MENTRE L'ACQUA BOLLE: LA GRICIA

By lunedì, marzo 09, 2015 ,



La scorsa settimana è cominciato questo appuntamento con i primi veloci, quelli che, appunto, si preparano mentre l'acqua bolle.
Ho rispolverato il mio vecchio quadernetto pieno di appunti e ricette e qualche amica mi ha anche inviato le ricette veloci di casa sua.
Sono davvero infinite le possibilità di preparare un primo veloce e gustoso senza scivolare nel tunnel della pasta in bianco.
La volta scorsa, qui. ho raccontato come sia però necessario avere una dispensa e un frigorifero con qualche ingrediente di base che permetta di giocare con la fantasia.
Un ingrediente che non vi ho messo è il guanciale. Una vera chicca in cucina, io lo uso spesso in sostituzione della pancetta perchè è più morbido e dal sapore più delicato.
Nella classica amatriciana è insostituibile come lo è per questa pasta, la gricia, (l'antenata in bianco dell'amatriciana) un vero esempio di come si possa creare un vero e proprio capolavoro con pochissimi ingredienti.
Ultimamente ad Amatrice, il luogo dove sono nate le ricette dell'amatriciana e della gricia, c'è stato un po' di tafferuglio con un noto chef barbuto, somigliante in modo inquietante ad Orco Rubio (ve lo ricordate? il personaggio della Melevisione...).
Pare che questo orco chef abbia pronunciato pubblicamente eresie riguardo agli ingredienti di queste due antiche ricette.
Lo stesso orco chef intervistato qualche giorno dopo ha dichiarato che "stava scherzando".
Mah...



INGREDIENTI
(per quattro persone)
350 grammi di spaghetti grossi (o bucatini)
250 grammi di guanciale 
150 grammi di pecorino 
(io ho usato quello romano ma la ricetta richiederebbe quello di Amatrice, meno salato)
pepe nero
sale
(nella ricetta originale è previsto anche lo strutto, che io non ho usato)

Per prima cosa mettere a bollire l'acqua.
Tagliare il guanciale a pezzetti e grattugiare il pecorino.
Mettere sul fuoco una padella antiaderente con il fondo spesso e disporvi i guanciale.
Farlo rosolare a fuoco molto basso in modo che il grasso si sciolga e la parte magra non bruci.
Cuocere la pasta tenendo da parte mezza tazza di acqua di cottura.
Scolarla e versarla nella padella del guanciale insieme con il pecorino e una generosa macinata di pepe.
Far mantecare la pasta sul fuoco aggiungendo l'acqua di cottura.
Servire caldissima aggiungendo ancora un po' di pepe.



You Might Also Like

5 commenti

  1. Mamma mia che bontà!Sarà l'ora,sarà questa fame perenne,ma io questi piatti veloci li adoro...Guarda qui,con solo tre ingredienti che piatto superbo ne esce fuori!Grazie cara,sappi che domani ci sarà la gricia anche da me!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anna
    La gricia é qualcosa di straordinario... E' uno dei primi piatti che preferisco
    A differenza di quello che se pensa, serve qualche trucco per farla venire bene.
    Il tuo piatto é molto invitante, arrivo per pranzo da te.
    Un abbraccio.
    Thais.

    RispondiElimina
  3. Fatta stasera per cena: deliziosa! Grazie del suggerimento

    RispondiElimina

Lasciami un commento!