CUORI DI FROLLA E... VICINI DI CASA....

By giovedì, luglio 21, 2011 ,

Affermare che il forno è circondato da strani vicini di casa è un atto di coraggio visto che noi stessi abbiamo le nostre strampalate manie.
Sarà vero che si tende a vedere la pagliuzza nell'occhio del prossimo piuttosto che la trave nel nostro!
Però, giuro, la nostra fauna di vicini è degna dello studio di un sociologo.

- Il vicino psyco
Ti fissa sempre come se volesse ingoiarti viva.
Ha lo sguardo fisso e allucinato.
Se lo incroci ti saluta con un sorriso da belva.
 Tempo fa ho perso dieci anni di vita quando me lo sono trovato davanti alla porta con un cacciavite in mano. A quanto pare stava riparando il lavandino a casa sua.
A quanto pare...
Il perchè stesse sulla porta di casa nostra è rimasto un inspiegabile mistero.Insomma, una personcina deliziosa.

- La vicina femme fatale 
E' convinta di essere l'Angelina Jolie "denoartri".
E' sempre vestita da serata di gala e indossa i tacchi a spillo anche alle otto del mattino.
Quando tu vai a buttare l'immondizia vestita con un magliettone decorato con macchie di sugo, infradito e capelli sparati modello carciofo, lei arriva perfettamente pettinata, profumata e con il sacchetto dell'immondizia griffato e intonato alla camicetta perfettamente stirata (anche il sacchetto è stirato).

- La nonna olè
E' in assoluto la nostra preferita.
Il suo giardino confina con il nostro e quando gioca col nipotino è come averli entrambi seduti sulle nostre ginocchia.
Il suo gioco preferito consiste nello spingere il nipotino sull'altalenta urlando a squarciagola "olè!!!" ad ogni spinta.
Il nipotino le fa eco con un'altro "olè!!!", il cane abbaia anche lui "olè!!!" e così in un crescendo delirante.
Il tutto avviene preferibilmente alle sette del mattino o mentre sto lavorando.
Più di un cliente al telefono mi ha chiesto cosa fosse il baccano che sentiva in sottofondo.
Uno era addirittura convinto di avere un'interferenza nel suo telefono.
Ovviamente gliel'ho lasciato credere...

- I ragazzini motorizzati
Sono i figli di una simpatica coppia che è tutto il giorno fuori per lavoro.
I due figlioli (14 e 17 anni) passano buona parte del loro tempo in box, smanettando con i motorini e appestando l'aria con strane miscele puzzolenti.
L'orario migliore per gasare tutto il vicinato è, ovviamente, quello dei pasti.

- La vicina gattara
Passa l'ottanta per cento del suo tempo (meglio la notte, ma che ve lo dico affà...) chiamando il suo gatto Tom, emettendo strani versetti e gorgoglii inquietanti che secondo lei dovrebbero richiamare il felino all'ovile ma che di solito sortiscono l'effetto contrario: il povero Tom, così richiamato, fugge il più lontano possibile, lei lo insegue e così passano buona parte della nottata.
Ormai ci siamo abituati a dormire con il sottofondo dei suoi schiocchi e sibili.
I sibili però sono pericolosi perchè, se per caso la sera prima si ha un po' esagerato con l'anguria, si rischia di fare pipì a letto.

- Il cane pazzo 1 
E' il cane della nonna olè e quindi non dobbiamo porci domande sulla sua salute mentale.
Oltre a rispondere sonoramente agli "olè!!!" della nonna, latra disperatamente per tutto il pomeriggio, quando la nonna e il nipotino fanno il riposino, giustamente stanchi dopo tutti quegli "olè!!!".
Come riescono a dormire con il baccano che fa il loro cane è un mistero.

- Il cane pazzo 2  
E' una bestia assetata di sangue.
Se passate accanto al cancello di casa sua e non mantenete le distanze di sicurezza potreste perdere un braccio.
Sta in un giardino che confina con l'edicola e cerca di mangiare sistematicamente tutti i clienti.
Non sempre ci riesce e si accontenta di mordere il quotidiano del giorno appena acquistato dal malcapitato di turno.
I suoi padroni assicurano che è buonissimo e sono così folli da portarlo a spasso col guinzaglio ma senza museruola.
In questo caso è consigliabile, oltre alla distanza di sicurezza, evitare di gesticolare o di muovere braccia e mani: potrebbe mangiarveli e sarebbe solo uno spuntino.

