MELTING MOMENTS COOKIE... SORELLE...

By giovedì, agosto 28, 2014 , , , ,



In un giorno molto caldo una giovane donna sposata andò in visita a casa di sua madre e, insieme, si sedettero su un sofà a bere the ghiacciato.

Mentre parlavano della vita, del matrimonio, delle responsabilità e degli obblighi dell'età adulta la madre pensosa fece tintinnare i suoi cubetti di ghiaccio nel bicchiere e lanciò un'occhiata serena e intensa alla figlia:

"Non dimenticare le tue Sorelle!" raccomandò, facendo turbinare le sue foglie di the sul fondo di vetro, "esse saranno sempre più importanti man mano che invecchierai, non importa quanto amerai tuo marito, né quanto amerai i bambini che potrai avere: nella vita avrai sempre bisogno di Sorelle. Ricordati di viaggiare con loro ogni tanto; ricordati di fare delle cose con loro... ricordati che 'Sorelle' significa TUTTE le donne... le tue amiche, le tue figlie, e tutte le altre donne che ti saranno vicine. Tu avrai bisogno di altre donne, le donne ne hanno sempre bisogno"

"Ma che strano consiglio!" pensò la giovane donna.

"Non mi sono appena sposata?

Adesso sono una donna sposata, per fortuna!

Sono adulta!

Sicuramente mio marito e la famiglia cui stiamo dando inizio saranno tutto ciò di cui ho bisogno per realizzarmi!".

Ma la giovane donna ascoltò sua madre e mantenne contatti con altre donne ed ebbe sempre più 'sorelle' ogni anno che passava.

Un anno dopo l'altro venne gradualmente a capire che sua madre sapeva molto bene di cosa stava parlando: stava parlando di come, mentre il tempo e la natura operano i loro cambiamenti e i loro misteri sulla vita di una donna, le sorelle sono il suo sostegno.

Dopo più di cinquanta anni vissuti in questo mondo, questo è tutto ciò che ha imparato.

È TUTTO QUI, il tempo passa, la vita avviene, le distanze separano, i bambini crescono, i lavori vanno e vengono, l'amore scolorisce o svanisce, gli uomini non fanno ciò che speriamo, i cuori si spezzano, i genitori muoiono, i colleghi dimenticano i favori, le carriere finiscono.

MA... le Sorelle sono là!

Non importa quanto tempo e quante miglia ci siano fra voi, un'amica non è mai così lontana da non poter essere raggiunta.
Quando dovrai camminare per quella valle solitaria - e dovrai camminare da sola - le donne della tua vita saranno sull'orlo della valle, incoraggiandoti, pregando per te, tenendo per te, intervenendo a tuo favore ed tendendoti con le braccia aperte all'estremità della valle.

A volte, infrangeranno persino le regole e cammineranno al tuo fianco, o entreranno e ti strapperanno da lì.

Amiche, figlie, nuore, sorelle, cognate, madri, nonne, zie, nipoti, cugine e famiglia estesa, tutte benedicono la tua vita!

Il mondo non sarebbe lo stesso senza donne.

Quando abbiamo cominciato questa avventura denominata femminilità non avevamo idea delle gioie o dei dispiaceri incredibili che avremmo avuto davanti.

Né sapevamo quanto avremmo avuto bisogno le une delle altre.

Ogni giorno, ne abbiamo ancora bisogno.


Dedicato a tutte le donne della mia vita...


*******



INGREDIENTI
180 grammi di burro morbido
un cucchiaino di estratto di vaniglia
60 grammi di zucchero a velo
60 grammi di maizena
due cucchiaini di lievito per dolci
180 grammi di farina per dolci

Per la crema al burro:
120 grammi di burro morbido
240 grammi di zucchero a velo
mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia

Per farcire:
marmellata di fragole (o altro, secondo il vostro gusto)




Sbattere il burro con l'estratto di vaniglia finchè non è chiaro e cremoso.
Setacciarvi sopra gli altri ingredienti e mescolare.
Prendere cucchiaiate di impasto e, con le mani umide, formare 20 palline grandi più o meno come una noce.
Posizionarle su una teglia ricoperta di carta da forno.
Usando una forchetta schiacciare leggermente ogni biscotto. 
Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 12 minuti.
Sfornare e lasciarli raffreddare bene senza toccarli.
Nel frattempo preparare la crema al burro sbattendo bene il burro con la vaniglia e unendo poco a poco lo zucchero a velo.
Quando i biscotti sono freddi spalmarne metà con la marmellata, farcire con la crema al burro e chiudere con un altro biscotto.





Adesso sono una donna sposata, per fortuna!

Sono adulta!

Sicuramente mio marito e la famiglia cui stiamo dando inizio saranno tutto ciò di cui ho bisogno per realizzarmi!".

Ma la giovane donna ascoltò sua madre e mantenne contatti con altre donne ed ebbe sempre più 'sorelle' ogni anno che passava.

Un anno dopo l'altro venne gradualmente a capire che sua madre sapeva molto bene di cosa stava parlando: stava parlando di come, mentre il tempo e la natura operano i loro cambiamenti e i loro misteri sulla vita di una donna, le sorelle sono il suo sostegno.

You Might Also Like

7 commenti

  1. Bellissime riflessioni! Grazie per la condivisione!
    Un abbraccio,
    Manu

    RispondiElimina
  2. Bentornata Anna...ho letto rapita la storia che hai scritto....tutto vero bellissima! Se è farina del tuo sacco(tanto per rimanere in tema ....forno dolci ah ah )complimenti ...e complimenti anche se non lo è perché è un gran regalo che hai fatto a chi lo legge! Un abbraccio da nonna Pat♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia! No, non è farina del mio sacco... me l'ha mandata tempo fa una cara amica/sorella. E' qualcosa che sento nel profondo perchè in tutta la mia vita sono stata accompagnata da donne meravigliose <3

      Elimina
  3. bello..bello bello..grazie <3 bentornata e ti lovvo..
    Lisu

    RispondiElimina
  4. Bentornata Annina! Grazie per questa riflessione, è emozionante. ..
    Un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Tanti baci per essere come sei! <3

    RispondiElimina

Lasciami un commento!