ROAST - BEEF AL PEPE... LEGGERO E... BORSETTA PESANTE!!!!

By giovedì, luglio 07, 2011



Qualche giorno fa la mia amica Antonella ha pubblicato un post che descriveva in pieno il caos che ogni donna ha nella propria borsetta.
Ho letto, ho sorriso, ho commentato e ho archiviato il tutto in quell'angolino del mio cervello dove tengo "tutto quello a cui al momento non penso". Stop.
Se non che, ieri pomeriggio, dopo una giornata di lavoro di quelle fetenti, mi sono ritrovata con il frigorifero vuoto, la cena da preparare e quindi la necessità irrimandabile di fare la spesa.
Che cosa c'entra, direte voi...
C'entra, perchè quando ho afferrato la mia borsa e me la sono appesa alla spalla ho avuto l'impressione che contenesse come minimo due pietre da venti chili l'una.
Così mi sono decisa a fare quello che ho rimandato per troppo tempo: svuotare la borsa.
Ecco l'allucinante, nonchè fedelissimo, inventario:
- una pubblicità Auchan per un'offerta scaduta il 12 maggio (ussignur mi è sfuggita!)
- sette scontrini di varie date e provenienze, di cui uno di tale "Ciabattoteca", luogo che non mi ricordo di aver frequentato e se l'ho fatto evidentemente ho preferito dimenticarlo
- un contenitore da Happy Meal piegato in quattro
- un cappellino del nano tutto accartocciato (lavare o buttare?)
- una bottiglietta di plastica contenente due dita d'acqua ormai ricca di colture battereologiche degne di essere usate come arma chimica (cosa sarà quella patina verdolina che galleggia???)
- quattro sacchetti di stoffa per la spesa ripiegati (e perchè quando sono al supermercato non li trovo mai???)
- tre penne che non scrivono più
- una penna che scrive ancora
- un pennarello verde (??!!??)
- un burrocacao tutto spiaccicato e mezzo vuoto (il contenuto è appiccicato sul fondo della borsa insieme a tre centesimi e una carta di caramella)
- tre caramelle schiacciate e polverose
- una cannuccia usata
- due tampax (non usati)
- uno specchietto rotto (arghhhhhhh..... sette anni di disgrazie????)
- una macchinina blu senza una ruota
- un bakugan che non si apre più perchè dentro si è incastrata da ruota della macchinina blu
- un sasso (hai visto che c'era veramente!!!)
- cinque margheritine mummificate (gentile omaggio del nano di chissà quanto tempo fa...)
- nove liste della spesa
- una scatoletta con dentro tre paia di lenti a contatto usa e getta (sono previdente io, nel caso ne perdessi una, e poi un'altra, e poi un'altra..... e poi.... )
- un tubo di crema per le mani formato famiglia
- un caricabatteria del cellulare
- un sinistro volantino dei Testimoni di Geova che avverte che la fine del mondo è vicina
- per par condicio un avviso della parrocchia per il catechismo del nano (che si è concluso ad aprile)
- due blocchetti tutti scarabocchiati con strani geroglifici (ma come scrivo???)
- portafoglio e chiavi
Ecco.
Non ci sono parole.
Ora la borsa è stata ripulita ed è leggera come una piuma.
Ma quanto durerà???

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Vi avevo già anticipato che la settimana scorsa ho ricevuto dei pacchi meravigliosi da aziende fantastiche che hanno dato fiducia al mio blog.

Una di queste è Gustisol un'azienda piemontese (ma con l'anima del sud) che commercializza prodotti che sono il fiore all'occhiello della nostra penisola. Vi consiglio di fare una visita al loro sito: è come fare un viaggio nella migliore tradizione italiana.


Fra queste meraviglie la punta di diamante è l'olio: profumato e dorato, arricchisce i sapori senza coprirli.
Ed è proprio avendo a disposizione quest'olio pregiato che ho pensato ad un piatto semplicissimo che necessità però, per la sua perfetta riuscita, di ingredienti di grande qualità.


