BAMBININCUCINA: LA TORTA SEMPLICE AL CIOCCOLATO

By mercoledì, novembre 14, 2012



Poche cose danno più soddisfazione di una torta perfettamente riuscita preparata con le proprie mani.
Immaginate di essere un bimbo (o meglio ricordate com'era essere un bimbo) e di osservare la mamma o la nonna che in cucina preparano una torta.
Immaginate che ogni gesto che da adulti diamo per scontato venga visto con gli occhi di un bambino e che quindi acquisti un sapore di magia e miracolo.
Immaginate di essere un bimbo e di poter realizzare voi quel miracolo.
Un po' di farina, un paio di uova, zucchero, lievito e cioccolato, un piccolo vasetto di yogurt da usare come misurino così non ci si confonde con i numeri che i numeri quando si è piccolini sono un po' traditori...
Un impasto che cresce nel forno caldo, il profumo che cambia e si fa penetrante...
La gioia di assaggiare la prima torta preparata con le proprie mani...




INGREDIENTI
un vasetto di yogurt bianco
due vasetti di zucchero
tre vasetti di farina
mezzo vasetto di olio di semi di soia
tre uova
una bustina di lievito per dolci
due tavolette di cioccolato fondente da 100 grammi ciascuna
poco burro per la teglia
zuccherini colorati per decorare

Far fondere a bagnomaria il cioccolato (questo lo deve fare un adulto).
Mescolare in una ciotola lo yogurt con lo zucchero e le uova (può farlo il bambino).
Unire la farina , il lievito ed infine l'olio (il bambino con l'aiuto di un adulto).
Mescolare bene e unire il cioccolato fuso tenendone da parte un po' per decorare la torta (il bambino con l'aiuto di un adulto).
Ungere bene la tortiera con il burro (può farlo il bambino da solo e si divertirà molto).
Versare l'impasto nella tortiera (può farlo il bambino).
Infornare a 170 gradi per 35 minuti. (il bambino con l'aiuto di un adulto).
Sfornare la torta (il bambino con l'aiuto di un adulto).
Quanto è fredda decorare con il cioccolato fuso e gli zuccherini colorati (può farlo il bambino da solo e si divertirà molto).



Scegliete sempre una ricetta semplicissima da far fare ai vostri bambini.
Aiutateli nei passaggi critici ma lasciateli fare da soli appena è possibile.
Lasciateli pasticciare e decorare la torta come vogliono e lodateli per il risultato ottenuto.
Cucinare per un bambino è un modo per imparare a credere in sè stesso e nelle proprie capacità.
Resterete stupiti dai risultati.




You Might Also Like

12 commenti

  1. Grazie per compartire...!!! Sembra come dite voi molto semplice...un bacio

    RispondiElimina
  2. buonissima e facilissima... Complimenti :)

    RispondiElimina
  3. Cade proprio a fagiolo, questa ricetta!
    Ogni anno mia figlia organizza una MERENDA SOTTO L'ALBERO per le sue amiche di scuola...
    Sarà bellissimo anche quest'anno, preparare una torta cioccolatosa come questa...
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  4. un post che evoca immagini dolci di famiglia momenti di condivisione che rimangono per sempre nel cuore di grandi e piccini:)

    RispondiElimina
  5. sfido sia coì buona...hai degli aiutanti magnifici!
    bacioni cara!

    RispondiElimina
  6. un post dolcissimo sotto tutti gli aspetti, un abbraccio Lory

    RispondiElimina
  7. Più è semplice, più è buona!
    Alla prossima

    RispondiElimina
  8. Questo post è bellissimo...sai di questo contest?
    http://scorzadarancia.blogspot.it/2012/09/cucinando-con-i-bambini-piccoli-chef-ai.html

    Sembra fatto a posta!! ^_^

    RispondiElimina
  9. Ricordo con piacere e un pizzico di nostalgia i tempi in cui mio figlio pasticciava con me in cucina. Mi piace questa ricetta, semplice, genuina e gustosa. Paola

    RispondiElimina
  10. concordo in pieno! il mio bimbo "grande" ha solo 4 anni ma ogni volta che voglio farlo felice gli metto il suo grembiulino da cucina e già vedo che gli occhi gli si accendono! oddio, non sono certo risultati che poi pubblico sul blog ; ) ma insieme ci divertiamo come matti!

    RispondiElimina
  11. Vero, la magia sta in queste piccole cose, ricordo com'era aiutare mamma o nonna a preparare una torta, ricordo com'era sentire i profumi spandersi per casa, sentire che quello era un giorno speciale. Ora per quanto abbia solo 16 mesi, vedo gli occhi incantati di Alice Ginevra quando mi accingo a preparare un dolce o un lievitato e già pretende di aiutare, che nel suo caso significa accendere e spegnere la bilancia, rimestare la farina in una ciotola(e infilarci infine anche le mani) e stare a guardare il forno acceso, dicendo ogni tanto "Ohhh!"...fino a quando la torta è sfornata, pronta da mangiare e allora è la prima a farsi avanti rivendicandone una fettina.
    Stupendissima la tua torta perchè ha tutti i valori aggiunti del mondo.
    Bacioni e buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina

Lasciami un commento!