UN' ESTATE HYGGE

By mercoledì, giugno 14, 2017 , ,



Chi mi conosce sa che l'estate proprio non mi piace.
Detesto il caldo, l'afa e il cielo che diventa bianco per il troppo calore.
Odio che l'erba si secchi e l'aria sia immobile.
Ho bisogno di cieli azzurri e tersi e di vento fresco per poter star bene.
Ho bisogno che l'aria sia pulita e che la rugiada ricopra i prati al mattino.




Ma purtroppo c'è poco da fare: l'estate arriva e bisogna, in qualche modo affrontarla viverla.
E, quest'anno, vorrei provare a viverla in modo diverso.
Tutti noi abbiamo sentito parlare di "hygge" quella parola usata (e ormai abusata) per indicare il "vivere felice" dei danesi.
Non sto certo  qui a spiegarvi cosa significa essere hygge perchè credo che ormai ne abbiate fin sopra i capelli di sentire concetti triti e ritriti.
Però, da molti mesi ormai, ho portato questa filosofia nelle mie giornate.
E' stato molto semplice perchè la maggior parte delle cose che caratterizzano questo modo di vivere io le ho sempre fatte.
Candele, libri, luci soffuse, amore per la cucina, bevande calde e coccole hanno sempre fatto parte delle mie giornate.
Tuttavia questo magico cerchio di benessere si spezza inesorabilmente con l'arrivo di giugno e del caldo.
Del resto è davvero complicato godere di una coperta calda e di una tazza di cioccolata bollente se fuori ci sono 30 gradi.
Ma, di fatto, vivere hygge non si limita a questo.
E' qualcosa che ci portiamo dentro e che possiamo adattare a ogni situazione e a ogni stagione.

Ho quindi deciso di stilare una lista di buoni propositi per vivere in modo  hygge la mia estate e, solo per averla pensata e scritta, mi sento già meglio... perchè, ma di certo lo sapete anche voi,

  scrivere è molto, molto hygge...




1- approfittare delle giornate lunghe e dei tempi dilatati per leggere quei libri che voglio leggere da un po'... leggere all'ombra di un albero in giardino, sotto l'ombrellone o sul letto, con la stanza in penombra e il ventilatore puntato, ovunque mi possa sentire bene e coccolata

2- accendere tante candele... non è vero che le candele si accendono solo in autunno e in inverno! In estate possiamo accenderne di profumate (ai fiori di cotone, all'essenza di limone, alla menta...) o semplicemente possiamo accenderle per una cena in giardino o in terrazzo o anche nella cucina di casa. Abbassare le luci e accendere le candele farà sentire meno l'afa delle serate estive



- regalarmi un nuovo bagnoschiuma profumatissimo e una crema per il corpo e fare una lunga doccia tiepida seguita da un massaggio: coccolarsi fa sentire bene e io ho intenzione di coccolarmi tantissimo

- mangiare all'aperto... che si abbia la fortuna di avere un giardino oppure solo un balcone poco importa, mangiare all'aperto nelle sere d'estate è bellissimo: apparecchiare con cura, accendere le candele e versare il vino fresco... e ci si sente subito bene


- alzarmi presto, spalancare le finestre per far entrare l'aria fresca del mattino e sorseggiare il primo caffè prima che la calura estiva diventi fastidiosa

- fare un picnic... in un parco, in montagna, in campagna o in riva al mare. Basta preparare un cestino di piccole golosità (non i soliti panni al prosciutto), senza dimenticare tanta acqua fresca, frutta, un dolcetto e un termos di caffè. E naturalmente cuscini e coperte, un libro e qualche gioco di società



- indossare vestiti freschi e leggeri... vestitini svolazzanti di cotone e di garza, pantaloni leggerissimi. Solo abiti comodi che non facciano sentire il caldo afoso

- andare a vedere un film al cinema all'aperto... in estate sono tantissimi i luoghi dove viene organizzato il cinema all'aperto, di solito in parchi e giardini pieni di atmosfera. Basta organizzarsi con pop-corn, caramelle e bibite fresche e godersi lo spettacolo sotto le stelle (senza dimenticare un repellente per le zanzare...)

