CREMA DI FAVE... L'IMPORTANZA DELLE PICCOLE COSE

By martedì, aprile 24, 2012 , ,




Fuori sta diluviando. Un tempo da lupi che non si fa mancare niente: raffiche di vento, pioggia battente e freddo.
Sono tornata a casa dopo aver accompagnato il Nano a scuola, ridotta come una profuga, con le scarpe fradice (forse infilarsi le ballerine senza calze non è stata proprio una felice idea), i capelli appiccicati alla faccia in stile Samara di The Ring e la consapevolezza di essere abbastanza vecchia da sentire i dolori dell'artrite.
Ho buttato scarpe e vestiti in lavanderia e mi sono regalata una doccia bollente, un cardigan morbido e un paio di calzini caldi.
Ho acceso una candela profumata e mi sono preparata un tè ai frutti di bosco.
Mi sono seduta al computer pronta per iniziare la mia mattinata e improvvisamente mi sono sentita, per un perfetto attimo, assolutamente felice.
Sono queste piccole cose, semplici e quotidiane a farmi sentire bene.
Non ho bisogno di grandi cose.
Mi basta sentire il profumo del pane che cuoce.
Non mi servono gioielli.
Preferisco le mie pentole.
Non ho bisogno di viaggi lussuosi.
Mi basta un libro che mi catturi e mi faccia sognare.
Sono perfettamente felice quando una pentola borbotta sul fuoco e la pioggia batte sui vetri.
Quando alla sera, dopo una lunga giornata, posso sdraiarmi fra le lenzuola pulite e lasciarmi avvolgere dalle calde e sicure braccia di sempre, le stesse braccia che mi stringono da tanti anni, che hanno cullato i nostri figli, che sono il mio rifugio durante la tempesta.
Sono felice quando rido fino alle lacrime con le mie ragazze, senza un vero perchè. Si ride di nulla e di tutto.
E quando poggio le labbra nell'incavo del collo del mio bambino e aspiro il suo odore di bimbo, di corse e di vita.
Sto bene quando inforno una torta mentre un raggio di sole illumina la cucina e l'odore del caffè avvolge l'aria.
E quando cammino scalza nell'erba del giardino per andare a cogliere la salvia e il rosmarino.
Sono le piccole cose a rendere la nostra vita degna di essere vissuta.



INGREDIENTI
500 grammi di fave secche decorticate
una piccola patata
un pezzettino di carota
un pezzettino di sedano
un pezzettino di cipolla
uno spicchio d'aglio
una foglia di alloro
olio extravergine
sale


Mettere a bagno le fave secche per una notte.
Il mattino successivo, sciacquarle sotto acqua corrente e versarle in una pentola con lo spicchio d'aglio, la patata tagliata a pezzi, il sedano, la carota, la cipolla e la foglia di alloro. Coprire d'acqua e far cuocere per un'ora circa avendo l'accortezza, quando comincia a comparire la prima schiuma, di toglierla man mano con un mestolo. Quando la schiuma smette di formarsi, abbassare la fiamma, coprire parzialmente e mescolare ogni tanto con un cucchiaio di legno aggiungendo acqua bollente se necessario.
Quando le fave sono ben cotte, spegnere il fuoco, regolare ed eliminare la foglia di alloro.
Frullare con un frullatore ad immersione.
Rimettere sul fuoco un paio di minuti e servire ben caldo con un filo di olio extravergine.
A piacere su può aggiungere una spolverata di pepe oppure un pizzico di peperoncino.



You Might Also Like

21 commenti

  1. Anna, io ti adoro proprio per questo: tu e il tuo blog siete pieni, ricchi, straripanti di quei piccoli miracoli quotidiani che rendono la vita davvero viva! Le tue parole sono meravigliose e condivido in pieno il tuo stato d'animo di fronte ad alcune di queste gioie quotidiane (solo alcune, perchè altre le devo ancora "provare"): per tutto questo, GRAZIE!

    RispondiElimina
  2. Silvia grazie davvero per le tue parole...
    baci

    RispondiElimina
  3. ciaoo
    buongiorno
    blog visit
    http://laracroft3.skynetblogs.be
    http://lunatic.skynetblogs.be

    RispondiElimina
  4. hai perfettamente ragione .. a la faccia di chi crede che i soldi fanno la felicità! nono..a me basta una torta in forno :) eheheh

    RispondiElimina
  5. che meraviglia e concordo in pieno, com'è bella la vita ;-)

    RispondiElimina
  6. Saprai certamente che le fave, secondo me,più delle Orecchiette e Cime di Rape sono il piatto nazionale di noi pugliesi con la 'Ncapriata o Faf e Fogghie. Le facciamo in modo diverso ma, viva la differenza, questo tuo modo è interessante, penso proprio di provarlo. Vienici a trovare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimmo! Grazie di essere passato di qua! Questa versione so che è un po' diversa da quella "ufficiale". Così me le preparava mia nonna, pugliese, ed era la versione di casa sua. Io la adoro! Se la provi fammi sapere!
      Passo senz'altro a trovarti!

      Elimina
  7. Sono assolutamente d'accordo, dovremmo ricordaecelo + spesso ;)

    RispondiElimina
  8. Bisogna sempre godere delle piccole cose perchè sono queste che ci riempiono la vita e l'animo e danno la felicità..per essere felici basta poco, non servono i soldi ma la ricchezza d'animo e chi ce l'ha allora si che è fortunato!
    Mai assaggiata la crema di fave ma sai che m'incuriosisce??
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!!!!!
      ero sicura che tu la pensavi come me!!! Mai assaggiata??? Provala, è meravigliosa!!!
      bacioni

      Elimina
  9. hai trovato un'altra donna che la pensa come te,concordo in pieno!!!buone le fave...è vero è tipico nostro pugliese !!!complimenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto scoprendo che siamo in tante a pensarla così! meno male! Il mio papà è di origine pugliese... la crema di fave fa parte dei miei ricordi d'infanzia...
      baci

      Elimina
  10. sono pienamente d'accordo...la vita è fatta di piccoli dettagli che ti arricchiscono ogni giorno di piu'..peccato non tutti lo capiscano e corrono,corrono ...ma dove??tutto qui si lascia!!
    buonissima la crema di fave!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enza! grazie per essere passata di qua!
      un abbraccio

      Elimina
  11. Cara Anna, mentre ti leggevo mi hai fatta ritornare indietro negli anni, quando anche per me nella mia casa, anche se non ho mai avuto un giardino dove calpestare a piedi nudi l'erba, perchè vivo in appartamento. Era festa per ogni cosa anche la più semplice come impastare la pizza o preparare qualche "sbrodego" come lo chiamo io. Poi le cose sono cambiate e ora tutto ha preso ritmi diversi. C'est la vie! Ma ancora oggi cerco appena posso di creare questi piccoli "pezzi di paradiso" in famiglia. Ma sai che non ho mai fatto questa minestra? Che vergogna!!! Urge rimediare! Un abbraccio Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola... se c'è una persona capace di creare "pezzi di paradiso" quella sei tu! Basta sentire l'atmosfera che c'è entrando nel tuo blog. Hai il raro dono di far sentire a casa le persone: sia che si tratti di fare quattro chiacchiere sia che si tratti di dare una ricetta!
      Un bacio e prova a fare la crema di fave ^__^

      Elimina
  12. Deliziosa!!! Passa da me, se ti va!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!