- L'edicolante dal cervello brasato  
L'edicola in questione è proprio di fronte a casa nostra.
Oltre a giornali e riviste dovrebbe vendere cancelleria, fare ricariche telefoniche e fotocopie e fax.
Comodo direte voi.
Inutile rispondo io.
Ad esempio, volete un settimanale che sapete in uscita quel giorno? "Peccato, non ce l'hanno consegnato!" . Dovete fare una fotocopia? "Si è appena rotta la fotocopiatrice".
Un fax? Idem.
Vi serve un quaderno a righe (chissà mai che il nano si decida a fare i compiti...)? "Sono terminati!".
Una penna blu? Idem.
Una ricarica da dieci euro? "E no! Possiamo fare solo quelle dai venticinque euro in sù".
Se a questo si aggiunge che porta i capelli tagliati a caschetto che tiene lontani dalla fronte indossando un cerchietto, indossa strani camicioni alla Lele Mora e ha lo sguardo perso di uno che si è appena fumato l'impossibile...
Ecco che il giornale ve lo andate a prendere da un'altra parte...

Dite la verità... vi è venuta una gran voglia di venirmi a trovare per conoscere i miei vicini vero?
Se passate vi offro questi biscottini...
INGREDIENTI
300 grammi di farina per dolci 
100 grammi di zucchero a velo
200 grammi di burro
1 uovo
un pizzico di sale
mezzo cucchiaino di lievito per dolci
una bustina di aroma di vaniglia
una grattatina di buccia di limone
Per servire: confettura di pesche e lavanda Le Tamerici

Disporre in una grossa ciotola la farina a fontana setacciata con il lievito e nel mezzo mettere l'uovo leggermente sbattuto, lo zucchero a velo, il burro a pezzetti, l'aroma di vaniglia, la buccia di limone e il pizzico di sale.
Impastare bene con le mani, formare una palla e porla in frigorifero per una mezz'ora.
Infarinare il tavolo per poter stendere la pasta con un mattarello. Ritagliare l'impasto con uno stampino (io ho usato quello a cuore). Disporre i biscotti su una teglia da forno coperta da un foglio di carta forno (così non dovete imburrare) tenendoli un po' distanti.
Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 15-20 minuti. Come sempre dipende dal vostro forno. Dopo i primi quindici minuti controllate: se sono molto chiari lasciateli ancora un paio di minuti altrimenti sfornateli (devono essere dorati ma non bruciacchiati).
Noi li abbiamo mangiati insieme ad una confettura meravigliosa: Pesche e Lavanda Provenzale di "Le Tamerici". E' un vero gioiello: il profumo delle pesche e quello della lavanda si fondono perfettamente. Abbiamo trovato perfetto l'abbinamento con la dolcezza della pasta frolla.

Vi ricordate che vi avevo già raccontato di alcuni meravigliosi pacchi arrivati qui al forno?
Uno di questi arrivava proprio da Le Tamerici un'azienda di Mantova di cui mi sono letteralmente innamorata. E' in assoluto il giardino delle delizie: confetture, mostarde, gelatine, salse e molto altro ancora. Il tutto prodotto con la massima cura ed attenzione per i particolari. Se volete perdervi in un mondo di sapori andate a dare un'occhiata qui.
Questo è il contenuto del pacco che mi hanno gentilmente inviato

Ma molto altro troverete sul loro sito. Io sono rimasta incantata anche dalle confezioni regalo e sto già pensando ad uno shopping sfrenato per Natale! In fondo non manca mica molto... o no?