- scegliere un'essenza profumata fresca e che sappia di pulito da aggiungere al mio bucato: scivolare fra le lenzuola fresche sarà una splendida coccola ogni sera

- cucinare al mattino presto cibi da consumare freddi (insalate di riso, di cereali o di pasta, verdure, arrosti da affettare sottilissimi...): ritrovarmi poi la sera con la cena già pronta e freschissima non ha prezzo


- coltivare le erbe aromatiche... basilico, menta, timo, salvia, rosmarino. Basterà aggiungere qualche fogliolina fresca ai piatti per farli profumare d'estate

- riempire il frigorifero di caraffe di acqua aromatizzata: alla frutta ma anche alle erbe e verdure: sono dissetanti, vitaminiche e detox


- comprare frutta, verdura e formaggi freschi a chilometro zero, limitando al massimo il consumo di prodotti raffinati e in scatola



- fare lunghe passeggiate nella natura nelle ore più fresche cercando di assorbire quanto di bello offre il paesaggio intorno


- organizzare piccole gite nei dintorni alla scoperta di luoghi che non conosco, alla ricerca di cose belle e magari di un posticino carino dove pranzare

- fare la turista nella mia città... munirmi di guide e macchina fotografica e partire alla scoperta della mia città visitando chiese e musei e quei posti a cui di solito passo accanto senza "vederli" veramente

- dedicarmi a una pulizia profonda della casa do colore alle pareti o a quei mobili che non mi piacciono più eliminando tutti quegli oggetti che non mi rendono più felice

- preparare marmellate e conserve con la frutta e la verdura estiva

- vedere le mie amiche più spesso per un caffè solo fra donne e per parlare di argomenti leggeri dimenticando i problemi per qualche ora

- andare al mare, fosse anche solo per un paio di giorni, godere del suo profumo e della sabbia sotto i piedi



- respirare a fondo, provare a guardare ogni cosa con occhi nuovi, provando gratitudine per quello che la vita offre senza focalizzarmi, invece, su quello che non posso avere


********

Questi sono i miei propositi per un'estate hygge.
Sono certa che ognuna di voi ne ha altri da aggiungere e sarei felice se me li scriveste nei commenti... le buone idee e i buoni propositi vanno sempre condivisi!

Buona estate (hygge) a tutti! ♥



You Might Also Like

4 commenti

  1. Ciao Anna, i tuoi post sono sempre molto hygge 😀 trasmetti tanta positività così come piace a me. Anch'io sono una persona molto positiva ma come te odio il caldo afoso, non amo immensamente l'estate come fa quasi tutto il resto del mondo però ho la fortuna di essere nata in Sicilia e quindi poter vivere il mare quando ne ho più voglia anche se detto tra noi, non ci vado tanto spesso quanto mi riprometto di fare ogni anno ad inizio estate a volte mi sforzo giusto per portarci i miei figli!
    Della serie "chi ha il pane non ha i denti"!
    Preferisco di gran lunga la primavera con le sue prime giornate tiepide e l'autunno con i suoi memeravigliosi colori, atmosfere calde e magiche!
    E poi... il Natale!
    Insomma ho reso l'idea 😉
    Grazie comunque per questo meraviglioso post che mi ha dato la carica 😘
    Buona estate 💪
    Cinzia

    RispondiElimina
  2. Bravissima hai centrato il problema! Anche a me non piace il caldo ma come dici giustamente cerchiamo i lati positivi....

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna, io adoro l'estate anche se, come abitante della pianura padana, di giornate piene di sole e aria asciutta ne vedo poche. Tra le cose che mi danno il piacere dell'estate ci metto:
    1) mangiare un buon gelato (e sottolineo BUON, quindi vero artigianale) seduta in piazzetta
    2) bere una birra fresca, appena arrivata a casa dal lavoro, seduta sul divano, possibilmente senza vestiti e con una rilassante musica di sottofondo
    3) camminare scalza per casa e in terrazza
    4) le chiacchiere con le amiche fino a tardi, seduta sui gradini della chiesa, come quando eravamo ragazze (siamo tutte dell'era baby boom)
    5) raccogliere le more (è ancora un po' presto) in un sentiero di campagna che conosco solo io...:-)))

    ...il caldo dura così pochi mesi...viva l'estate!!!!

    RispondiElimina
  4. Quanto mi piace questo tuo post!Ci sono un sacco di cose che mi piacciono di questa stagione..avendo poi un'ospite americana posso dire che la nostra estate ,quella italiana fa innamorare gli stranieri e dobbiamo renderci conto di quanto siamo fortunati a vivere in questo bellissimo e scalcinato paese!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!