E' MERCOLEDI'... CI FACCIAMO LA FOCACCIA?

By mercoledì, maggio 04, 2011 , ,

La focaccia mi piace un sacco. Morbida o croccante ma sempre con tanto sale e bella unta. Se no che focaccia è?
Ma anche voi da bambini andando a scuola vi fermavate a comprare la merenda in panificio?
Tenevo stretta la mia moneta nella mano e ogni mattina entrando nel negozio inalavo quel profumo meraviglioso di pane appena cotto (già allora l'odore del pane mi faceva l'effetto di una droga...).
Il rito era sempre lo stesso: una mattina focaccia e la mattina dopo un panino con l'uvetta. Le mie due passioni.
Il sacchettino della focaccia era sempre piuttosto unto e spesso la cartella e qualche libro si sporcavano un po'.
 Ma a me non importava niente.
Con quel profumo nelle narici potevo sopportare le prime ore di scuola, la noia, il bambino del banco dietro il mio (Claudio si chiamava) che mi tirava i capelli e gli sguardi in tralice che mi lanciava Nicoletta, la bambina più odiosa della classe.
La detestavo dal giorno in cui, passando di fianco al mio banco, aveva rovesciato il bicchierino dell'acqua con cui diluivo i colori a tempera: il mio disegno, di cui ero orgogliosissima e che era stato appena lodato dalla maestra, si era irrimediabilmente rovinato.
Da quel momento era stata guerra dichiarata che aveva avuto il suo culmine quando in mensa avevo messo nella sua minestra (che, diciamoci la verità, faceva già abbastanza schifo senza bisogno di "aggiunte") il fazzoletto sporco di un nostro compagno, Paolo, soprannominato da tutti "moccio".
Chissà dove saranno adesso tutti quanti? Io ho cambiato città e non ne ho più saputo niente.
Forse Claudio, che era così aggressivo, adesso è un avvocato di grido e protegge gli interessi di qualche losco figuro.
Nicoletta secondo me è diventata una signora della buona società di quelle finto-filantrope che passa il tempo dividendosi fra il parrucchiere e il chirurgo estetico. Magari si è sposata con Claudio...
E il Moccio? Speriamo abbia finalmente capito l'uso del fazzoletto!

FOCACCIA MORBIDA




Ingredienti
500 grammi di farina manitoba
un cubetto di lievito di birra fresco
due cucchiaini di miele
acqua tiepida
olio extravergine
sale

In una piccola ciotola sciogliere il cubetto di lievito di birra con il miele e un bicchiere d'acqua.
Coprire e lasciare riposare per un quarto d'ora circa.
Nel frattempo in una grossa ciotola setacciate la farina, aggiungete un bel giro d'olio e un cucchiaino di sale.
Mescolate bene e fate una fontana al centro dove verserete il composto di lievito.
Cominciare a impastare aggiungendo acqua poco alla volta come spiegato qui
Raccogliere l'impasto in una palla liscia e metterla in una ciotola capiente ben unta.
Porre a lievitare per un paio d'ore in un luogo tiepido. (come spiegato qui).
Ungere bene una teglia da forno e distribuirvi sopra l'impasto.
Pizzicare l'impasto formando della fossette, coprire con un telo pulito e lasciare lievitare ancora da mezz'ora a un'ora (a seconda di quanto volete alta la vostra focaccia).

prima di essere infornata...

In una ciotolina sbattere bene mezzo bicchiere d'olio con due-tre cucchiai d'acqua e distriburlo bene sulla focaccia. Cospargere di sale (fino o grosso, dipende dai vostri gusti).
Infornate in forno già caldo a 200 gradi. Come per gli altri lievitati la cottura varia molto da forno a forno. E' meglio controllarla spesso. E' pronta quando prende un bel colorino dorato (nel mio forno dopo 18-20 minuti).

appena sfornata, morbida e profumata...
Buon appetito!
Anna

You Might Also Like

22 commenti

  1. Che bella! anche qui stasera focaccia, sta già lievitando. Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Monica: ma dai! Telepatia.....

    RispondiElimina
  3. Mi sembra un "lavorone" ma non posso non provarci! Vivrei a focaccia... Ciao e grazie mille anche per questa ricetta. ;-)

    RispondiElimina
  4. Antonella: ma no che non è un lavorone!!! E'semplicissima e poi ti giuro che al primo morso dimentichi tutto! Bacioni!

