SARDE IMPANATE CON SALSA AIOLI

By lunedì, aprile 11, 2016 , ,


Lo so, lo so.
E' lunedì e questo già è un problema di proporzioni cosmiche.
Poi mi ci metto pure io che, invece di postarvi la ricetta di un dolcino godurioso da un milione di calorie che non aspettano altro che trasformarsi in ciccia e brufoli, vi posto la ricetta di una manciata di pesci fritti.
'Tacci tua, direte voi.
Avete anche ragione ma non è colpa mia se questo è periodo di fragole e a casa mia le fragole si mangiano rigorosamente con limone e (tantissimo) zucchero.
Non è colpa mia se questo è l'unico dolce che qui vogliono.
Se sono dispiaciuta?
Potrei dirvi di sì, raccontarvi di come io senta la mancanza di impastamenti e mescolamenti, di come brami il profumo della vaniglia e del cioccolato ma mentirei.
La verità è che sono grata alle fragole, al limone e soprattutto allo zucchero.
E' anche vero che, quasi sicuramente, a questo periodo di "nonhovogliafatemifaresolopiattivelociplease" seguirà un'orgia di cucina compulsiva in cui raggiungerò vette di delirio inalando farine come se non ci fosse un domani.
Per ora mi limito a friggere pesci.
Molto piccoli e già puliti e privati di spine da un pescivendolo compiacente a cui (confesso) regalo sorrisi e moine in cambio di pesci già puliti. Con questo metodo sono riuscita a farmi sgusciare anche mezzo chilo di gamberi.
Ogni donna dovrebbe avere un pescivendolo compiacente nella sua vita.
E' fondamentale.
Come un pacchetto di fazzoletti nella borsa e il burrocacao a gennaio.
Non se ne può fare a meno.
Ma sto divagando, come al solito.
Che poi, invece di storcere la faccia in quel modo, l'avete mai provata la salsa aioli?
E' una cosa meravigliosa.
Certo, poi dovrete lavarvi i denti con l'idraulico liquido e non dovrete baciare nessuno per almeno 48 ore, però ne vale la pena.
Quindi, se non avete in programma un incontro romantico con "luomodellavostravita", armatevi di aglio e poco altro e preparate una salsa che resuscita i morti (letteralmente).
Io torno di là a fissare il mio forno freddo e pulitissimo, già sento un po' di nostalgia...
Stay tuned.


INGREDIENTI
500 grammi di sarde già pulite e aperte "a libro"
un uovo grande
pane grattugiato
sale
olio per friggere
limone per servire

Per la salsa aioli:
4 spicchi d'aglio
300 millilitri di olio di arachide)
2 tuorli d'uovo
1 tuorlo d'uovo sodo (facoltativo, io non l'ho messo)
un cucchiaio di succo di limone
sale

Lavare e asciugare con carta da cucina le sarde.
Passarle prima nell'uovo e poi nel pane grattugiato.
Friggerle in olio bollente.
Per la salsa, schiacciare gli spicchi d'aglio con lo spremiaglio, 
Preparare una specie di maionese con i due tuorli, aggiungendo l'olio a filo, il succo di limone, il tuorlo sodo (se lo usate) e l'aglio schiacciato.
Regolare di sale.
Si conserva in frigorifero una settimana.



You Might Also Like

0 commenti

Lasciami un commento!