SPAGHETTI DI SOIA CON VERDURE

By giovedì, febbraio 16, 2017 , , ,



Ehi... c'è nessuno?
Dove sono finite tutte le mie faNNNSSS?
Devo fare in fretta perchè quella lì (l'umana) non vuole lasciarmi scrivere sul suo ehm MIO blog.
Dice che io non so cucinare e nemmeno fotografare e quindi non posso fare il blogger.
St'impunita.
E io sai che faccio?
Metto un annuncio, ecco! Mi offro in adozione, ecco!
Allora...

AAA (che vorrà dire poi? io mica lo so, però lo metto che fa tanto "annuncio")
Cagnolino piccolo, tutto pomellato, bello bellissimo incredibilmente stupendo, dotato di un buon buonissimo meraviglioso carattere, modesto, dolcissimo, accondiscendente (buahahahahah) si O F F R E per rendere felice una nuova famiglia umana alle seguenti condizioni:

1 - nessun altro cane (o peggio, gatto) in famiglia, in particolare non verranno tollerate canE nere, enormi e puzzolenti con la passione per il secchio dell'umido (bleah...)

2 - nessun limite su orari o tempistiche per abbaiare, il candidato adottante deve rendersi conto che io sono un artista dell'abbaio molesto e un artista deve potersi esprimere nei modi e nei tempi che più gli aggradano (quindi niente "Giotto stai zitto", "Giotto smettila", "Giotto ti porto al canile" e altri insulti similari che la famiglia attuale si permette di usare nei miei confronti.

3 - niente croccantini o altri orrori che vengono spacciati per cibo per cani. Il vitto richiesto è di tre pasti (abbondanti) al giorno più due spuntini e solo a base di cibo di prima qualità (pollo arrosto, polpette, bistecche, prosciutto, yogurt e ogni tanto qualche banana).

4 - niente guinzaglio. Sono perfettamente in grado di camminare senza essere trainato da un umano e soprattutto non ritengo di dover seguire qualcuno che pretende di decidere la direzione da prendere. Anzi, ritengo che il candidato adottante debba considerare un onore il potermi seguire nei modi e nei tempi (e nelle direzioni) che io deciderò.

5 - niente bagnetto. Ritengo che la pratica del bagnetto sia lesiva per la mia dignità canina, in particolare la disumana abitudine di usare quel fetentissimo tubo che soffia aria calda per asciugare il mio pelo. Inoltre non dovranno mai, in nessun caso, venirmi pulite le orecchie. Se ci saranno questi sgradevoli tentativi non esiterò a "mordere la mano che mi nutre".

6 - niente smancerie esagerate, niente bacetti o abbracci molesti. Saranno graditi solo (pochi pochissimi) grattini sulla mia adorabile pancina rosa e solo in orari prestabiliti. Se questa regola non verrà rispettata non esiterò (nuovamente) a (ri)mordere la mano che mi nutre e quella dei suoi amici e parenti.

Se pensi di poter essere il candidato adottante ideale, se sei disposto ad ubbidire a queste semplici (anche per una limitata mente umana) regole, se ritieni di essere pronto ad onorarmi in tutti i modi possibili allora scrivi un commento sotto a questo post annuncio e io ti ricontatterò per stabilire se possiamo fare una prova (intanto fai la spesa dal macellaio e che sia roba buona).

Giotto
(The King)



P.S.: la deliziosa creatura che vedete nella foto sopra sono io in tutta la mia regale bellezza. La schifezza che vedete qui sotto invece è una roba vegetariana che non contiene neanche una polpetta e che quindi è perfettamente inutile.

P.P.S.: non dite niente all'umana altrimenti poi cancella l'annuncio e voi perdete la vostra occasione di felicità. Lo dico per voi eh...