    RispondiElimina
  5. Anche io questa sera focaccia!Cosi è deciso.
    Complimentissimi, è meravigliosa!
    Franci

    RispondiElimina
  6. Franci: E allora dichiariamo ufficialmente questa giornata "la giornata nazionale della focaccia"!!! :)

    RispondiElimina
  7. Adoro anche io la crescenta il pane e tutti i derivati. Quando facevo le diete dicevo sempre mettetemi a Pane acqua... ma loro mi volevano semrpe togliere il pane.... Per me la cosa piu buona che c'è.... ho preso giu la tua ricetta proverò anche io nella mia ignoranza in cucina a fare la crescenta.
    p.s. ma se non uso la farina Manitoba (che non sò cosa sia) ed uso la farina normale và bene lo stesso?

    RispondiElimina
  8. Strega dei gatti: la farina manitoba la trovi comunemente al supermercato sullo scaffale delle farine: è una farina "forte" molto adatta per la preparazione di prodotti lievitati come pane, pizze e focacce. Naturalmente puoi usare anche la farina normale ma ti consiglio di provare la manitoba, resterai sorpresa dalla morbidezza del risultato!
    Fammi sapere... bacioni.
    Anna

    RispondiElimina
  9. Ma come hai fatto a fare rimanese quei buconi nella focaccia, a me vengono solo collinette, la devo provare assolutamente, eventualmente chiederò il tuo aiuto con qualche ulteriore consiglio, a presto.

    RispondiElimina
  10. Mila: Allunga la mano che te ne passo una fetta!!!!

    riccioli di cioccolato: se ti serve aiuto fammi un fischio ma vedrai che è semplicissima da preparare!
    Anna

    RispondiElimina
  11. Anna i tuoi post sono sempre carinissimi, sia le ricette che ci consigli come questa focaccia ottima, sia le storie che ci racconti... Anche io ogni mattina pizza o focaccia al panificio della strada parallela alla scuola, e la mangiavo di nascosto già dalla prima ora ^-^ Non mi smentisco mai ahahah!! Bravissimaaaa!!
    Bacione

    RispondiElimina
  12. Gnam gnam!! Ma metti il miele nel lievito per rederlo più soffice? io in genere , quando faccio il pane o la pizza metto lo zucchero!
    Adesso mi hai messo fame!

    RispondiElimina
  13. Madonnina mia quanto adoro la focaccia!!!!
    E adoro te ed il commento che hai lasciato stamattina...grazie dal profondo del mio cuore!

    Diana

    RispondiElimina
  14. anche se ho appena finito di cenare, ne sbranerei un pezzettone!!!!!! povera me, la gola mi ucciderà!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Com'è invitante!............
    Belli i tuoi ricordi di scuola!
    Bacioni
    Francy

    RispondiElimina
  16. Valentina: Anch'io durante la lezione staccavo qualche pezzettino...

    Selena: è stata una ex collega di origini liguri a raccontarmi che sua mamma mette il miele al posto dello zucchero quando prepara la focaccia e io, che sono una copiona, ho provato subito. Devo dire che è venuta così buona che da allora ho sempre usato il miele. A volte lo uso anche per pane e pizza in alternativa allo zucchero.

    Diana: cara, quello che ti ho scritto veniva direttament dal cuore...

    Littledesserts: come ti capisco...

    Francy: un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. che buona dev'essere! non ho mai provato il miele nell'impasto! proverò la prossima volta!

    RispondiElimina
  18. Micaela: non so se è il miele a fare la differenza io comunque, a scanso di equivoci, non lo abbandono più! Un abbraccio
    Anna

    RispondiElimina
  19. Ma che buona! E chi sa resistere a quel profumino di focaccia appena sfornata! Sai che anche a Giacomo non dispiace (olè, qualcosa gli fa gola pure a lui!!)..
    Che peperina che eri... il fazzoletto nella minestra della tua "nemichetta"! Mi fai sempre sorridere quando passo da qui!
    Ti mando un grosso bacio!!

    RispondiElimina
  20. Sii!! Anch'io prima di entrare in classe passavo a prendermi un pezzo di focaccia per la ricreazione... quanti bei ricordi! Quest'estate ero addirittura tornata a vedere se lo stesso forno fosse ancora aperto , sai ne sono passati di anni, purtroppo no... credimi se ti dico che c'ero rimasta malissimo!!! Complimenti per la tua di focaccia, è stupenda! Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  21. Sara: Comunque lei era molto peggio di me e mi faceva i dispetti per prima... ecco!
    Un bacione a Giacomo se fossi lì vicino a voi lo riempirei di focaccia!!!

    Marifra79: purtroppo negli ultimi anni molte "botteghe di quartiere" sono state chiuse in favore dei supermercati...un vero peccato!

    RispondiElimina

Lasciami un commento!