disperata sorella per riportarla a casa perchè, per quel giorno, di tornare all'università non se ne parla (che poi lei non è che sia proprio felice di dover fare inversione fra gli improperi dei camionisti).

E' il lunedì in cui sei costretta ad uscire con i pantaloni della tuta sopra il pigiama e con gli stivali senza calze (sì lo so che pantaloni della tuta e stivali è un look da ospedale psichiatrico ma non ero dell'umore giusto per essere "fescion") per accompagnare a scuola tuo figlio visto che l'amichetta con cui va a scuola ogni mattina oggi ha mal di pancia e la sua (adorabile) mamma ha pensato bene di fartelo sapere cinque minuti prima dell'orario in cui di solito i due pargoli escono di casa (lo so che me la invidiate e la volete voi come vicina di casa ma nun se po' fà... è tutta mia... fortunella che sono).

E' il lunedì mattina in cui speri, viste le condizioni pietose in cui ti trovi, il look da ospedale psichiatrico e le occhiaie color antracite, di non incontrare nessuno ed invece pare che il mondo intero si sia dato appuntamento nei pressi della scuola elementare e per l'occasione si son tutti fatti belli. Pare.

E' il lunedì mattina in cui ti viene fatto notare che "forse dovresti truccarti un pochino prima di uscire di casa" (e tu dovresti ingoiarti la lingua prima di parlare... ecco.).

E' il lunedì mattina in cui tornando indietro trovi nel parcheggio davanti a casa due figlie profughe e stremate e ti viene comunicato fra risate isteriche che il cellulare scomparso è stato appena ritrovato nella cucitura del cappotto, dove era scivolato attraverso un buco nella tasca. E non sai se ridere o piangere. E nel dubbio fai entrambe le cose.

E' il lunedì mattina in cui rientri in casa e scopri che il tuo adorato cagnolino ha deciso di alzare la sua adorabile zampetta e di fare pipì proprio contro il tuo divano bianco. BIANCO. E lo adori ancora, sia chiaro, solo un filino meno.

E' il lunedì mattina in cui scopri che la tua connessione non funziona e perdi venti minuti per capire come mai... salvo poi scoprire che qualcuno aveva ACCIDENTALMENTE spento il modem.

E' il lunedì mattina in cui mentre sei lanciata in un turpiloquio da scaricatore di porto scopri di avere ancora in linea l'operatore della telecom perchè (guarda tu il destino) ti sei dimenticata di schiacciare il tastino per interrompere la telefonata.

Ecco... e la cosa veramente preoccupante è che è ANCORA lunedì mattina...

******



INGREDIENTI
(per quattro persone)
4 tortillas pronte
250 grammi di carne macinata di manzo
una scatola piccola di fagioli rossi
un peperone rosso tagliato a pezzetti
una zucchina tagliata a piccoli cubetti
una cipolla tritata
tre pomodori privati dei semi e tagliati a cubetti
uno spicchio d'aglio tritato
olio d'oliva 
salsa messicana
sale
peperoncino in polvere

In una padella far rosolare l'aglio e la cipolla.
Unire il peperone, la zucchina e far cuocere per cinque minuti tenendo la fiamma bassa e mescolando spesso.
Aggiungere i pomodori, mescolare e aggiungere la carne, i fagioli, una decina di cucchiai di salsa messicana (io la trovo al supermercato).
Regolare di sale, aggiungere peperoncino a piacere e far cuocere per una quindicina di minuti.
Scaldare il forno portandolo a 180 gradi.
Farcire le tortillas e scaldarle in forno per una decina di minuti.
Io le ho servite con patatine fritte ma sono perfette anche con un'insalata mista e magari salsa guacamole...

You Might Also Like

8 commenti

  1. -_- questa è per il lunedì traumatico...sarà che tutti i lunedì iniziano pressapoco così ultimamente
    :D questa è per la ricetta me gustaaaa e non poco,mi seviva giusto una ricettina per la cena di questa sera e siccome è lunedì il mio cervello è ancora in panne e nn sapevo cosa fare
    Per il resto....sa và :*

    RispondiElimina
  2. Sono serissima per paura che mi banni.
    Ma dentro mi sto sbellicando. .. io adoro la tua normalità. ♡

    RispondiElimina
  3. ... anche io non rido. assolutamente no!
    e mi rassicura il fatto che ognuna di noi ha quelle giornate che sarebbe meglio dimenticare!
    un abbraccio Anna cara!

    RispondiElimina
  4. certo quando hai postato su FB il tuo stato questa mattina,.. cos'erano le 9,30? certo mai avrei immaginato tutto questo, beh mica male... e poi abbiamo anche continuato a meraviglia in chat, sarà mica una strana congiuntura astrale!!! Aiutoooo
    però tu sei sempre bravissima
    s

    RispondiElimina
  5. A parte che sto ridendo in ufficio dietro lo schermo come una da "ospedale psichiatrico", a parte che mi sembrava di guardarmi allo specchio....MITICAAAAAAAAAA!!! Sei troppo forte!!!
    Beh!!! iconizzo questo post per tirarmi su il morale non appena l'aria diventerà irrespirabile!!!!
    Un abbracciotto

    RispondiElimina
  6. Io mi rivedo molto nella tuta con gli stivali sotto...una volta mi ha beccata vestita così il mio compagno, e da allora non oso più rifare l'abbinata!!! comunque complimenti per il tuo blog!!! :-)

    RispondiElimina
  7. Anna con una mano sulla spalla ti consolo, il cuore ride follemente, e la testa di conforta pensando che stevcose non succedono solo a me!! Soprattutto il cellulare caduto nel buco della giacca hahhahaahh mentre io piangevo disperata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhhh... il cellulare che scivola nel buco della tasca della giacca è un classico... noi l'abbiamo sperimentato anche con le chiavi della macchina!
      un abbraccio
      Anna

      Elimina

Lasciami un commento!