******



INGREDIENTI
(per 4 persone)

350 grammi di spaghetti di soia
2 carote
150 grammi di fagiolini verdi
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 zucchina
qualche cimetta di cavolfiore (facoltativo)
3 cucchiai di salsa di soia
olio di riso
peperoncino in polvere
germogli di soia 


In assoluto uno dei miei "pranzi veloci" preferiti.
Pochi minuti per tagliare le verdure, saltarle in padella e ancor meno tempo per cuocere gli spaghetti di soia.
Basta tagliare i fagiolini a tocchetti e le altre verdure a julienne (io uso una mandolina così faccio in un attimo).
In una padella capiente versare un filo di olio di riso (ha un sapore delicatissimo che, secondo me, si sposa benissimo con la cucina orientale) e far saltare le verdure finchè risultano tenere ma ancora leggermente croccanti.
Intanto portare a bollore una pentola di acqua salata e versarvi gli spaghetti di soia seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
Scolare gli spaghetti e versarli nella pentola delle verdure. Saltarli a fuoco medio per qualche minuto unendo la salsa di soia e peperoncino a piacere.
Servire insieme ai germogli di soia.





You Might Also Like

5 commenti

  1. Mi hai fatto morire dal ridere!!!!! Dai che ti copio questo piatto, visto che è velocissimo e buonissimo! Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely! Giotto dice di comunicarti che lui l'annuncio l'ha pubblicato con estrema serietà e chiede se ti offri come "candidata adottante" :)))

      Elimina
  2. Ehmmmm...... caro Giotto, non so se io potrei essere una candidata ideale per una tua eventuale (ri)adozione: intanto in casa nostra è regina indiscussa e incontrastata una cana grande, però è bianca, comunque è educatissima, non va mai a "ravanare" nel secchio dell'umido (anche perchè è inaccessibile)però ogni tanto arriva a quello dell'indifferenziata e tira fuori cose, così tanto per far sapere che "ella può". per quanto riguarda l'abbaio, direi che al massimo mi prenderò un'ennesima cazziata dalla mia vicina che mi ha intimato di non fare abbaiare la sopracitata cana prima delle otto del mattino (ahahhahaha!!!), per quanto riguarda il vitto, ecco, io sarei un po' "tedesca" e i croccantini sarebbero il pasto prescritto (solo quelli di prima qualità ehh, che quando vado dal mio fornitore di fiducia mi stende un tappeto rosso, però c'è l'umano maschio che dorme nel mio letto che provvede a succulenti bocconi mentre io gli faccio gli occhiacci. Per il bagno..... uhmmmmm, senti purchè tu mi prometta che non pretenderai di salire sul mio letto o sul divano, ci si può mettere d'accordo, per le coccole, nemmeno io sono una da troppe smancerie, la cana che vive con me le accetta solo quando vuole lei (di solito intorno alle tre del mattino), quindi ok. Per la questione guinzaglio, ecco, mi dispiace ma non ci sono compromessi; qua da noi se vedono un cane senza, si aprono le cateratte del cielo e scende un omino con cappello e taccuino e fa delle multe da stendere. Ecco, rileggendo quello che hai scritto tu e quello che ho elencato io, mi sa che non sono io la tua candidata ideale, secondo me è meglio che resti lì dove sei, che poi la tua umana, sai come soffrirebbe se te ne andassi (che noi umane femmine abbiamo un senso particolare sull'amore verso i nostri amici pelosi). Per quanto riguarda la ricetta che ha messo, credo che tu sia in errore: mi sembra veramente ottima e appetitosa. Ciao Giotto, salutami la tua umana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uffffff... ma siete tutte uguali voi umane??? Cosa deve fare un regale e magnifico cagnolino per avere un po' di regale pace e regale rispetto???
      Bahhhh

      Giotto (The King)

      Elimina
  3. Devo assolutamente impedire che la mia umana Carla legga questo post....lei che adora gli animali si farebbe subito sotto....e io oooodiooooo i cani!!!! Tutti, piccoli e grandi, neri o affumicati come te....Miaooooo
    E soprattutto non deve leggere la ricetta della brodaglia perchè golosa com'è di questi ingredienti semplici e vegetariani la preparebbe subito. Povero me, povero me, dallo stress mi è già venuta voglia di una bella coscia di pollo ben dorata!!!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!