CAKE POPS AL CIOCCOLATO E NUTELLA E... CRONACA DI UN TRASLOCO TRAVAGLIATO - PARTE 1

By lunedì, aprile 08, 2013 , , ,



CRONACA DI UN TRASLOCO TRAVAGLIATO...ovvero un racconto demenziale in cui incontreremo loschi personaggi travestiti da idraulici, falegnami e vetrai... fra bidet traballanti e tubi che perdono...

Vi avevo detto che ve lo avrei raccontato.
In verità avevo detto che ve lo avrei raccontato il giorno in cui sarei stata capace di riderci sopra ma potrebbero passare anni o forse potrebbe non accadere mai...
Tutto cominciò in un freddissimo giorno di gennaio, il giorno in cui la casa nuova ed io ci siamo incontrate.
Lei era buia, triste e gelida. Stava vuota e sola da un bel po'.
Camminando per le stanze i passi rimbombavano...
E' stato quando abbiamo spalancato le finestre che mi sono innamorata di lei.
L'ho immaginata in un luminoso giorno di primavera, ho immaginato la luce e l'aria...
E così la decisione era stata presa.
Ci saremmo trasferiti alla fine di marzo e, visto che era il 10 gennaio ci sembrava di avere tantissimo tempo a disposizione... un'immensità di tempo...
Avevo deciso che il nostro sarebbe stato il trasloco meglio organizzato del secolo.
Avrei pianificato ogni dettaglio, niente sarebbe sfuggito al mio controllo.
Ho addirittura fatto una ricerca su google trovando una serie di utilissimi consigli (come quello di preparare una borsa con tutto l'occorrente per la prima notte nella nuova casa, dalle lenzuola al caffè solubile e ai biscottini "consolatori").
Immaginavo di ripulire, ridipingere e sistemare perfettamente la casa nuova in modo da dover solo "appoggiare i mobili". I voli pindarici della mia mente mi avevano portata a fantasticare di mettere addirittura le tende alle finestre, di lucidare perfettamente i pavimenti e magari accendere qualche candela profumata.
Avremmo finito tutto quanto al massimo entro le quattro del pomeriggio, poi una bella doccia calda e poi avrei preparato una bella cenetta per la mia famiglia... anzi... saremmo andati fuori a cena per festeggiare la nuova casa.
Lo so che state scuotendo la testa...
Due giorni dopo stavo ancora preparando liste dettagliate delle cose da fare.
Una settimana dopo mio marito ed io, armati di tutto l'occorrente, eravamo pronti ad iniziare a "sistemare la casa" che "aveva solo bisogno di un'imbiancatina e una pulita"...
Avevamo già fatto gli allacciamenti di acqua, luce e gas e ci sentivamo molto virtuosi ed organizzati.
E' stato nell'esatto momento in cui abbiamo girato la manopola del contatore dell'acqua che le cose hanno cominciato a sfuggirci di mano. Una cascata d'acqua ha iniziato ad uscire dai tubi in cucina e quando dico una cascata mi riferisco alle cascate del Niagara non a una dolce cascatella di montagna.
Nel lasso di tempo in cui io mi precipitavo a chiudere il contatore e mio marito cercava eroicamente di fermare quell'alluvione a mani nude la cucina si è completamente allagata.
Inutile dirvi che quel giorno non abbiamo iniziato a "dare un'imbiancatina alle pareti".
E nemmeno "una pulita".
Quel giorno abbiamo raccolto acqua e abbiamo cercato il numero di un idraulico disposto a precipitarsi subito in nostro aiuto. Numero che ci è stato gentilmente fornito da un negozio che fornisce materiale elettrico e affini.
E così abbiamo conosciuto l'Idraulico Number One.
Chiamato alle dieci del mattino ha risposto con un "arrivo subito".
Alle 12,30 è arrivato.
Un vecchietto dall'aria sparuta senza nemmeno la valigetta degli attrezzi.
Ha fissato in silenzio per un quarto d'ora buono i due tubi che avevano generato il disastro e poi ha sentenziato gravemente "ci vogliono due tappi". Poi si è chiuso in un silenzio ermetico.
- Ma questi tappi può metterli lei? -
- Sì -
- Ehmmm... e pensa di farlo oggi?
- .............................................
- Mi scusi... pensa di poter mettere oggi i due tappi? - La voce di mio marito cominciava ad avere una lieve nota isterica mentre il vecchietto continuava a fissare i tubi in silenzio...
- Sì -
- Bene!!!! ALLORA LO FACCIA!!!!! -
- ............................................................
Alle 16,30 i due tappi erano finalmente stati inseriti.
Quel giorno non ci sono state nè "imbiancatine" nè "pulitine".