You Might Also Like

11 commenti

  1. Ciao Anna, mi hai fatta ridere, anche io ho alcuni vicini come i tuoi: ragazzini motorizzati, quello più piccolo gira per la stradina col motorino candenzando un "emmmm.... emmmm... emmmm...." per mezz'ora. Ho pensato ad una secchiata d'acqua ma per amore della pace...
    Ho anche la vicina che si crede stra fichissima solo che si veste come una nonna (olè) quindi non farebbe sentire inadeguata nemmeno la signora Pina Fantozzi.
    La gattara invece l'ha mia mamma solo che di notte gira con la pila per cercare i gatti... una ventina. Che Dio ci aiuti

    Certo che ti arrivano dei bei pacchetti appetitosi, mi sembra di sentire quel buon profumo di biscotti che cuociono...

    P.S. Anna sei stata nominata qui...
    http://langolinodisimona.blogspot.com/2011/07/and-winner-is.html

    Bacione!

    RispondiElimina
  2. Oddio che ridere, ma anche i miei nn sono da meno: ho una coppia di vecchietti che mi abita accanto lei insegue il povero gatto muovendosi con il deambulatore, anche una lumaca un giorno l'ha sorpassata mostrandogli pure il dito medio..il amrito invece è psicoscaramantico: se ti vede vestito di scuro si tocca, se parli di cose tristi si tocca, se passa un gatto nero si tocca...ora visto che ha le mani tremanti penso che toccarsi gli dia anche un pò di "sollievo spirituale" non so se mi intendo ;) inoltre lui è sempre agghindato da corni cornini cornoni e gobbi ma uomini perchè le gobbe portano particolarmente rogna. Poi ci sono quelli che abitano sotto: mamma o sdraiata sul pavimento del balcone a prendere il sole a a togliersi tonnellate di zozzo da in mezzo alle dita dei piedi, bambini che giocano in corte condominiale e lei che urla tutto il giorno per controllarli (urla dal 3° piano così rompe a tutti). Poi c'è il sotuttoio: il suo cane fa la pipì che sa di acqua di rose e se ti salta addoss lo fa per il tuo bene per tenerti vispo. Baciotti

    RispondiElimina
  3. Anch'io ho una "nonna olè" come vicina , la mia però è così pesante che a volte vorrei scavalcare la recinzione e andare a salvare quel povero nipotino che non può fare niente!
    Mmmm quei biscottini sembrano così buoni... devo smetterla di leggere il tuo blog quando ho fame!

    RispondiElimina
  4. ...il mondo è bello perchè è vario , si diceva , intanto mangiamo questi dolcissimi dolcetti e tiriamoci sù:-)

    RispondiElimina
  5. ciao passa da me che c'è una sorpresa per te...

    RispondiElimina
  6. Io ho un'infinita voglia di venire a conoscere te, sei troppo forte!!!!!
    Se mi offri i tuoi biscotti poi.....arrivo di corsa!!!
    Ciao simpaticonaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
    Un bacione
    Francy

    RispondiElimina
  7. Anna, potrei essere la tua vicina gattara... per tua fortuna sono la vicina gattara di altri malcapitati, che di notte mi sentono implorare: 'Sushino, vieni qui... Tabata.. Taaabaataa, dove sei micina?'
    :)
    Carinissimi i tuoi biscotti!
    A presto
    Mari

    RispondiElimina
  8. Mi auguro che tu ti sia accertata che i tuoi vicini non seguano il tuo blog!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Il tuo blog è divertente e ricco di belle idee!! Mi sono accorta ora che non mi ero messa nei tuoi followers, mentre ti seguivo grazie a FB...meglio tardi che mai!!!
    Ne approfitto per invitarti alla mia raccolta dedicata alla Colazione.
    Potrai inserire ricette dolci e salate, vuoi torte, crostate, croissant,muffin oppure marmellate, panini, toast, uova….quello che la fantasia ti suggerisce per una colazione piacevole!
    Visita la mia pagina, ti lascio il link;
    http://www.mytasteforfood.com/2011/06/la-mia-prima-raccolta-colazione-si.html
    ciaoooooooooooooo

    RispondiElimina
  10. Io sono di MN e frequento i corsi di cucina delle Tamerici... abbiamo decisamente tante cose in comune! ;)

    RispondiElimina
  11. Esilarante! XD
    Sei troppo forte! ahahah

    Sognatrice
    a bordo

    RispondiElimina

Lasciami un commento!