TORTA (QUASI) GELATO AI MIRTILLI

By lunedì, luglio 11, 2016 ,



Questo è uno dei post più travagliati che io abbia mai pubblicato.
Anzi, in effetti mentre sto scrivendo non l'ho mica ancora pubblicato.
Chissà cosa potrebbe capitare ancora.
Chi mi segue su facebook conosce già parte di questo travaglio...

La prima volta fu durante una calda mattina di inizio luglio.
La food blogger aveva preparato un torta che occhieggiava dal web da qualche settimana.
Tutta tronfia e orgogliosa aveva riposto la torta in freezer come indicato dall'autrice della ricetta ed era andata a dormire pregustando il set che avrebbe preparato per fotografare quella meraviglia.
In quella calda mattina, dunque, felice come Pollyanna, si apprestava a compiere la sua opera.
Cosa fa la brava food blogger?
Prende dal freezer la torta ai mirtilli che deve fotografare.
Prepara il set per le foto, dispone i fiori, fa cadere a pioggia alcuni mirtilli opportunamente lucidati (sì, uno ad uno), sistema la luce, osserva l'effetto.
Si dà una pacca sulla spalla da sola.
Suonano alla porta, è un corriere.
La food blogger cerca qualcosa da infilarsi ai piedi perché è scalza come sempre.
Trova una sola infradito (nessuno sa tutt'ora dove sia finita l'altra), ci rinuncia e vai a firmare la ricevuta a piedi nudi.
Mette il piede su un sasso tagliente (l'unico sasso tagliente che c'era nel raggio di metri e metri). Rientra in casa zoppicante e sanguinante.
Disinfetta il piede e mette un cerotto.
Pensa che dovrebbe prepararsi un caffè per riprendersi.
Torna in cucina e trova la torta mezza sciolta (ma miracolosamente illesa) e scopre che Mia (alias LaNera, alias LaDistruttrice, alias IlTerroreDeiSetteGatti) si è mangiata tutti i mirtilli e anche i fiori e sta beatamente masticando una tovaglietta azzurra dell'Ikea.
Alla foodblogger non rimane che rimettere in freezer la torta ormai letteralmente agli sgoccioli e imprecare come se non ci fosse un domani.

Nei giorni successivi numerose disgrazie si abbattono sulla povera food blogger.
La TremendaNera ingurgita una pianta probabilmente contaminata con qualche sostanza tossica e le fa passare una notte e un giorno di terrore. Ovviamente poco dopo LaNera sta benissimo e chiede cibo ('tacci sua), la food blogger somiglia ad un calzino sporco e chiede solo una morte pietosa.
Per non farsi mancare nulla la food blogger comincia ad avere un forte bruciore all'occhio destro che diventa presto scarlatto e lacrimante. Giusto perchè quella mattina ha un laboratorio di cucina con una trentina di bambini che le chiedono circa settantamila volte perchè sta piangendo.
Nel pomeriggio la situazione peggiora, il dolore è atroce e la somiglianza con Quasimodo alias Gobbo di Notre Dame è impressionante. La diagnosi è una brutta infezione del tipo "signora se aspettava ancora un po' rischiava una lesione alla cornea". 'Tacci mia.

Dopo due giorni di agonia la food blogger decide di reagire e, orgogliosa portatrice di un unico occhio, scatta le foto, le edita piangendo calde lacrime sul pc, scrive la ricetta e, non contenta, passa il resto della giornata a stressare conoscenti e collaboratori vicini e lontani con una serie di idee e domande più o meno folli e pertinenti. Mangia una fetta enorme (e meritatissima) di torta e sviene verso le 21 abbracciata al cuscino mentre LaNera le sbava addosso.

Nei giorni successivi prova più volte a completare il post senza mai riuscirci e sempre chiedendosi "perchè?".
Nel frattempo l'occhio guarisce e in famiglia smettono di chiamarla teneramente "Quasy".

................................. Aspè... ho finito il post!
Schiaccio subito "pubblica" prima che succeda altro!!!





INGREDIENTI
per la base:
150 grammi di biscotti tipo "Digestive"
50 grammi di burro (io senza lattosio)

per la crema:
230 grammi di formaggio morbido (io senza lattosio)
1 vasetto e mezzo di yogurt al naturale (io senza lattosio)
2 tazze di mirtilli
50 grammi di zucchero semolato
80 grammi di zucchero a velo
150 millilitri di panna fresca da montare (io senza lattosio)
i semi di mezza bacca di vaniglia

per decorare:
mezza tazza di mirtilli

Ridurre in polvere i biscotti e unirli a burro fuso lasciato raffreddare.
Foderare con carta da forno uno stampo a cerniera e disporre il composto di biscotti sul fondo e sui lati.
Mettere in frigorifero per almeno mezz'ora per fare compattare.
Frullare i mirtilli con lo yogurt e lo zucchero semolato.
Unire il formaggio, lo zucchero a velo e i semi di vaniglia. 
Mescolare bene.
Montare la panna e unirla con delicatezza al composto.
Versare la crema sulla base e mettere tutto nel congelatore per circa tre ore.
Togliere dal freezer venti minuti prima di servirla e decorarla con i mirtilli rimasti.
E' spettacolare come dopocena estivo.
Trovate la ricetta originale qui.




You Might Also Like

4 commenti

  1. uhhhh che avventura mia cara...ma ti sei ripresa dai, questo è l'importante...e la torta...che torta! Un capolavoro!
    bacio grande e...incrociamo le dita nè?!

    RispondiElimina
  2. Uh....che ridere.....e che voglia di provare!!!!....Tenendo il tutto lontano dal Biondo!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma alla fine però ci sei riuscita!!! Complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  4. Tanta fatica ma ne è valsa la pena, complimenti! Un saluto dal mio blog di dolci e decorazione

    RispondiElimina

Lasciami un commento!