CONTINUA....



INGREDIENTI
biscotti tipo "Ringo" o "Oreò"
nutella
cioccolato bianco
zuccherini colorati (o granella di nocciola, codette, ecc.)



E' una ricetta "non ricetta" vista una sera facendo zapping in tv.
Mi hanno incuriosita queste "palline" colorate davvero facilissime da fare.
Mettere nel robot i biscotti e ridurli in polvere, aggiungere qualche cucchiaiata di nutella e frullare. (Consiglio di aggiungere la nutella una cucchiaita alla volta, bisogna creare un impasto facile da lavorare con le mani).
Con l'impasto ottenuto formare delle "polpettine" tonde più o meno grandi come una piccola noce.
Metterle su un vassoio ricoperto di carta da forno e porle in freezer a rassodare per un quarto d'ora.
Nel frattempo sciogliere il cioccolato bianco, intingervi per un paio di centimetri dei piccoli spiedini di legno e infilarlo all'interno di ogni "pallina". L'effetto cioccolato caldo e pallina fredda dovrebbe fare la collante.
Lasciar solidificare per qualche minuto e poi immergere i cake pops nel cioccolato bianco fuso e subito dopo nella granella scelta.
Sono buonissimi e molto carini.

Vi do un consiglio: quando infilate lo spiedino lasciatelo affondare solo fino a metà pallina altrimenti i cake pops si romperanno!




You Might Also Like

6 commenti

  1. no! Mi fai rivivere il mio di trasloco!!! Casa nuova perfetta, mobili nuovi, parquet, faretti, controsoffittatura (mai più!!!) a quello sopra si rompe il tubo dello scarico.... che te lo dico a fare? L'acqua inizia a riempire la controsoffittatura che i botto cede e la cascata d'acqua si riversa nella zona giorno... l'idraulico stendiamo un velo pietoso che non solo mi sono trovata con la casa allagata, con il controsoffitto distrutto... noi lui per sturare il tubo usa una ventosa che mi ha riempito la zona giorno di... ecco immagina tu! Da quel giorno ho il terrore del controsoffitto e dei tubi che si possono rompere al piano di sopra!
    Parliamo dei pops, che è meglio! Sono favolosi, perfetti! Io ai tempi feci uno sfacelo. Gli zuccherini di copertura scivolarono tutti miseramente sulla carta forno :(

    RispondiElimina
  2. woooow che delizia! :)

    http://muchoney.blogspot.it/

    RispondiElimina
  3. Deliziosi!!!
    Sul trasloco e sull'idraulico no comment :-)

    RispondiElimina
  4. Bellissime i tuoi Cake Pops! Un abbraccio, Mary

    RispondiElimina
  5. Faccio spesso i pop-cake per il mio cucciolo e confermo che sono buonissimi!!

    RispondiElimina
  6. Aspetta aspetta che adesso me lo leggo tutto per bene il tuo racconto, sai che sei uno spasso e non voglio perdermi una virgola! Ma prima un salutino e un abbraccio forte forte cara..
    E complimenti per la delizia che hai preparato!!!
    buona giornata <3

    RispondiElimina

Lasciami un commento!