INGREDIENTI
un bel pezzo di lombata di manzo (non vi metto le quantità, dipende da quanti siete, sappiate però che è meglio non usare un pezzo troppo piccolo)
un bicchiere di vino bianco secco
uno spicchio d'aglio
pepe verde, nero e rosa in grani
rosmarino
olio extravergine Gustisol (è fondamentale la buona qualità dell'olio, vista la semplicità della ricetta)

Legare la carne con lo spago in modo che in cottura mantenga la forma e sia più facile da affettare.
Versare un giro d'olio in una pendola d'acciaio con i bordi piuttosto alti, scaldarlo e mettere a rosolare la carne a fuoco vivace (ma non troppo alto, non deve bruciare).
Far rosolare da ogni lato facendo formare una bella crosticina dorata (attenzione quando girate la carne: usare due cucchiai di legno, la carne non va forata).
Quando la carne è ben rosolata sfumare col vino bianco, aggiungere l'aglio e il rosmarino, salare, abbassare la fiamma al minimo e coprire la pentola.
Cuocere dai 30 ai 35 minuti a seconda del peso della carne e della cottura desiderata (in genere si calcola 30-35 minuti per chilo)
Estrarre la carne e avvolgerla nella carta stagnola. Lasciarla intiepidire.
Filtrare il sughetto rimasto nella pentola.
Quando la carne è tiepida, affettarla e disporla sul piatto con qualche cucchiaio del fondo di cottura, pepe in grani leggermente schiacciato e un bel giro d'olio.

You Might Also Like

9 commenti

  1. Anna aparte il cappellino la mia borsetta è molto simile alla tua, mettici anche i caricabatterie dei cellulari, una lista delle bollette con le loro scadenze, un sasso in più del tuo, una conchiglia, un pò di fiori mummificati, 2 pacchetti di caramelli 8uno gommoso e l'altro no, un assorbente riepiagto (non usato), un proteggi slip idem con patate, bon bon per il cane e sacchettini pupù per il cane, disinfettante manie svariati pacchetti di fazzolettini tutti aperti e pieni chi per metà e chi per 3/4
    ricetta stupenda e quei chicchi di pepe mi vien voglia di mettermeli in bocca ora e mangiarmeli tipo caramelle. Baciotti carissima e nuona giornata

    RispondiElimina
  2. Haa come ti capisco! Ancora mi chiedo come faccio a non rompere le borse vista la quantità infinità di cose che ci metto dentro , anche se però ho quasi sfondato il cestino della bici con cui vado al lavoro!!
    Buona giornata cara!!
    Selena

    RispondiElimina
  3. E' davvero bello avere la conferma chenella porsa di una donna si può trovare di tutto , ma non è colpa nostra se continuiamo a metterci dentro cose " nell'eventualità che..." perchè come si suol dire , siamo donne pronte a tutto!un saluto

    RispondiElimina
  4. mmmm deve essere delizioso, lo proverò! :)

    http://lena510.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Toc toc...
    E' permesso?
    Ho sentito un certo profumino invitante provenire giusto dal tuo forno, sbaglio?
    Ciao, mi chiamo Silvia, complimenti per il tuo blog!
    A presto!

    RispondiElimina
  6. Che curiosità che mi è venuta, vado a controllare subito quali elementi archeologici giacciono nella mia borsa e poi faccio il confronto.
    Bellissimo il sito che hai consigliato ci sono prodotti veramente allettanti.
    E che dire del tuo arrosto!!!!!
    Un bacio.

    RispondiElimina
  7. Eccomi come promesso sono passata di qui e ho già visto un sacco di ricette che mi piacerebbe provare...speriamo mi escano bene!!!! o almeno che somiglino vagamente alle tue.
    Complimenti! A presto!

    RispondiElimina
  8. Acabo de conocer tu blog de casualidad y tienes unas recetas que em han encantado!! asi que aqui me quedo de seguidora y te copio algunas, gracias por compartirlas y espero verte pronto y quieras tambien ser seguidora de el mio si te gusta mi blog!! un besin

    RispondiElimina
  9. Mi ha incuriosito il nome del blog e sono venuta a dare una sbirciatina. Mi è piaciuta la tua presentazione e mi sono unita ai tuoi lettori.
    Certo che doveva essere pesante la borsa!!
    Passami a trovare se ti va.

    RispondiElimina

Lasciami un commento!